Corretta alimentazione per l'ipertensione

Soffri di ipertensione? Con una corretta alimentazione che mira ad abbassare la pressione sarà possibile ridurre il problema.

Quale alimentazione è più corretta per l'ipertensione? Contro l'ipertensione la corretta alimentazione è rappresentata da una dieta standardizzata negli anni da medici professionisti esperti nel campo dell’ipertensione ed è considerata una soluzione efficace per il suo trattamento. Attenzione!! Una sana alimentazione può aiutare ad abbassare la pressione ma nella maggior parte dei casi non può sostituirsi ai farmaci, che però potranno essere ridotti.

Corretta alimentazione per l'ipertensione

Alimentazione ipertensione

Cosa cambia nella alimentazione?

La prima cosa da modificare nella dieta è il consumo di sodio che va fortemente limitato perché contribuisce ad aumentare il volume sanguigno e a sua volta la pressione.

Il principale elemento che contiene sodio è il sale da cucina e la miglior cosa sarebbe riuscire ad eliminarlo completamente, sostituendolo con delle spezie. Inoltre, il sodio è contenuto, in diverse quantità, anche in molti cibi. Per una persona che soffre di ipertensione è essenziale abbassare l’apporto giornaliero di sodio, il ché significa proprio cercare di evitare o limitare quegli alimenti che ne hanno un alto contenuto.
La quantità di sodio per una persona ipertesa dovrebbe rimanere al di sotto dei 2,3gr, meglio se si arriva a 1,5gr. È quasi scioccante sapere che nel mondo occidentale si consumano fino a 4,4gr di sodio al giorno.

Quali sono le linee guida per una corretta alimentazione contro l’ipertensione?

Gli alimenti che abbassano la pressione sanguigna sono a basso contenuto di grassi saturi, colesterolo e grassi totali; ottimi sono frutta e verdura, latte senza grassi o a basso contenuto di grassi, pesce, pollame e prodotti integrali.

Carne rossa (manzo, agnello, struzzo), dolci, zuccheri aggiunti e bevande zuccherate dovrebbero essere eliminate, mentre un ottimo approccio è quello di aumentare i cibi ricchi di potassio, magnesio, calcio e fibre.

Esempio di dieta con meno di 2,3gr di sodio:

Colazione

  • ¾ di tazza di fiocchi di cereali crusca (220mg di sodio)
  • 1 banana media (1mg)
  • 1 tazza di latte parzialmente scremato (107mg)
  • 1 fetta di pane integrale (149mg)
  • 1 cucchiaino di margarina (26mg)
  • 1 bicchiere di succo d'arancia (5mg)

Pranzo

  • insalata di pollo (179mg)
  • 2 fette di pane integrale (299mg)
  • 1 cucchiaio di senape (373mg)

insalata:

  • ½ tazza di fette di cetriolo fresco (1mg)
  • spicchi di pomodoro (5mg)
  • 1 cucchiaio di semi di girasole (0mg)
  • ½ tazza di macedonia (5mg)

Cena

  • 90gr di manzo (35mg)
  • 2 cucchiai di sugo di carne, senza grassi (165mg)
  • 1 tazza di fagioli verdi (12 mg) saltati con:
  • ½ cucchiaino di olio di canola (0mg)
  • 1 piccola patata al forno (14mg)
  • 1 cucchiaio di panna acida, senza grassi (21mg)
  • 1 cucchiaio di scalogno tritato (1mg)
  • 1 piccolo pezzo di pane integrale (148mg)
  • 1 cucchiaino di margarina (26mg)
  • 1 piccola mela (1mg)
  • 1 tazza di latte (107mg)

Esistono degli effetti collaterali?

I principali effetti indesiderati sono gonfiore e diarrea, dovuti all’aumento di fibre nella dieta. La soluzione è di aumentare gradualmente l'assunzione di questi alimenti (frutta, verdura e cibi integrali) e di bere molta acqua.

Suggerimenti per la cura di una corretta alimentazione contro l'ipertensione.

Salute alimentazione

Lascia il tuo commento: