Corpo umano anatomia organi

Il corpo umano è una vera e propria macchina composta nel suo insieme da molti organi, gli organi interni, organi esterni, da ossa e muscoli che vengono regolati per svolgere nel migliore dei modi le loro funzioni da altrettanti sistemi ed apparati come l’apparato nervoso, l’apparato circolatorio, genitale ecc...

  • Esofago - anatomia corpo umano

    Esofago - Anatomia corpo umano apparato digerente
    L'esofago è un organo dell'apparato digerente che fa seguito alla faringe fino a raggiungere lo stomaco ed anatomicamente si presenta come la forma di un tubo muscolo membranoso che si estende una lunghezza media di circa venticinque centimetri ed un diametro di due o tre e si estende dalla sesta/settima vertebra cervicale alla decima vertebra toracica e quindi la sua struttura comprende una parte di quattro o cinque centimetri relativi alla cervicale, una toracica di circa quindici/sedici centimetri ed anche quattro centimetri del tratto addominale.
  • Piede anatomia del piede

    Piede - come funziona il piede e la sua anatomia
    L' anatomia del piede è complessa, il piede è l'ultimo segmento dell'arto inferiore in quanto posa al suoloe rusulta composto di 26 ossa disposte in tre gruppi: tarso, metatarso e dita. Questa struttura scheletrica del piede consente all'uomo la stazione eretta e la deambulazione disponendosì su di essa. Dal punto di vista scheletrico invece ad ogni passo si puo' vedere come il peso del corpo si scarichi, attraverso la tibia e il perone, sull'astragalo, che, a sua volta, lo distribuisce uniformemente a tutto il piede.
  • Prostata: problemi alla prostata

    Cosa è la prostata? La prostata è una piccola ghiandola presente solo negli uomini, che si trova fra il pene e la vescica e circonda l'uretra (il tubo che trasporta l'urina dalla vescica al pene). La funzione principale della prostata è di aiutare a produrre lo sperma (il liquido che trasporta gli spermatozoi). I sintomi legati a eventuali problematiche alla prostata dipendono dal problema di fondo. 
  • Curva glicemica: Curva da carico di glucosio

    Curva glicemica - Curva da carico di glucosio
    La curva glicemica o curva da carico di glucosio è utile perché in molti casi un disturbo del metabolismo glucidico non è rilevabile con la semplice determinazione della glicemia a digiuno, perché è troppo lieve oppure perché è ancora in fase iniziale della sua evoluzione. In questi casi risulta molto indicativo il comportamento del tasso di glucosio ematico sotto particolari stimoli in grado di impegnare in modo particolare il meccanismo della regolazione glicemica.
  • Glicemia insulina

    Glicemia insulina - Valori della glicemina ed insulina
    Glicemia cos'è? Insulina cos'è? Glicemia ed insulina sono termini strettamente legati tra loro, quasi tutti gli elementi contengono sostanze saccaridiche destinate ad essere trasformate in glucosio mediante il lavoro degli enzimi digestivi pancreatici ed enterici e, in piccola parte, anche salivari. Il fegato è un organo di fondamentale importanza per il metabolismo dei glucidi; trasforma infatti in glucosio tutti gli zuccheri e lo accumula con un processo di polimerizzazione sotto forma di glicogeno il quale può essere poi facilmente scisso in quantità e velocità variabili secondo le esigenze dell'organismo.
  • Sideremia: Valori sideramia

    Sideremia - Valori normali di riferimento sideremia
    Quali sono le cause della sideremia? La sideremia può essere alta o bassa? Il ferro è un minerale indispensabile alla funzione vitale di ogni cellula vivente; di questo ferro tissutale possiamo riconoscere diverso frazioni: ferro mioglobinico che entra nella costituzione della mioglobina, un pigmento simile alla emoglobina contenuto nelle cellule muscolari a cui riferisce il tipico colore rosso. ferro enzimatico è la frazione funzionale più importante perché il ferro è il componente attivo di importanti enzimi indispensabili per la respirazione e per la vita delle cellule. ferro di riserca rappresenta il 23% circa di tutto il ferro e si trova particolarmente nel fegato, nella milza e nel midollo osseo, dove resta disponibile per un eventuale fabbisogno dei tessuti e specialmente dell'emopoiesi. ferro emoglobinico permette alla emoglobina di legare l'ossigeno a livello dei capillari polmonari dove l'ossigeno ha una pressione elevata, per trasportarlo nel sangue e cederlo poi a vari tessuti. I globuli rossi sono le cellule più ricche di ferro Ne contengono infatti il 70% della quantità totale contenuta nell'organismo (4-5 gr). ferro plasmatico è la quantità molto modesta di ferro contenuta nel plasma (3 mg in tutto).