Come si cura l'asma

Come si può curare l'asma? Di norma il trattamento per la cura dell’asma implica l’uso di medicinali, i medicinali per l’asma si dividono principalmente in : farmaci che alleviano il sintomo, farmaci che agiscono come prevenzione, e farmaci che controllano i sintomi.

Molte medicine per l’asma sono utilizzate attraverso un inalatore, nonostante alcune siano reperibili in tavolette o in forma liquida o, per persone ricoverate in ospedale, in soluzione da iniettare con siringa.

Come si cura l'asma

Come si cura l' asma

Farmaci che alleviano il sintomo dell'asma:

Tali tipi di medicinali includono il salbutamolo (airomir o ventolin) ed il terbutaline ( bricanyl).
Tali farmaci sono conosciuti come broncodilatatori perché aiutano ad aprire le vie respiratorie, rendendo in caso di difficoltà la respirazione più facile.

In generale dovrebbero essere usati al momento del bisogno per alleviare i sintomi dell’asma, Comunque, se dovete fare un’ attività che può provocare l’asma, il vostro dottore potrebbe raccomandarvi, prima dell’attività stessa, di inalare una o due dosi per alleviare i sintomi.

Se vi trovate ad usare tale tipo di medicinale più di tre volte a settimana, dovreste consultare il vostro dottore che potrebbe raccomandarvi di iniziare una cura preventiva.

E se vi accorgete che la vostra dose usuale di medicinale che allevia il sintomo non offre più il solito sollievo, dovreste sentire il vostro dottore per avvisarlo e rivedere il vostro trattamento, in quanto tutto ciò indica che il asma è sulla strada di un buon peggioramento.

Teofillina contro l'asma:

I beta 2 Short acting agonist sono i più comuni tipi di broncodilatatori che i dottori suggeriscono ma ve ne sono altri, inclusa la teofillina (tavolette di Nuelin o sciroppo), che risulta essere una delle più vecchie medicine per l’asma, e che può essere usata per alleviare o prevenirne i sintomi. L’uso della teofillina oggi è in ribasso ma è ancora qualcosa che aiuta la gente con asma persistente e che necessita di varie medicine per controllare la propria condizione.

Broncoliladatori anticolinergici:

Come l’ipatropium (Altrovent) che lavora bloccando il riflesso del nervo che restringe le vie respiratorie, permettendo alle stesse di rimanere aperte.Sono qualche volta usati in combinazione con i beta 2. Comunque l’ipatropium agisce lentamente ed è più comunemente usato nel trattamento della malattia cronica di ostruzione polmonare che nel trattamento dell’asma.

Farmaci di prevenzione – inalazione di corticosteroidi

Il tipo principale delle medicine preventive per l’asma è rappresentato dall’inalazione di corticosteroidi come il beclonethasone (Qvar) budesonide (Pumicort)Ciclesonide (Alvesco) e Fluticasone (Flixotide)

Tali farmaci lavorano riducendo la sottostante infiammazione delle vie respiratorie, aiutando a ridurre l’incidenza e la gravità degli episodi d’asma, e diversamente dai farmaci che danno sollievo, questi dovrebbero essere presi ogni giorno, per tenere il vostro asma sotto controllo.

Come tutti i farmaci . troviamo anche degli effetti collaterali con gli corticosteroidi inalati. Effetti indesiderati includono l’insorgere di infezioni di funghi sulla lingua o sulla gola. Tali effetti possono essere ridotti con lo sciacquo della bocca dopo aver usato l’apparecchio inalatore.

L’uso per lunghi periodo di alte dosi di corticosteroidi per inalazione può comportare l’assorbimento da parte del sistema sanguigno di tale sostanza. Ciò comporta un innalzamento del rischio di lividi, osteoporosi (uno screening in proposito viene consigliato agli adulti che applicano tale terapia ) e nei ragazzi può causare una inibizione della ghiandola surrenale.

Se siete preoccupati, discutete la terapia con il vostro dottore.

Corticosteroidi orali

Se il vostro asma è grave o avete attacchi che non sono controllabili tramite i medicinali alleviantio o gli steroidi inalati, potreste utilizzare gli steroidi per bocca come il prednisolone (tavolette di Panafcortelone, liquido orale di Redipred o di Predmix.

Questi medicinali sono generalmente dati come una scorciatoia per sistemare il vostro asma. Di solito tali medicamenti applicati per periodi prolungati devono restare sotto la supervisione di uno specialista della respirazione.

Leukotriene – recettore antagonista –

Come il sodio montelukast od il zafirlukasti sono differenti dai corticosteroidi: lavorano bloccando nei polmoni le sostanze chiamate leucotrini che causano il gonfiore e restringimento delle vie respiratorie. Bloccando le leucotrine si possono alleviare i sintomi dell’asma e si può prevenirne gli attacchi. Le leukotrine non sono usate per i trattamenti acuti dell’asma. Sono solo dei medicinali di prevenzione e dovrebbero essere presi giornalmente, come vi ha prescritto il vostro dottore.

Altri non- steoridi antinfiammatori

Medicamenti come il sodio cromoglycate (Intal, Intal Forte) ed il nedocromil sono antinfiammatori non steoriodi Ogni tipo di medicina lavora differentemente ma, in generale, tutti lavorano per aiutare a prevenire il rilascio di sostanze ( mediatori infiammatori) che contribuiscono all’infiammazione e restringimento delle vie respiratorie.
Tali medicinali sono somministrati per via inalatoria, e vengono presi giornalmente come prescrive il vostro dottore. Hanno una larga varieta’ d’uso, inclusa la prevenzione dell’asma innescata dall’attività svolta,o dall’aria fredda, o da prodotti allergici inalati,o da inquinamento ed altri irritanti.
Non vengono usati nell’alleviare gli attacchi di asma acuto.

Terapia di anti-immunoglobina

Omalizumab (Xolair) è una medicina che viene iniettata con siringa e lavora per bloccare una sostanza chiamata immunoglobina che risulta essere interessata nelle cause di insorgenza dei sintomi dell’asma.
L’immunoglobina è prodotta dal corpo come risposta alle sostanze allergiche, come i peli del gatto. Il vostro dottore potrebbe aver bisogno di un esame del sangue per esaminare la quantita’ di immunoglobina presente prima di iniziare il trattamento. Il Xolair è usato nel trattamento degli adulti ed adolescenti sopra i 12 anni con asma fra moderato e grave e che sono già stati in terapia con corticosteroidi inalati e che hanno innalzato il livello nel loro sangue di immunoglobina.

Controllori dei sintomi -Long-acting beta2 agonists

Sono utili per persone con asma che quando il loro disturbo non risulta ben controllato, benché facciano uso di medicinali ad azione preventiv. Esempi di controllori del sintomo includono il salmeterol ed il . eformoterol
I controllori del sintomo non trattano la sottostante infiammazione delle vie respiratorie, quindi dovrebbero essere usati in aggiunta alle medicine di prevenzione: non sono dei sostituti dei corticosteroidi.

Il vantaggio dei medicinali atti al controllo dei sintomi è quello che mantengono aperte le vie respiratorie anche per 12 ore dopo l’assunzione.. Il salmeterol non libera le vie aeree immediatamente, e quindi quando iniziano ad apparire i sintomi dell’asma dovreste ancora usare i medicamenti atti al sollievo per avere un immediato beneficio. Comunque l’eformeterol apre le vie respiratorie più rapidamente, così può essere usato come alleviatore negli adulti. Dovreste parlare con il vostro dottore per scegliere il miglior trattamento per i vostri sintomi.

Alcuni medicinali per l’asma contengono una combinazione di Corticosteroidi e beta 2 a lunga azione per aiutare a tenere l’asma sotto controllo.

Una combinazione di prodotti che il vostro dottore potrebbe prescrivervi potrebbe includere il Seretide ed il Symbicort. Tali prodotti sono assunti tramite inalazione, di solito due volte al giorno.

Apparecchi inalatori

I medicamenti inalati devono arrivare ai polmoni in giuste dosi.. Per assicurare ciò sono stati sviluppati molti tipi di inalatori.

Inalatori a dosaggio

Uno degli strumenti per inalazione più comuni è il metodo di inalazione pressurizzata a dosaggio, comunemente conosciuto come “ il fumatore.” L’MDIs richiede coordinazione e buona tempistica fra attivazione (premendo giù l’inalatore) e l’inalazione . Molti adulti e bambini con più di 7 anni usano l’MDIs correttamente ma la tecnica si deteriora con il tempo. Dovreste confrontare l’andamento della vostra tecnica periodicamente con il vostro dottore o farmacista.

L’MDIs dovrebbe essere lavato regolarmente. Il contenitore di metallo dovrebbe essere rimosso ed il rivestimento di plastica lavato, risciacquando il bocchino dall’alto al basso sotto acqua calda per almeno 30 secondi. Dopobisogna lavare il cappuccio del bocchino. Dovrebbe poi essere possibile asciugare all’aria ( non con asciugamani o fazzoletti) prima di riassemblare il tutto. Molti MDIs dovrebbero essere lavati almeno settimanalmente. La fondazione Asma dell’Australia raccomanda che gli inalatori siano lavati ed asciugati all’aria una volta al giorno.

Spaziatori

Gli spaziatori sono strumenti eccellenti per aiutare a far raggiungere ai polmoni le medicine inalate.
Uno spaziatore è un largo attrezzo di plastica, che agisce come una camera a tenuta per la medicina che sta per essere inalata, per la durata di quei pochi secondi che possono decorrere dall’attivazione dell’inalatore al respiro della sostanza. Inserendo un capo dello spaziatore nella vostra bocca e l’altro capo nell’MDIs, potete inalare la medicina senza dover esercitare alcuna pressione sull’MDIs e respirare quindi nello stesso momento.

Gli spaziatori sono normalmente utilizzati per bambini di ogni età: quelli sotto i due anni avranno bisogno di uno spaziatore di poco volume e la maschera facciale; bambini di 2-4 anni avranno bisogno di uno spaziatore di poco volume ed un bocchino o maschera facciale; e bambini oltre i 5 -7 possono usare uno spaziatore di largo volume.

Il dottore potrebbe anche raccomandare uno spaziatore per quegli adulti che anno poca coordinazione nell’uso dell’MDIs, o per persone che inalando corticosteroidi con l’inalatore, gli spaziatori in questo caso possono aiutare a ridurre effetti dannosi come l’insorgere del mughetto orale. Uno spaziatore è anche utile per il rilascio della medicina alleviatrice quando siete sotto un attacco acuto di asma. Poiché l’uso dello spaziatore incrementa l’efficacia della medicina, il loro uso ha fatto si che che oggi assai poche persone usano i nebulizzatori.
Gli spaziatori devono essere lavati mensilmente, altrimenti la resa potrebbe non essere ottimale. Dovrebbero essere lavati con acqua calda e con un detergente da cucina e lasciati asciugare all’aria.. Non asciugate i vostri spaziatori con asciugamani o fazzoletti poiché questi prodotti rilasciano energia statica che facilita l’aderenza della medicina alle pareti, ove vi si incolla. In questi casi i vostri polmoni non riceverebbero la giusta dose. Il bocchino deve essere ben pulito dal detergente usato.
Un corretto uso dello spaziatore è molto importante ; dovete quindi porre molta attenzione monitorando la vostra tecnica di utilizzo con il dottore o farmacista.

Strumenti con polvere da respirare

Sono di vario genere (Aerolizer), ed agiscono rilasciando la medicina solamente quando respirate. Di norma tali strumenti richiedono meno coordinazione degli inalatori, ma comunque è necessario applicare una certa forza nel respirare affinchè l’attrezzo rilasci il medicamento.

Nebulizzatori

Un nebulizzatore è una macchina che immette aria attraverso una soluzione medicinale, creando un vapore che può essere respirato attraverso un bocchino od una maschera facciale. In generale, i nebulizzatori sono utilizzati solo in casi di emergenza o per casi di asma molti gravi.

Scegliere uno strumento contro l'asma

Selezionare un tipo di strumento spesso è solo una preferenza personale. Alcune persone preferiscono un MDIs ad una macchina che si attiva con il respiro, e viceversa. Comunque, l’attrezzo da usare per ognuno deve dipendere dal tipo di medicina che state assumendo: spesso i produttori di medicinali presentano il proprio prodotto già abbinato ad uno strumento.

Terapie complementari

Una condizione come l’asma richiede di norma un trattamento prescritto dal medico. Comunque molte persone scelgono di usare medicine e terapie complementari.

Ricordate sempre comunque di portare a conoscenza del vostro dottore ogni assunzione medicinale complementare che state facendo in quanto le stesse potrebbero interferire con le medicine prescritte.

Fra le terapie complementari troviamo :

medicine complementari di cui comunque sono ancora poco conosciute le ricerche al riguardo. Alcuni rimedi di erboristeria, come ginkgo Biloba sono stati identificati come potenziali agenti per ulteriori ricerche nel trattamento dell’asma, benché il ginkgo ponga dei problemi di sicurezza in quanto sembra interagire con altre medicine.Altri agenti come il Royal e la echinacea possono far precipitare alcune reazioni allergiche in individui predisposti all’asma, e non dovrebbero essere assunte se siete individui predisposti all’asma o alle allergie.

  • Tecniche di respirazione, come la Buteyko – alcuni studi hanno dimostrato un oggettivo miglioramento dei sintomi ed una decisa diminuzione nell’uso dei medicinali alleviativi.
  • Tecniche di rilassamento, come lo yoga – l’evidenza di benefici è oramai ben compresa.
  • Agopuntura, le attuali conoscenze non fanno ritenere benefica tale terapia
  • Ipnosi
  • Omeopatia – comporta la preparazione di una medicina che include una leggera quantità di elementi che possono dar atto a reazioni allergiche (come la polvere di casa) e quindi attualmente dalle prove sostenute si può affermare che l’omeopatia è inefficace alla cura dell’asma.
  • Modifiche alla dieta – persone alle quali sono state diagnosticate allergie alimentari dovrebbero evitare di assumere tali cibi; comunque le restrizioni alla dieta non hanno portato significativi benefici nel trattamento dell’asma. Solo il pesce ed alcuni olii sembrano avere effetti positivi.

Su molte terapie complementari non sono state effettuate ricerche così approfondite come per le medicine convenzionali, così se avete in mente di seguire tali terapie per migliorare lo stato del vostro asma, dovreste consultare prima il vostro dottore.

Piani d’azione per l’asma

Se avete l’asma, dovreste avere un vostro piano d’azione, stilato in accordo con il vostro dottore.

Ciò vi aiuterà nell’affrontarre la malattia e nell’identificare quando sta peggiorando riconoscendone i relativi sintomi.

Il vostro piano d’azione sull’asma potrebbe aiutarvi a riconoscere quando giunge la necessità di variare le vostre medicine e quando contattare il dottore per andare direttamente in ospedale.

Tecniche farmaci e strumenti adatti per la cura dell'asma.

Malattie

Lascia il tuo commento: