Corpo umano anatomia organi

Il corpo umano è una vera e propria macchina composta nel suo insieme da molti organi, gli organi interni, organi esterni, da ossa e muscoli che vengono regolati per svolgere nel migliore dei modi le loro funzioni da altrettanti sistemi ed apparati come l’apparato nervoso, l’apparato circolatorio, genitale ecc...

  • Curva glicemica: Curva da carico di glucosio

    Curva glicemica - Curva da carico di glucosio
    La curva glicemica o curva da carico di glucosio è utile perché in molti casi un disturbo del metabolismo glucidico non è rilevabile con la semplice determinazione della glicemia a digiuno, perché è troppo lieve oppure perché è ancora in fase iniziale della sua evoluzione. In questi casi risulta molto indicativo il comportamento del tasso di glucosio ematico sotto particolari stimoli in grado di impegnare in modo particolare il meccanismo della regolazione glicemica.
  • Clearance della creatinina Clearance urea

    Clearance - La Clearance della creatinina e clearance urea
    Clearance ureica a cosa serve? Clearance, in inglese significa depurazione, la clearance è quindi di fondamentale importanza per valutare l'efficacia della funzione escretrice, non solo del rene nel suo complesso ma anche delle singole parti del nefrene. Quando la clearance è fatta su sostanze normalmente presenti nell'organismo (clearance dell'urea e della creatina endogena) occorre semplicemente: far vuotare la vescica (meglio mediante cateterismo dopo un'ora fare un prelievo di sangue per determinare l'urea e la creatinina (con anticoagulante) dopo un'altra ora, far vuotare di nuovo la vescica raccgliendo questo campione che rappresenta quindi la produzione di urina nel tempo di 2 ore e da cui si può agevolmente ottenere il volume per minuto.
  • Succo duodenale

    Succo duodenale - Il succo duodenale
    Il succo duodenale è un liquido che come lascia intendere il suo nome si trova nel lume duodenale ed è un succo risultante dell'attività secretiva non solo della mucosa duodenale ma anche del pancreas esocrino e del fegato mixato ad una certa quantità di succo gastrico che ha superato il piloro. Senza particolari problematiche, normalmente il succo duodenale è un liquido di color giallo chiaro, lievemente opalescente. Il succo duodenale può esser raccolto mediante sondaggio ovvero in pratica con un sondino si arriva al duodeno e una volta da qui raccolto, se in particolari presenze di problematiche si potranno notare, variazioni alle normali caratteristiche del succo.
  • Pianta del piede

    Pianta del piede - La pianta del piede
    La pianta del piede detta anche regione plantare è formata da parti molli poste nella faccia inferiore del piede che costituisce il piano d'appoggio del corpo, la superficie della pianta del piede non è piana: infatti una depressione sul margine mediale costituisce la volta plantare, che può essere di forma e dimensione variabile a seconda del soggetto e nelle sue forme più estreme puo costituire patologie come il piede arcuato ed il piede piatto. La cute della pianta del piede in corrispondenza della volta plantare è liscia e sottile ma più spessa nei punti di appoggio come ad esempio il tallone e i punti in corrispondenza dei capi dei metatarsali. In questi punti è frequente la formazione di callosità, spesso dolorose.
  • Gruppi sanguigni (combinazioni gruppi sanguigni)

    Gruppi sanguigni - Quali sono i gruppi sanguigni
    I gruppi sanguigni e le possibili combinazioni sono studiati dal nel 1900 questo ricercatore, studiando l'agglutinazione che si verifica quando i globuli rossi di un soggetto erano posti in un altro individuo potè accertare l'esistenza nei globuli rossi umani di due diversi antigeni (chiamati agglutinogeni) ed indicati con le lettere A e B.
  • Apparato respiratorio umano

    Apparato respiratorio - Apparato respiratorio umano
    Apparato respiratorio formato dallo scheletro, dai muscoli respiratori, dai polmoni, dalle pleure e dai bronchi, lo scheletro toracico è formato dalla colonna vertebrale toracica, dalle costole, dalle cartilagini costali e dallo sterno. A livello della colonna vertebrale si articolano singolarmente le costole in numero di 12 paia che, per mezzo della loro forma arcuata e congiungendosi anteriormente con lo sterno, danno origine ad una gabbia (gabbia toracica). Questa particolare disposizione permette alle costole movimenti di tipo rotativo aumentando così la gabbia in avanti ed in alto. Lo sterno, quando le costole si muovono nella inspirazione, si sposta a sua volta in avanti ed in alto. I movimenti della gabbia toracica si distinguono in: attivi quando sono dovuti a contrazione dei muscoli respiratori; passivi quando sono dipendenti dalla elasticità toracica e polmonare.