Conta di addis

La conta di addis è un metodo per misurare determinati valori analizzando le urine.

La conta di addis è un metodo per la valutazione quantitativa dei valori degli elementi figurati ovvero globuli rossi, leucociti, cilindri, cellule di sfaldamento delle vie urinarie presenti nel sedimento delle urine. Di solito, nei comuni esami delle urine, tale valutazione viene eseguita in maniera puramente indicativa ma in talune circostanze è invece assai importante avere una idea più precisa del numero degli elementi eliminati, sia per differenziare situazioni ai limiti della norma da situazioni sicuramente patologiche, sia per seguire nel tempo l'evoluzione di particolari malattie come ad esempio può essere la glomerulonefrite acuta.

Conta di addis

Conta di addis

A questo scopo le urine delle ventiquattro ore precedenti conservate con cura ed in ambienta termico protette vanno misurate e mescolate accuratamente e se gli elementi figurati eliminati sono particolarmente numerosi si può procedere al loro conteggio diretto in camera contaglobuli o in caso contrario si procede ad un arricchimento centrifugando un campione delle urine in esame, allontanando poi con una pipetta apposita una parte del liquido sopranatante, per ridurre cosi il volume ad una quantità precisa e mescolando infine il sedimento con il resto del liquido.

Seguendo tale metodica, che prende il nome di conta di addis è possibile dimostrare anche in soggetti normali la eliminazione di un certo numero di globuli rossi (mediamente trecentomila in ventiquattro ore), di leucociti (cinquecentomila sempre nelle ventiquattro ore) e di cilindri ialini (dai cinquemila ai diecimila sempre ogni ventiquattro ore).

Il numero dei leucociti ed eritrociti può essere sensibilmente superiore, anche in condizioni normali nella donna ed in questo caso gli elementi provengono dal tratto ultimo delle vie urinarie.

Valori più elevati (attorno a uno o due milioni) invece tenderebbero ad indicare con sicurezza la presenza di una condizione morbosa a carico delle vie urinarie, soprattutto se le urine vengono raccolte dopo una previa pulizia dei genitali esterni e direttamente in vescica.

La conta di addis

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo conta di addis

non penso sia una situazione preoccupante anche perchè non sono presenti cilindri, quindi escluderei una patologia a livello glomerulare ossia dei reni.un indizio in più lo fornisce la morfologia delle emazie, infatti se sono ben conservate dipende soprattutto da una condizione a livello delle più basse vie urinarie.Sono presenti pochi leucociti, quindi probabilmente si tratta di un infezione a carico vescicale.

mio marito ha fatto la conta di addis i suoi risultati sono i seguenti:
emazie 134688
leucociti 3312
cilindri assenti
altri elementi addis
contrasto di fase addis: emazie sane 68%
conclusioni ematuria prevalentemente non glomerulare
potete aiutarmi a capire se tutto è in regola o ci sono problemi? grazie

Lascia il tuo commento: