Dieta corretta alimentazione

Dieta e corretta alimentazione, i fattori fondamentali per avere una vita salutare sono avere una corretta alimentazione e svolgere durante la giornata la giusta attività fisica.Organizzare una dieta basata su una corretta alimentazione è importantissimo sia per dimagrire che per mantenerlo nel tempo, senza contare i benefici a livello di salute perché spesso ci aiuta a prevenire molte malattie, da quelle cardiovascolari alla sindrome metabolica o alcuni tumori.

Dieta corretta alimentazione

Dieta corretta alimentazione

Dieta basata su una corretta alimentazione:

Per un buon piano dietetico, è necessario fissare il livello calorico fin dall’inizio, in modo da non essere mai in carenza di energie. Ovviamente, se lo scopo è perdere peso, sarà necessario diminuirlo rispetto allo standard a cui si era abituati e probabilmente concentrarsi anche sulla qualità dei cibi.

Le calorie giornaliere sono molto soggettive perché dipendono da fattori quali peso, altezza, età, sesso e livello di attività fisica. Le diete troppo ipocaloriche spesso non sono efficaci perché richiedono non pochi sacrifici in termini di fame, ma ottengono solo il risultato di rallentare il metabolismo che quando è meno attivo brucia meno grassi.

Anche se speriamo in risultati più celeri, una dieta corretta e ben bilanciata non dovrebbe far dimagrire più di 1kg alla settimana (salvo le prime due dove la perdita di acqua rende la perdita di peso più accentuata).

Una dieta basata su una corretta alimentazione deve diventare uno stile di vita per poter essere efficace. Tra le centinaia di tipi di dieta, bisogna fare attenzione a scegliere quella che più si addice al nostro corpo e al nostro modo di vivere per poter avere il maggior successo. Ad ogni modo, diete che promettono una forte perdita di peso in poco tempo, senza attività fisica e senza modificare le abitudini alimentari, sono spesso inaffidabili.

Dieta equilibrata

Un’alimentazione corretta e bilanciata consiste in una dieta che contenga tutti i nutrienti essenziali, quindi dobbiamo assicurarci sulla tavola un’ampia varietà di cibi salutari (soprattutto frutta e verdura) che insieme ad un adeguato esercizio fisico permetterà di perdere i chili di troppo e di sentirci più in forma.
La piramide alimentare rappresenta i diversi gruppi di alimenti e la frequenza con cui vanno consumati, e ci può aiutare ad organizzare la giusta dieta.

Un’alimentazione equilibrata prevede:

  • Un apporto glucidico (pasta, pane, cereali e riso) intorno al 55-60% della dieta giornaliera che serve per dare energia a tutto l’organismo, per svolgere tutte le funzioni del metabolismo e per bruciare i gassi in eccesso.
  • Un adeguato apporto di vitamine e minerali, forniti soprattutto da frutta e verdura. Qualora risultasse difficile mangiare questo tipo di alimenti, è possibile aiutarsi con gli integratori.
  • Un adeguato apporto proteico (carne, pesce, uova e legumi), che normalmente è intorno agli 0,8-1gr per kg di peso corporeo per un adulto sano che svolge un’attività fisica non intensa.
  • Non più del 30% in grassi, di cui meno del 10% in grassi saturi. Limitare l’apporto di grassi riduce il rischio di malattie cardiovascolari e può aiutare a perdere peso. È bene tenere sottocontrollo la quantità di colesterolo introdotto con la dieta, che si trova soprattutto nei prodotti di origine animale (carne e uova).
  • Un apporto di fibre (verdura, cereali e legumi) tra i 20 e i 30gr. Mantenere un corretto e costante apporto di fibre aiuta il buon funzionamento dell’intestino. Ottime fonti di fibre sono principalmente.
  • Almeno 1 litro di acqua o bevande al giorno, quota da aumentare d’estate o se si svolge un’intensa attività fisica.

Dieta Mediterranea

La Dieta Mediterranea è ormai nota come uno dei migliori tipi di dieta, se non il migliore, per avere una corretta alimentazione e molti studi oggi lo confermano.

Questa dieta rappresenta le abitudini alimentari che le popolazioni attorno al Mar Mediterraneo, principalmente Italia, Spagna e Grecia, hanno da migliaia di anni e prevede:

  • elevato consumo di frutta, verdura, legumi e cereali
  • uso di carboidrati non rifiniti (integrali). Le cui porzioni vanno adeguate all’attività fisica giornaliera
  • molto pesce
  • consumo di olio extravergine di oliva come principale condimento
  • consumo giornaliero di latte e derivati, yogurt e formaggi (stando sempre attenti ai grassi saturi)
  • uova
  • 1-2 bicchieri di vino al giorno, preferibilmente rosso e consumato ai pasti
  • consumo moderato di carne, principalmente bianca
  • almeno 1 litro di acqua al giorno

Ovviamente le porzioni dei vari pasti e gli abbinamenti dei nutrienti andranno scelti in base agli obiettivi della dieta.

Dieta Zona

La dieta Zona è stata ideata dal dr. Barry Sears, secondo cui il cibo, se usato nel modo corretto, può essere considerato addirittura un farmaco per mantenere il nostro organismo in uno stato di benessere. In questo senso, anche la Zona è uno stile di vita più che una dieta che si fa per il periodo a perdere i chili di troppo.

Riattivando il metabolismo con un’alimentazione che vede il carico calorico suddiviso in 40% carboidrati, 30% proteine e 30% grassi, la Zona mira ad alleviare malattie quali quelle cardiache, l’alta pressione o il diabete, oltre che a migliorare le performance atletiche.

La dieta Zona sostanzialmente promuove la buona nutrizione, che secondo Sears non si ottiene con diete povere di proteine e grassi. Secondo lui, la Zona è una dieta che favorisce uno stato metabolico in cui il corpo lavora sempre al picco massimo di efficienza, uno stato mantenuto mangiando una quantità fissa di carboidrati/proteine/grassi.

La corretta alimentazione implica una dieta personalizzata in base alle esigenze dell'individuo.

Dieta a dieta

Lascia il tuo commento: