Come si cura la congestione nasale

Come si può curare la congestione nasale? Comunemente chiamata naso chiuso, la congestione nasale è un vero e proprio problema di salute che colpisce ogni anno milioni di persone. Essa si verifica quando vi è un blocco nelle narici che impedisce il passaggio dell’aria, solitamente questo avviene quando la membrana di rivestimento interno del naso si gonfia di vasi sanguigni infiammati. Ciò più succedere per molte cause e con diversi gradi di gravità. Se questo problema può sembrare un semplice fastidio per adolescenti e adulti, nei bambini la congestione nasale può comportare seri rischi per la salute.

Come si cura la congestione nasale

Congestione nasale cura

Possibili cause della congestione nasale:

La causa più comune del classico naso chiuso è la rinite allergica o la cosiddetta febbre da fieno. In questo caso polline, polvere, spore di muffe o altri allergeni irritano il passaggio nasale. Altre cause frequenti sono i mali di stagione come raffreddore e influenza, ma anche delle infezioni causate da fattore fisici come il setto nasale deviato, la sinusite o la reazione ad alcuni farmaci. Inoltre, la congestione nasale si verifica più di frequente durante la gravidanza. Non è solo quello che respiriamo ad occludere le narici, in molti individui la congestione viene causata da allergie alimentari. Coloro che sono intolleranti al lattosio spesso soffrono di naso chiuso, tanto che il medico può arrivare a raccomandare una nuova dieta . Ridurre la quantità di latticini e carboidrati e zuccheri in questo caso può ridurre la congestione nasale.

Sintomi classici della congestione nasale

Difficoltà a respirare, la sensazione di avere qualcosa nelle narici, naso che cola e starnuti: ecco le sensazioni più comuni in caso di congestione nasale. Coloro che soffrono delle forme più gravi però possono arrivare ad avere difficoltà nel dormire (compresa la fastidiosa esperienza di russare!), nel dormire e nell’udire chiaramente.

Rivolgersi al medico per la congestione nasale:

Di solito non è necessario rivolgersi subito al medico se il naso chiuso è l’unico sintomo. Consultiamolo invece se si verificano altri disturbi quali visione offuscata, gonfiore agli occhi, tosse, muco di colore giallo o verdastro, sangue dal naso o se la congestione perdura per oltre due settimane.

Cure naturali e prodotti farmaceutici da banco per la congestione nasale:

Ci sono molti rimedi domestici utili per alleviare questa patologia. I più semplici sono l’uso di speciali filtri nel condizionatore d’aria, togliere la polvere regolarmente e vaporizzare in aria soluzioni (ad esempio all’aceto) che aiutino a riaprire i seni nasali.

  • Alimenti. La guarigione passa anche per la dieta, l’abbiamo detto. Tradizionalmente il “brodino di pollo” della nonna è la cura ideale per la congestione nasale. Ma anche i cibi piccanti possono aiutare. L’aggiunta di pepe nero o rosso nella classica minestrina può contribuire ad aprire i seni nasali. Curry, zuppe cinesi e piatti messicani che contengono peperoncino o spezie, ad esempio, possono essere ottimi alleati se vi piacciono i sapori forti.
  • Bevande calde. Sorbire una tazza di tè può contribuire a ridurre la congestione nasale. Il vapore di una bevanda calda in genere aiuta ad aprire le narici. Cercate però di evitare di consumare troppa caffeina che, al contrario, può peggiorare la situazione.
  • Alzare la testa. Spesso, la notte può essere il periodo peggiore per la congestione nasale. La posizione sdraiata infatti aggrava i sintomi di questa patologia; perciò elevare la testa con più cuscini è un metodo per aiutare il naso a respirare meglio.
  • Vapore e calore. Una coppia vincente contro la congestione nasale. Gli impacchi caldi con un asciugamano umido sotto gli occhi favoriscono il drenaggio dei seni. I suffumigi con acqua bollente aprono le narici. Inoltre in commercio ci sono creme al mentolo o all’eucalipto che aiutano ad aprire in maniera temporanea il naso. Le marche sono tante ma il risultato è lo stesso: strofinare le creme sul petto o le narici aiuta a lenire la congestione.
  • Erbe. L’olio di origano è un olio essenziale noto per la sua capacità di migliorare la salute respiratoria. Aggiungere 2 o 3 gocce di questo olio ad una bevanda come il succo di frutta contribuisce a dare una sferzata al sistema immunitario. Inoltre, può essere aggiunto all’acqua bollente dei suffumigi. In alternativa per le inalazioni di vapore si può usare l’olio tea tree.
  • Spray Nasali. Sono un ottimo modo per alleviare la pressione nel naso e le difficoltà respiratorie associate alla congestione nasale. Gli spray di questo genere possono essere acquistati al banco della farmacia per i prodotti più blandi o prescritti dal medico. Il più semplice è la soluzione fisiologica: un composto di acqua e sale che si può facilmente fare in casa.
  • Pillole decongestionanti. Sempre in farmacia o nelle parafarmacie sono acquistabili anche pillole che alleviano la congestione. I principi attivi più comuni sono: pseudophedrine che contribuisce a ridurre il gonfiore dei vasi sanguigni e fanilefrina che agisce direttamente sull’infiammazione.

Predisposizione alla congestione nasale:

Le persone con il sistema immunitario più debole sono le più facili “prede” del naso chiuso: quindi bambini, neonati anziani possono contrarre più di frequente influenza e raffreddore. Mentre chi soffre di rinite allergica può arrivare ad avere una congestione nasale cronica.

Prevenzione della congestione nasale:

Nei mesi invernali, assicuratevi di mantenere la vostra casa costantemente umida con un umidificatore. Il consumo di vitamina C può aiutare a rafforzare il sistema immunitario per prevenire la congestione nasale, ma anche i raffreddori e le influenze da cui è comunemente causata.

Cosa fare e cosa evitare con la congestione nasale:

Alcuno alimenti e attività possono aggravare la congestione nasale. Sempre da evitare sono gli alcolici, che asciugano il passaggio nasale peggiorando l’infiammazione dei vasi sanguigni del naso. Simili effetto lo ha la caffeina, e in misura minore, tutti i derivati del latte. Bandite le nuotate in piscina: il cloro può irritare le mucose nasale e causare un’ulteriore infiammazione.

Concludendo in questo caso i classici rimedi della nonna sono un vero toccasana, da abbinare alla pazienza indispensabile per un disturbo non grave ma particolarmente fastidioso!

Cosa fare come curare e cosa evitare per la congestione nasale

Malattie

Lascia il tuo commento: