Come si cura la scoliosi

Che cos’è la scoliosi e come si può curare? Prima di parlare di come si cura la scoliosi è bene un opportuno approfondimento sulla patologia, la scoliosi è un disturbo muscolo-scheletrico caratterizzato da una curvatura laterale della colonna vertebrale o spina dorsale. Le ossa che compongono la colonna vertebrale sono chiamate vertebre. Se il disturbo è piuttosto grave, richiede una cura. Nel caso in cui la curvatura sia piuttosto lieve, possono essere necessari solo alcuni controlli saltuari da un medico specializzato. E’ il medico che, presa visione della gravità del disturbo, deciderà se e in che modalità avviare la cura.

Come si cura la scoliosi

Scoliosi cura

Chi può è affetto da scoliosi

Può manifestarsi in persone di ogni età, per la maggior parte dei casi interessa bambini e adolescenti. Su un campione di 1000 bambini, 3 su 5 sviluppano una curvatura della spina dorsale abbastanza grave da esigere un ciclo di trattamenti. La scoliosi idiopatica (scoliosi di causa sconosciuta) è il tipo più comune e si verifica in individui sopra i  10 anni. Le ragazze sono più soggette dei coetanei ad avere questo tipo di scoliosi. Dato che la scoliosi è genetica, i bambini che hanno parenti, fratelli e sorelle affetti da scoliosi idiopatica, dovrebbero essere controllati regolarmente da un medico.

Questo tipo di scoliosi può comparire anche sotto i 10 anni, ma è piuttosto rara ed è più comune in Europa che negli Stati Uniti.

Cause della scoliosi

Nell'80-85 per cento delle persone, la causa della scoliosi è sconosciuta (scoliosi idiopatica). Prima di concludere che una persona ha la scoliosi idiopatica, il medico cerca altre possibili cause, come ad esempio lesioni o infezioni.

Le cause della curve sono suddivise in

  1. Non strutturali: Una spina dorsale strutturalmente normale che appare curva. Si tratta di un disturbo temporaneo, destinato a modificarsi. Può essere causato da una condizione preesistente, come la differenza nella lunghezza delle gambe, spasmi muscolari o infiammazioni come l'appendicite. Sono i medici a correggere questa distorsione, andando ad analizzare il nocciolo del problema.
  2. Strutturali:  Una curva fissa che i medici curare caso per caso. A volte la scoliosi strutturale è parte di una sindrome o malattia, come la sindrome di Marfan, una malattia ereditaria del tessuto connettivo. In altri casi, si manifesta spontaneamente.  La scoliosi strutturale può essere causata da malattie neuromuscolari (come paralisi cerebrale, la poliomielite, o distrofia muscolare), difetti di nascita (come l’emivertebra, in cui una parte di una vertebra non riesce a formarsi normalmente prima della nascita), lesioni, alcune infezioni, tumori, malattie metaboliche, malattie del tessuto connettivo, malattie reumatiche o fattori sconosciuti (scoliosi idiopatica).

Come viene diagnosticata la scoliosi

Ci sono diverse tecniche che i medici possono adottare per diagnosticare la scoliosi quali:

  • Anamnesi. Il medico parla con il paziente e con i suoi familiari alla ricerca di problemi di salute che potrebbe essere la causa della curvatura della spina dorsale, ad esempio, difetti alla nascita, traumi o altri disturbi che possono essere associati alla scoliosi.
  • Esame fisico. Il medico guarda la schiena del paziente, il torace, il bacino, le gambe, i piedi e la pelle. Controlla se le spalle del paziente sono allo stesso livello, se la testa è al centro e se c’è corrispondenza tra i due lati del corpo. Inoltre esamina anche i muscoli della schiena mentre il paziente si china in avanti per vedere se un lato della gabbia toracica è più alto rispetto all’altro. Se vi è una significativa asimmetria (differenza tra i due lati opposti del corpo), il medico dovrà indirizzare il paziente da uno specialista ortopedico della colonna vertebrale. Alcune modifiche nella pelle, come ad esempio le cosiddette macchie café au lait (il colore del caffè con latte) possono suggerire che la scoliosi è causata da un difetto di nascita.
  • Raggi X.  I pazienti con significative curve della colonna vertebrale, mal di schiena insolito o segni di coinvolgimento del sistema nervoso centrale (problemi intestinali e di controllo della vescica) necessitano una radiografia. Il paziente deve stare in piedi con la schiena poggiata alla macchina a raggi X. In questo modo sarà visualizzata tutta la colonna vertebrale nella sua lunghezza. Occasionalmente, i medici chiedono altri test per vedere se ci sono altri problemi.
  • Misura della curva . Il medico misura la curva sull’immagine della radiografia. Preso a riferimento la vertebra iniziale e finale della curva, si misura l’angolo. Se le curve superano i 20 gradi, sono necessarie delle cure specifiche.

Quando la scoliosi deve essere curata e quali i trattamenti

  • Molti bambini hanno le curve della colonna vertebrale lievi che non necessitano di alcun  trattamento. Quando il trattamento è necessario, il medico può mandare il bambino da uno specialista ortopedico della colonna.
  • Il medico suggerirà il trattamento migliore per ogni paziente in base all'età del paziente, quanto più lui o lei è destinata a crescere, il grado e il modello della curva e il tipo di scoliosi. Il medico può raccomandare:
  • Osservazione. I pazienti devono essere seguiti da un medico che  li visita ogni 4 a 6 mesi, soprattutto  quando il paziente è ancora nella fase di sviluppo (ha uno scheletro immaturo) e quando presenta una curva idiopatica inferiore a 25 gradi.
  • Rinforzo. I medici consigliano ai pazienti di indossare un tutore per fermare la curva al fine di evitare che si aggravi.

Ciò avviene quando il paziente:

  • è ancora nella fase di sviluppo e ha una curva idiopatica che va dai  25 a 30 gradi;
  • ha almeno 2 anni di crescita e presenta una curva idiopatica che è tra i 20 ei 29 gradi, e, se una ragazza, non ha avuto il primo ciclo mestruale;
  • è ancora nella fase di sviluppo e ha una curva idiopatica tra i 20 ei 29 gradi che sta peggiorando.
  • Come un bambino si avvicina alla fine della crescita, le indicazioni per il rinforzo dipenderanno da come la curva incide sull'aspetto del bambino e se la curva sta peggiorando.
  • Chirurgia.  Quando il paziente è ancora nella fase dello sviluppo e presenta una curva che è più di 45 gradi, in fase di peggioramento.

Altri modi di cura per trattare la scoliosi

Alcune persone hanno cercato altri modi per curare la scoliosi, inclusa la manipolazione da un chiropratico, la stimolazione elettrica, integratori alimentari e  ginnastica correttiva. Finora, gli studi dei seguenti trattamenti non hanno dimostrato di prevenire la progressione della curva o il peggioramento.

Se il medico raccomanda la chirurgia, quale procedura è la migliore

Ci sono molte tecniche chirurgiche che possono essere utilizzate per correggere le curve della scoliosi. La più comune consiste nella correzione, stabilizzazione e fusione della curva ossia l’unione di due o più vertebre. Un volta raddrizzata la curvatura si inseriranno nella colonna degli impianti per mantenere la stabilità dopo l’intervento.

La decisione sul tipo di impianto dipenderà dal costo, dalle dimensioni dell’impianto stesso nonché dall’esperienza del chirurgo. Per questo si suggerisce di  consultare almeno due chirurghi esperti.

Considerazioni finali sulla scoliosi

La scoliosi è una disturbo muscolo-scheletrico che consiste nella curvatura laterale della colonna vertebrale. Interessa principalmente bambini e adolescenti. Nella maggior parte dei casi non ci sono della cause scatenanti determinate (scoliosi idiopatica), in altri casi ha origini genetiche o è conseguenza di una malattia. A seconda della gravità, esistono diversi trattamenti quali il semplice monitoraggio, l’utilizzo di tutori per il rafforzamento muscolare fino all’operazione chirurgica. La gravità del disturbo dipende dall’età del paziente e dall’ampiezza della curva stessa.

Informazioni relative alla cura della scoliosi.

Malattie

Lascia il tuo commento: