Collirio antistaminico

Collirio antistaminico: La funzione dei colliri antistaminici e degli antistaminici in generale è quella di alleviare i disturbi generati dalla sostanza chimica nota come istamina che è la fonte di un’allergia e l’istamina provoca eruzioni cutanee, starnuti, prurito e naso che cola ovvero porta tutti quei disturbi tipici di un’allergia. Tutto ciò è la conseguenza del dilatamento dei vasi sanguigni, dovuto appunto a tale agente. Il modo migliore per fermare i malesseri legati all’allergia è proprio bloccando l’azione dell’istamina: il collirio antistaminico fa esattamente questo. 

Il collirio antistaminico è considerato un medicinale di automedicazione pertanto si può acquistare anche senza la prescrizione medica ma deve essere usato correttamente ed eventualmente prima di acquistarlo chiedere consiglio al farmacista o al medico curante. L’istamina insieme ad altre sostanze che portano al verificarsi di un’infiammazione vengono in particolare rilasciate da alcune particolari cellule denominate mastociti. Esiste dunque una particolare classe di stabilizzatori che agisce per bloccare il lavoro di queste cellule e quindi blocca il conseguente rilascio di istamina. 

colliri antistaminici

Collirio antistaminico

  • ridurre il senso di prurito agli occhi
  • ridurre l’arrossamento degli occhi
  • ridurre il gonfiore
  • ipersensibilità della luce negli stati allergici.


Effetti collaterali del collirio antistaminico

Tra i possibili effetti collaterali del collirio antistaminico ci possono essere:

  • mal di testa
  • lacrimazione
  • lieve prurito
  • bruciore
  • occhi rossi
  • aumento della pressione oculare
  • dilatazione della pupilla
  • aumento della pressione arteriosa
  • disturbi cardiaci
  • etc.

Questi effetti collaterali generalmente sono transitori ma si consiglia, in caso se ne presentasse anche uno solo, di consultare immediatamente un medico. Il collirio antistaminico non deve essere usato in caso di ipersensibilità verso uno dei componenti del collirio (si consiglia infatti di leggere sempre il foglietto illustrativo dove sono elencati tutti i casi di esclusione), inoltre nei casi di gravidanza e allattamento ed altre patologie come ipertensione, disturbi cardiaci, ipertiroidismo ed iperglicemia, si deve assolutamente consultare prima dell’utilizzo il proprio medico.


Alcuni colliri antistaminici

In commercio vi sono diverse case farmaceutiche che propongono i colliri antistaminici solitamente prescritto o consigliati da farmacisti e medici oculisti per il trattamento della congiuntivite allergica stagionale ed alcuni di questi sono:

  • Collirio Alfa antistaminico
  • Collirio Imidazyl antistaminico
  • Allergodil collirio
  • Opatanol collirio
  • Collirio Visuglican
  • Zaditen collirio


Alcuni rimedi omeopatici per chi soffre di congiuntivite allergica stagionale possono essere:

  • 5 granuli di Eufrasia 7CH per 3 volte al giorno

oppure

Come rimedi naturali si potrebbero effettuare dopo aver lavato bene le mani:

  • degli impacchi di acqua e tintura madre di calendula con dosaggio 15 gocce di tintura madre di calendula e 200 cl di acqua. Gli impacchi devono essere fatti con un batuffolo di ovatta sterile imbevuto di acqua e calendula e messo sull’occhio o su entrambi gli occhi interessati per un paio di minuti al massimo. Sciacquare poi gli occhi con acqua tiepida.
  • oppure
  • degli impacchi di acqua e camomilla. Si prepara una tazza di acqua calda e si immerge una bustina di camomilla oppure della camomilla in fiore e poi con un batuffolo di ovatta sterile si imbeve del liquido ottenuto, si strizza leggermente per far uscire il liquido in eccesso e poi si passa delicatamente sugli occhi interessati e poi si lascia per qualche minuto sulla palpebra chiusa dell’occhio.

Come usare un collirio antistaminico

In generale un collirio antistaminico viene versato per 1-2 gocce direttamente nell’occhio interessato senza superare le dosi indicate o comunque non senza prima aver avuto il consiglio del medico.

In caso di necessità di utilizzo si consiglia di ripetere l’operazione per 2-3 volte al giorno e di non usare il collirio antistaminico per più di 4 giorni consecutivi, salvo diversa prescrizione medica, per evitare che si possano verificare effetti indesiderati. 

Consigli utili per capire il funzionamento dei colliri antistaminici.

Malattie

Lascia il tuo commento: