Collutorio per la parodontite

Il colluttorio per parodontite è parte integrate del trattamento di cura per la parodontite, ma capire cosa è la parodontite è di vitale importanza in quanto risulta essere uno stadio successivo alla gengivite. Essenzialmente la parodontite si sviluppa quando il trattamento della gengivite non viene affrontato, oppure quando la si cura in maniera non adeguata e continua. I sintomi della gengivite e della parodontite sono assai simili perciò una diagnosi precoce ed efficacie è certamente di fondamentale importanza per evitare che vi sia quindi la progressione della malattia orale, cioè la gengivite.

Collutorio per la parodontite

Collutorio per la parodontite

Il dentista, comunque, saprà dare l'aiuto che si ritiene più opportuno cercando quindi di consigliare le varie strategie per evitare lo sviluppo e la formazione della parodontite.

Le cause

Le cause che danno vita alla parodontite sono date da abitudini inosservate nell'igiene orale, quindi l'uso dello spazzolino da denti, del filo interdentale e del collutorio. Il non aderire ad una corretta igiene della bocca comporta lo sviluppo di quei batteri che si trovano nella bocca, causando quindi malattie che influenzano l'osso e i tessuti sotto il margine della gengiva.
Il proliferarsi della placca e dei batteri, a lungo andare, producono tossine, dando vita ad una risposta infiammatoria cronica. Accade infatti che il tessuto gengivale e il sostegno osseo diano segni di cedimento originando poi veri e propri solchi gengivali che si faranno via via sempre più profondi generando una sorta di tasca parodontale che continuerà a catturare la placca, i batteri e i residui di cibo. Purtroppo i sintomi non sono così noti al soggetto che contrae questa malattia, perciò inconsapevolmente non ci si accorge di quale sia il reale problema.
In ogni caso, questa condizione porta alla perdita del tessuto osseo e alla distruzione del tessuto gengivale in maniera permanente, ma la parodontite si presenta in maniera diversa a seconda della sua progressione.

Varie forme di parodontite

Pertanto esiste una parodontite aggressiva che colpisce generalmente le persone sane, ha uno sviluppo rapido e causa la perdita del tessuto osseo e la scomparsa della gengiva aderente.
Si conosce poi la parodontite cronica, cioè una forma di questa malattia abbastanza comune che si manifesta negli adulti e comporta l'infiammazione della gengiva, la perdita del tessuto osseo e una maggiore recessione gengivale che però avanza più lentamente rispetto ad altre forme di parodontite.

La parodontite annessa a malattie sistemiche, come il diabete, alcune forme di artrite e le malattie cardiache, possono essere parallele e avere un nesso allo sviluppo della parodontite. Difatti la risposta infiammatoria dell'organismo che si ha è il fulcro del legame che c'è tra le malattie sistemiche e la parodontite, una questione piuttosto comune con altre condizioni sistemiche.

Si conosce poi la necrotizzante malattia parodontale; la necrosi è praticamente la morte del tessuto gengivale, del tessuto connettivo e delle ossa che circondano i denti, dando adito a lesioni interne della bocca. E' interessante sapere che i soggetti che presentano malattie come l'HIV/AIDS, disturbi di immunodeficienza e malnutrizione presentano nella maggior parte dei casi questa forma di parodontite.

Il parodontologo

Il consulto col dentista è la miglior soluzione da adottare, questi indicherà un successivo consulto con un parodontologo per affrontare e arrestare la progressione della malattia orale in questione, cercando successivamente di trattare le varie forme delle malattie gengivali.

L'utilizzo del collutorio contro la parodontite

E' necessario sapere che comunque le visite regolari con un dentista sono in grado di rimuovere efficacemente l'accumulo di tartaro che è responsabile della proliferazione dei batteri.

Ovviamente lo spazzolino e il filo interdentale usati almeno due volte al giorno ridurranno il depositarsi della placca. Il collutorio nei casi di parodontite, sopratutto quello contenente una soluzione di chlorhexadine, può contribuire ad eliminare sensibilmente la placca e tutti quei batteri nocivi alla salute della bocca, aiutando a ridurre questa malattia orale. E' però raccomandabile il non usare i collutori a base di alcol per trattare la parodontite in quanto l'alcol stesso agisce come fosse un agente essicante, causando successivamente la progressione della malattia in questione.

L'uso del collutorio a base di chlorhexadine è quindi utile per ridurre i sintomi della parodontite e per fermare i sanguinamenti associati a questa patologia, tuttavia tale collutorio necessita della prescrizione di un medico.

Come usare il colluttorio e e considerazioni finali

Basterà applicare la soluzione di questo collutorio in bocca risciacquando per almeno 30 secondi, espellendo poi il tutto avendo però l'accortezza di non ingoiare la soluzione. In questi casi non bisogna risciacquare con acqua la bocca.

Concludendo, l'utilizzo di questo collutorio per parodontite deve essere continuato per almeno due settimane in moda da notare già un riduzione dei sintomi della parodontite.

Come usare il colluttorio in caso di parodontite.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo collutorio per la parodontite

Collutorio per la parodontite

descrizione chiara e comprensiva. Utili consigli per risolvere il problema

Lascia il tuo commento: