Colesterolo totale alto e basso

Quando si sospettano casi di colesterolo alto è importante fare le dovute analisi per verificare i livelli di colesterolo totale nel sangue.

Colesterolo totale cosa è? Colesterolo totale basso e alto? Quando si parla di colesterolo, con il termine “totale” si intende la somma dei due tipi di colesterolo che si trovano nel nostro corpo, il colesterolo buono e quello cattivo.

In tutti i vertebrati, il sostenimento delle membrane cellulari richiede del colesterolo.

Il colesterolo aiuta la circolazione del sangue nei tessuti, si genera con l'alcool e gli steroidi e per questo un corretto livello di colesterolo è necessario per il libero flusso di sangue e plasma nel corpo e tali livelli dovrebbero essere mantenuti costanti nel tempo, e non essere mai superati.

Colesterolo totale alto e basso

Colesterolo totale

Oggi i fast-food, i bar, e le trattorie stanno cambiando molto le abitudini alimentari delle persone.

Perciò c'è bisogno di essere avvertiti riguardo all'inserimento di colesterolo in eccesso o non voluto, che possa pregiudicare la salute delle giovani generazioni.

Per sapere come eliminare il colesterolo è necessaria prima di tutto una corretta consapevolezza del funzionamento del colesterolo e dei suoi effetti sui processi metabolici del corpo umano.

Colesterolo totale hdl e ldl

Con “colesterolo cattivo” (LDL) ci si riferisce alle lipoproteine a bassa densità.

Le lipoproteine sono molecole che servono al trasporto di sostanze.

Le lipoproteine a bassa densità (LDL) possono trasportare e depositare il colesterolo sulle pareti delle arterie, aumentandone il loro spessore, ed ostacolando il normale passaggio del sangue. Ciò causa l'arteriosclerosi e ben altre complicazioni. D'altra parte, le lipoproteine ad alta densità (HDL) sono conosciute come “colesterolo buono”.

Tra le funzioni di colesterolo buono troviamo la produzione di bile, di antiossidanti, la digestione dei grassi essenziali per la produzione di vitamine liposolubili come la vitamina A, D, E, e K.

Queste vitamine aiutano in diversi modi i processi metabilici ed il funzionamento degli organi riproduttivi a partire dalla pubertà, fino alla vecchiaia, dipendentemente dai livelli di ormoni.

Colesterolo totale hdl rapporto

Il colesterolo buono può provenire da due fonti:

1. Circa il 75% (cioè tre quarti) del colesterolo buono presente nel sangue è prodotto dall'organismo stesso, nei tessiti di vari organi, quali il fegato, gli organi riproduttivi, il sistema nevoso centrale includendo il midollo spinale ed il cervello, dall'ateroma e dalle ghiandole surrenali.

Qualsiasi cambiamento degenerativo di una di queste parti può causare lo sviluppo di malattie alle coronarie ed il formarsi di placche arteriosclerotiche che possono causare un ostacolo al flusso sanguigno, fino a intasare improvvisamente le arterie.

2. Il resto del coelsterolo (il 25%) proviene da fonti esterne, per tale motivo è necessario essere consapevoli di ciò che si mangia, e mantenere una dieta corretta. Le carni animali, i prodotti caseari ed il tuorlo d'uovo contengono delle grandi quantità di colesterolo cattivo.

L'ingestione di tale colesterolo deve essere attentamente monitorata, in quanto anche un piccolo eccesso può causare uno squilibrio dei livelli di colesterolo nel corpo.

Il colesterolo libero (che supera cioè questo 25%) può essere ridotto:

Usando oli da cottura insaturi che possono ridurre l'apporto di grassi. L'olio più salutare – in questo caso – è proprio l'olio d'oliva.

Gli altri (come l'olio di palma) contengono grandi quantità di grassi saturi. Mangiare frutta e verdura con il loro alto contenuto di fibre, mangiare cibi poveri di sodio e poco salati, e mangiare carboidrati complessi possono ridurre i livelli del colesterolo nel corpo in un modo meraviglioso.

I semi di soia, le noci, il mais, il grano, i legumi ed i cereali sono tra i migliori cibi che si possono assumere per aiutare il nostro corpo a ridurre il colesterolo.

Evitando di mangiare nei fast-food o nelle tavole calde, in quanto i loro cibi contengono normalmente elevate quantità di sodio e di grassi saturi. Anche l'alcool aumenta i livelli di colesterolo, ed andrebbe perciò evitato.

Assumendo i grassi Omega3 – contenuti nello sgombro, il salmone, alcune specie di tonno, e nei pesci di mare proondo – sono di validissimo aiuto nel ridurre i livelli di colesterolo libero nel corpo.

Assumendo dei farmaci inibittori della riduttasi e tutte le statine che possono essere utilizzate per ridurre il colesterolo LDL. Il loro utilizzo è tuttavia efficace esclusivamente sotto la guida di un medico.

Ecco spiegato il significato del termine colesterolo totale.

Cosa significa il termine colesterolo totale?

Colesterolo - Ridurre il colesterolo

Lascia il tuo commento: