Come scegliere lo smalto

Le mani sono una importante parte del nostro corpo: che parla di noi, è un tramite importante nei rapporti interpersonali.

Come scegliere lo smalto? Le mani ci danno il contatto con le persone e con le cose del mondo che ci circondano, quindi è come avere il bigliettino da visita incorporato sempre...

Mani e unghie ingiallite rivelano se siamo delle accanite fumatrici o addirittura in base al colore dell'unghia si può capire se una persona è sana o sofferente di qualche patologia: dalle insufficienze alimentari sino alle più serie micosi, funghi e malattie del fegato o della cistifellea o insufficienza circolatoria.

È normale quindi, che così come è bello curarsi del Maquillage del viso per avere un aspetto più curato e sano, è necessario prendersi cura delle unghie di mani e soprattutto dei piedi, non solo in estate ma tutto l'anno.

Come scegliere lo smalto

Come scegliere lo smalto

“Tu guardi le tue mani? Gli altri lo fanno!”

E' uno dei tanti spot che ho trovato fuori da uno dei centri specializzati per la cura e la bellezza delle mani.

Sono belle le mani curate e colorate.

Sia che le nostre unghie siano vere o ricostruite è bello divertirsi con vari colori: dai perlati (anche se qualcuno dice che non sono più di moda...) sino agli scintillii del glitter.

Come scegliere lo smalto?

Prima di tutto è bene precisare che qualsiasi trattamento facciamo è bene affidarsi a prodotti non troppo aggressivi e alternare periodi dove si porta lo smalto a periodi in cui lasciamo le unghie libere di respirare per evitare l'antiestetico ingiallimento dell'unghia, non gradevole a vedersi e a lungo andare dannoso per la salute dell'unghia.

Detto e puntualizzato questo scegliamo il prodotto più adatto a noi in base alle nostre esigenze e poi in base all'occasione nella quale dovremmo sfoggiare mani perfette.

Ricordiamoci che sarebbe bene non dimenticare mai l'uso della base per difendere l'unghia e non applicare mai lo smalto direttamente sull'unghia non protetta.

Questo passaggio può essere tralasciato se oltre alla scelta del colore nell'acquisto dello smalto ci siamo portate a casa uno smalto che è anche trattante e rinforzante per l'unghia oltre che colore cosmetico.

Sarebbe auspicabile inoltre che precedentemente alla stesura dello smalto si sia effettuata una manicure per rimuovere pellicine e cuticole in eccesso, e aver limato o tagliato le unghie per definirne lunghezza e forma.

Non trascurabile poi, che anche le mani andrebbero idratate giornalmente, per evitare mani secche e screpolate che ci contraddistinguono soprattutto nei mesi freddi.

Molto fastidioso accarezzare manine ruvide, questo sia per manine femminili che per manone maschili.

Lo smalto adatto per ogni occasione:

Ho letto pagine e pagine di riviste patinate della moda e del web sull'argomento e ho come sempre chiesto le opinioni alle amiche, e a questo punto ho le idee più confuse di prima.

Ho letto che si può o si deve quasi obbligatoriamente mettere un colore dello smalto che sia coordinato al vestito o agli accessori, poi sono andata dalla mia amica Vanessa vestita di lilla e con unghie nere e borsa e scarpe verdi e anche nel disordine e nel non essere assolutamente coordinata nei colori era bellissima ugualmente.

Ho letto che obbligatoriamente la sposa deve utilizzare per lo smalto un colore pastello delicato sul bianco o rosa o optare per un french “obbligatoriamente”, e poi al matrimonio della mia amica Lara al momento dello scambio delle fedi immortalo nella mia memoria la sua manina incorniciata da unghie color marrone scuro, sia mani che piedi e penso che sia meravigliosa.

E qui mi fermo... e allora queste regole “dell'obbligatorietà” sono valide o si possono dribblare e non seguirle affatto?

Decido quindi di dimenticarmi del tutto quello che ho letto e di affidarmi alla sincerità e alla spontaneità di chi le regole le decide sulla propria pelle.

Chiedo alla mia amica Daniela dolcissima e delicatissima nell'aspetto e nei modi come sceglie lo smalto.

La sua risposta è immediata: mi dice che segue prima di tutto l'umore e le stagioni.

Ogni stagione, a lei, le ispira per un colore differente.

D'estate ama i colori accesi come il rosso soprattutto nei piedi, e d'inverno la ispirano di più i colori pastello, ma solo nelle mani.

Non pensa minimamente di uscire con il colore delle unghie coordinato alla borsetta.

Anna la dark: ama soprattutto il rosso, il viola, e il nero, sempre in coordinato con il rossetto dello stesso colore, e non ama il french. Ma per la forma delle sue unghie che non ritiene adatta al french.

Ma sulle amiche con delle unghie a forma rettangolare a suo parere il french sta molto bene.

Elisabetta molto delicata e amante della cucina macrobiotica e naturale mi ha fatto vedere come si disegna delle margheritine usando bastoncini di legno e vari colori di smalto dal bianco al giallo al verde.

Titty mi ha confidato di non aver resistito alla tentazione di comprare un necessaire per unghie di trasferelli e glitter per unghie.

Rosellina sfoggia unghie appena ricostruite e smaltate con diversi colori e glitterate, e mi confida che ha la mania di coordinare anche il colore della biancheria intima alla borsetta e alle scarpe, e di conseguenza anche le unghie.

Tante donne differenti e tante testoline diverse e con dei gusti differenti che non per forza si devono omologare alla strette regole della moda e della Fashion Style.

Quindi:

Sbizzarritevi nei colori da acquistare se questi vi fanno sentire bene e usate la fantasia per esprimere il vostro umore o la vostra voglia di colore.

Se avete voglia di sentirvi in ordine e super curate e discrete potete sempre rivolgervi all'amico “French” se lo amate e non vi sentirete mai fuori posto.

Un solo consiglio che veramente ho voglia di darvi, è che se siete un po' mani bucate come la sottoscritta e avete l'abitudine di riempire il cestino perché non sapete scegliere tra un rosso e un bianco e finite per comprarli tutti, preparatevi a vederli molto a lungo nel vostro beauty-case.

Ma non ci sono problemi con dei semplici accorgimenti potrete far durare il prodotto anche diversi anni.

Prima di tutto conservate questi prodotti dentro un mobile possibilmente fatto a posta per i vostri prodotti di maquillage, dove anche nei mesi più caldi si potranno conservare al buio e ad una temperatura non troppo alta.

Per evitare di far “incollare” il tappo al flaconcino, potrete acquistare della vasellina in crema e spargerne una quantità non troppo risicata sulla filettatura del vetro del flaconcino e anche dopo dieci anni riuscirete ad aprire il vostro smaltino.

Se si dovesse asciugare troppo il prodotto potrete diluirlo con del solvente per unghie e così far sciogliere agitando.

In genere io preferisco acquistare i flaconcini di smalto che al loro interno hanno le due palline metalliche, consentono di agitare meglio il prodotto prima dell'uso e mischiare lo smalto che ha la tendenza a solidificarsi.

Per evitare questo inconveniente sulla durata però esistono dei mini flaconcini con una minima quantità di prodotto e che durano molto meno.

Per le esigenti naturiste, vegetariane e vegane esistono anche prodotti per le unghie da acquistare nelle erboristerie e negozi specializzati. Sono prodotti studiati per non essere aggressivi sulle unghie e con procedimenti non dannosi per l'ambiente, oltre che non essere stati testati su nessun animaletto innocente.

Anche per i maschietti: lo smalto può essere usato soprattutto sui giovanissimi, colori come il nero.

In base al look possiamo valorizzare l'aspetto anche con questo cosmetico che erroneamente viene pensato solo al femminile.

Buon divertimento.

A cura di
Alessandra Leo

Come scegliere lo smalto adatto

Prodotti bellezza estetica donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo come scegliere lo smalto

Ma esiste effettivamente un mercato degli smalti anche al maschile?
A me piacerebbe molto metterlo alle unghie dei piedi ma mi sentirei isolato e incompreso...

Lascia il tuo commento: