Regole per dimagrire e linee guida per l'alimentazione

Semplici regole per dimagrire abbinate a facili linee guida per ottenere una sana e corretta alimentazione, favoriscono il buon funzionamento dell’organismo e insieme ad una quotidiana attività fisica permette di rimanere in forma e pieni di energie per affrontare gli impegni giornalieri.

Le regole e linee guida efficaci per una corretta alimentazione permettono di dimagrire bene, velocemente ed in modo sano e duraturo anche nelle zone più critiche del corpo come ad esempio la pancia e le gambe, fortunatamente esistono delle semplici ma importanti linee guida per l'alimentazione, raccolte dall’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) insieme con il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali che hanno lo scopo di fornire alle persone informazioni per mangiare meglio pur tenendo in considerazione il piacere della buona tavola; diventa quindi immediato proteggere la salute dell’individuo attraverso una nutrizione corretta e bilanciata e allo stesso tempo rispettare le tradizioni alimentari del nostro Paese.

Regole per dimagrire e linee guida per l'alimentazione

Regole per dimagrire

Linee guida per una sana alimentazione, utili anche a dimagrire:

  1. Controllare il peso e mantenersi sempre attivi. Il peso corporeo è l’espressione del bilancio energetico del nostro organismo, ovvero delle calorie entrate con l’alimentazione e quelle uscite, consumate sia durante i periodi di riposo (per mantenere in funzione gli organi) sia durante l’attività fisica. Se le calorie introdotte sono più di quelle utilizzate, l’eccesso si accumula come grasso determinando un aumento di peso.
  2. Mangiare più cereali, legumi, ortaggi e frutta. Questi alimenti sono importanti per il loro apporto di carboidrati (amido e fibre), vitamine e minerali, ma anche di proteine (soprattutto cereali e legumi). Una dieta ricca di cereali, legumi, ortaggi e frutta protegge dall’insorgenza di malattie comuni quali malattie cardiovascolari, malattie dell’apparato digerente e anche alcuni tumori, inoltre assicura un elevato apporto di quei nutrienti che consentono di ridurre le calorie di un pasto pur saziando a sufficienza.
  3. Limitare la quantità di grassi. Per una dieta equilibrata è necessario introdurre una certa quantità di grassi ma è fondamentale non eccedere e soprattutto sceglierne accuratamente la qualità. I grassi forniscono più del doppio dell’energia che forniscono i carboidrati e alcuni sono essenziali; l’eccesso però può essere un fattore di rischio per l’insorgenza di tumori, malattie cardiovascolari e obesità. Bisogna inoltre fare attenzione ai tipi di grassi perché dal punto di vista calorico sono tutti uguali ma qualitativamente variano molto (saturi, insaturi, trans, ect..) e hanno effetti diversi sullo stato di nutrizione e di salute.
  4. Limitare zuccheri e dolci. Gli zuccheri sono una fonte immediata di energia dell’organismo ma dovrebbero rimanere entro il 10-15% dell’apporto calorico giornaliero. In particolare, chi soffre di diabete o di intolleranza (la più diffusa è quella al lattosio) deve tenere questi nutrienti molto sotto controllo.
  5. Bere ogni giorno in abbondanza. L’acqua costituisce il 60% del peso corporeo ed è un costituente essenziale per lo svolgimento di tutte le reazioni biochimiche e i processi metabolici e fisiologici che avvengono nel nostro organismo. Tutto dipende dall’acqua quindi si capisce perché sia vitale mantenere un giusto bilancio idrico per conservare nel tempo un buono stato di salute.
  6. Preferire un basso consumo di sale. Non tutti sanno che non è necessario aggiungere sale ai cibi che mangiamo perché nella maggior parte degli alimenti ha già un quantitativo sufficiente per sopperire alle esigenze giornaliere.
  7. Controllare la quantità di bevande alcoliche. L’alcol non è un nutriente essenziale per il nostro organismo, tuttavia viene abbastanza tollerato (entro certi limiti); il problema è che porta una notevole quantità di calorie che si sommano a quelle dei pasti e contribuiscono a farci ingrassare.
  8. Variare spesso la scelta dei cibi in tavola. Dato che non esiste l’alimento perfetto che contenga tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno, è opportuno variare il più possibile i cibi che decidiamo in inserire nella dieta, così da essere sicuri di comprendere la più ampia gamma di nutrienti possibile.
  9. Prestare attenzione se si è in una categoria di persone a rischio di carenze nutrizionali, non necessariamente per malattia o cattive abitudini alimentari ma perché ci si trova in particolari situazioni: donne in gravidanza, in allattamento o in menopausa, bambini e anziani.
  10. Constatare la sicurezza dei cibi. Il consumatore deve essere consapevole di ciò che utilizza e in questo senso ne è responsabile: è molto importante imparare a leggere le etichette dei prodotti per conoscerli e sapere come cucinarli e conservarli nel modo più sicuro per non incorrere in rischi per la salute.

Grazie alle regole suggerite da queste linee guida dunque è possibile imparare in modo facile e veloce a gestire gli alimenti nel modo più adeguato per avere una corretta alimentazione e maggiori possibilità di dimagrire più velocemente.

Semplici linee guida utili per avere una alimentazione corretta e dimagrire in modo sano.

Perdere peso dimagrire velocemente

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo regole per dimagrire e linee guida per l'alimentazione

Linea guida per l'alimentazione

Regole per dimagrire. Spero che questo consiglio mi aiuti

Lascia il tuo commento: