Corioretinite

Corioretinite (che cos’è, sierosa centrale, sintomi, da cmv, terapia, da toxoplasma, causa, cure , e gravidanza, trattamento laser).

La corioretinite è visto dalla scienza medica come un processo infiammatorio che interessa il tratto uveale dell’occhio, la sua zona posteriore che comprende retina, coroide e corpo vitreo. La corioretinite è un fenomeno abbastanza diffuso tra le persone nelle quali solitamente non rappresenta però un vero e proprio fattore di rischio per la salute visiva: con il tempo però, alla corioretinite può conseguire una riduzione sostanziale della vista soprattutto a causa dell’estensione della forma infiammatorio, che purtroppo può colpire diverse porzioni dell’occhio acquisendo differenti nomi in base alla zona interessata dal fenomeno.

Corioretinite

Corioretinite

La corioretinite

La corioretinite deriva da numerose cause che, come vedremo in seguito, interessano per lo più l’azione di virus e microbi che con la loro devastante azione provocano la tanto temuta infiammazione del tratto uveale, ma in certi casi (riguardanti prevalentemente i bambini e neonati) i fattori che interagiscono con lo sviluppo della corioretinite sono definiti ignoti, portando a fenomeni degenerativi dell’occhio e dei suoi componenti. Conoscere la corioretinite e le sue caratteristiche rappresenta dunque l’arma più efficace per rivelare in tempo la sua presenza e cominciare immediatamente un trattamento specifico per ridurla e sconfiggerla definitivamente.

Che cos’ è la corioretinite?

Come abbiamo già detto, la corioretinite è causata dal possibile attacco infettivo di germi e batteri, ma questo dato non riesce purtroppo a spiegare effettivamente che cos’è la corio retinite e quali sono le complicazioni che possono subentrare alla sua nascita. La corioretinite è definita come una vera e propria infezione oculare, presentandosi con l’insorgenza di uno o più focolai che interessano una o numerose porzioni dell’occhio, riducendo la capacità visiva di un individuo e accompagnandolo per un lungo periodo di tempo con fastidiosi ed irritanti dolori nella zona dell’occhio, sia esterna che in profondità. I problemi che possono subentrare a seguito della corioretinite compromettono seriamente la funzione dell’occhio, portando a molteplici sintomi che analizzeremo in seguito.

Quali sono i sintomi della corioretinite?

Uno degli aspetti più fastidiosi della corioretinite sono proprio i sintomi che accompagnano l’infiammazione ed i vari disturbi che subentrano all’infiammazione batterica. I sintomi della corioretinite riguardano proprio la funzionalità dell’occhio, andando a compromettere l’immagine ricevuta dai trasmettitori, rendendola sfuocata, distorta o di impossibile interpretazione. Per questo motivo i sintomi della corioretinite sono considerati davvero pericolosi in quanto rendono complicata la vita quotidiana di una persona impedendole di compiere anche le più semplici azioni quotidiane.

Qual è la causa della corioretinite? Cause e possibili fattori da cui deriva la corioretinite

Probabilmente una delle domande che più vi assilla è sapere quale sia la causa da cui deriva la corioretinite, le varie cause che interagiscono tra loro portando alla formazione di questa terribile infiammazione; bene,  possiamo quindi affermare che la corioretinite nella maggior parte dei casi (riguardanti per lo più le persone di età adulta) ha come causa reale l’attacco di germi e batteri che, sviluppandosi in forma virale all’interno dell’occhio, danno origine all’infiammazione. Nei neonati vengono invece registrate diverse cause che, purtroppo, restano però di origine ignota e fonte di enormi dubbi: il citomegalovirus, ad esempio, durante la gravidanza può colpire l’utero portando allo sviluppo di diverse anomalie nel feto, tra cui anche la corioretinite. Un altro caso analogo è la corioretinite toxocara, una malattia che colpisce il bambino favorendo la crescita della forma infiammatoria responsabile della corioretinite. Cercheremo ora di analizzare un po’ più nel dettaglio queste particolari condizioni legate alla disfunzione visiva in questione.

La corioretinite da cmv: il citomegalovirus e la corioretinite in gravidanza

La corioretinite da cmv (citomegalovirus) è una delle patologie retinopatiche più diffuse tra gli individui affetti da gravi carenze immunitarie, molto spesso legate a malattie come l’HIV. La corioretinite da citomegalovirus colpisce un gran numero di neonati o bambini in tenera età come malattia trasmessa dalla madre durante la gravidanza, portando alla disfunzione visiva che resta però un fenomeno prettamente passeggero, a patto che venga trattato adeguatamente.

La corioretinite sierosa centrale

La corioretinite sierosa centrale è una malattia che colpisce la retina neurosensoriale dell’occhio (conosciuta con il termine di macula) causandone il progressivo degrado. La corioretinite sierosa centrale deriva da numerose possibili cause che compromettono la salute dell’occhio e che si possono differenziare da quelle della forma più comune delle malattie retinopatiche includendo tumori, infezioni oculari o altre patologie particolari, per le quali è comunque necessario un trattamento particolare. Solitamente per curare la corioretinite sierosa centrale il paziente viene sottoposto ad una terapia fotocoagulativa o, in caso di una progressione della malattia, ad una fotodinamica il cui dosaggio andrebbe sempre applicato in maniera graduale in maniera da non esagerare e rischiare di danneggiare la macula.

La corioretinite da toxoplasma: quale terapia sconfigge la corioretinite da toxoplasma?

La corioretinite da toxoplasma è una malattia infettiva derivata dall’azione del batterio toxoplasma gondii che si manifesta sul corpo umano in maniera diversa a seconda dell’individuo coinvolto. La corioretinite da toxoplasma non è che uno dei vari sintomi che subentrano a seguito dall’invasione del virus, che colpisce inizialmente portando all’ingrossamento dei linfonodi presenti sul collo, spossatezza, febbre ecc. Sicuramente sarete interessati a sapere quale terapia risulti efficace per sconfiggere la corioretinite da toxoplasma: solitamente questa forma infiammatoria si sviluppa nei bambini di giovane età, rendendo dunque impossibile l’intervento chirurgico o laser per eliminare l’intruso; per questa forma particolare di malattia retinopatica viene infatti consigliato l’utilizzo di appositi farmaci come il Daraprim, il Lederfolin o il Metakelfin, in modo da inibire il processo infiammatorio e ristabilire la salute oculare del soggetto. Un dato purtroppo preoccupante è il fatto che questa malattia dimostra una gran recidività nel corso della vita di un soggetto, periodiche visite da uno specialista risultano quindi obbligatorie per scongiurare il pericolo di venir attaccati ancora dalla corioretinite da toxoplasma.

La cura per la corioretinite: il trattamento laser (fotocoagulativo)

Al giorno d’oggi la cura più in voga per guarire dalla corioretinite è il trattamento fotocoagulativo, che utilizza appunto il laser per “bruciare” la porzione dell’occhio infetta e favorire la sua totale guarigione. Il trattamento laser per la cura della corioretinite garantisce il riassorbimento del fluido e la completa adesione della retina all’epitelio pigmentato retinico, grazie al quale si può notare in un breve periodo un recupero sostanziale della vista. Sebbene molti temano che l’operazione possa avere anche dei risvolti collaterali negativi, la medicina moderna assicura che questa forma di cura per la malattia retinica in questione non preveda alcun tipo di rischio per la salute visiva, consigliata dunque a qualsiasi soggetto adulto che abbia già terminato l’età dello sviluppo. La cura prevista per i bambini o gli adolescenti è invece basata sulla somministrazione di farmaci che inibiscono la crescita dell’infiammazione, ma come abbiamo già visto questa forma di trattamento può rivelare la natura recidiva, nel corso degli anni, della corioretinite.

Considerazione finale sulla corioretinite

La corioretinite è una di quelle malattie che possono davvero impedire ad una persona di sentirsi a proprio agio durante la propria vita quotidiana: la vista è importantissima per svolgere praticamente qualsiasi azione, prendere provvedimenti per curare qualsiasi tipo di mancanza a riguardo è l’unico modo per evitare complicazioni più gravi che, con il tempo, possono dimostrarsi irreversibili.

Informazioni sulla causa sui sintomi e sulle tecniche per curare la corioretinite.

Malattie

Lascia il tuo commento: