Cosa fare contro il vomito

Volete sapere cosa fare contro il vomito? Se anche voi siete affetti da questo disagio, capire cosa fare contro il vomito deve essere una vostra priorità, per tornare finalmente a vivere una vita normale.

Ecco cosa fare contro il vomito, prestate molte attenzione, mi raccomando.

Se pensate che il vomito sia una malattia, non siete molto distanti dalla realtà, tecnicamente però, il vomito non è un malanno vero e proprio, ma è un fattore collegato a diversi disturbi fisici e mentali, se volete quindi conoscere la risposta alla vostra domanda, e cioè cosa fare contro il vomito, continuate a leggere attentamente.

Il vomito è causato da una disfunzione nel vostro organismo per la quale dovete cercare subito un rimedio efficace, perché questo disagio porta ad un eccessiva perdita di acqua ed elettroliti, causando la disidratazione del vostro corpo.

Cosa fare contro il vomito

Cosa fare contro il vomito

Quando si vomita, tutti gli elementi presenti nel vostro stomaco che non sono stati digeriti vengono espulsi tramite la bocca.

Questo processo, se arrivato allo stato cronico, porterà il vostro corpo verso un baratro nero, rendendole debole e privo di energie.

Cosa bisogna fare contro il vomito?

Ecco la soluzione per voi.Come abbiamo già puntualizzato, ci sono diverse cause che scatenano il vomito. Una delle principali è collegata all'utilizzo di certi medicinali, che hanno come effetto collaterale questo disturbo.

Sempre a proposito di farmaci, quelli più strettamente collegati al fenomeno del vomito e della nausea sono quelli prescritti ai malati terminali come quelle persone che soffrono di cancro.

L'alcool è un altro dei fattori che molte volte scatenano il vomito in una persona: solitamente però il senso di nausea arriva non immediatamente dopo aver assunto alcool. Se assumete alcolici, infatti, il vomito avrà inizio la mattina appena svegli, dando via al tanto agognato fenomeno chiamato "post-sbronza".

Allo stesso modo, il vomito è anche un sintomo comune in molte donne durante il periodo di gravidanza: solitamente è un sintomo caratteristico dei primi mesi di questo periodo, anche se in certi casi molte donne incinte ne soffrono per un periodo più lungo, che può riguardare tutti i nove mesi.

Nella situazione in cui vi trovate, non c'è molto che potete fare contro il vomito, se non chiedere consiglio al vostro medico.

L'ingestione causata da una cattiva alimentazione è un'altra delle cause principali da cui deriva il senso di nausea ed il vomito.

Questo disagio non implica tuttavia mal di stomaco; sono molti i casi, infatti, di vomito causato da fattori psicologici, che ad esempio la paura, l'ansia o la tensione: vi è mai successo di sentirvi male prima di un evento importante o a seguito di una situazione pericolosa?

La vostra mente può diventare seriamente un nemico molto pericoloso.

Ovviamente vi starete ancora chiedendo cosa fare contro il vomito?

Ecco che vi sveliamo i metodi per riuscire finalmente a liberarvi da questo tremendo fastidio. Se siete affetti da vomito allo stato cronico, incrementare l'assunzione di liquidi e ridurre i cibi solidi è la strategia migliore da seguire. Prendere liquidi chiari come zuppe e minestre varie, succo di limone, ecc...

Cosa intendiamo con il termine liquido "chiaro"? Semplicissimo: versate il liquido in un bicchiere, se riuscite a vedere attraverso esso significa che questo fa al caso vostro! Anche il latte e i prodotti latterio-caseari sarebbero da evitare categoricamente, in quanto possono irritare le membrane che rivestono le pareti dello stomaco e provocare dolori, nausea e vomito. Preferite il latte di soia!

Cercate di consumare solo alimenti facilmente digeribili, in maniera da non correre il rischio di soffrire ancora di vomito. Provate con cibi morbidi e leggeri come la gelatina, la farina d'avena e lo yogurt.

Oltre ad essere buoni e dall'alto contenuto nutrizionale, sono indicati per il vostro delicato caso, consumatene in gran quantità!

L'esercizio fisico può essere un'altra valida soluzione per far fronte al vostro problema: non dovete sforzarvi troppo, fate una camminata o una corsetta leggera, vi aiuterà ad attivare il vostro organismo e a ridurre il senso di nausea e disagio che la vostra condizione fisica vi impone.

Ecco cosa fare contro il vomito e la nausea, seguendo queste indicazioni riuscirete a tornare a vivere la vostra vita senza che questo problema vi influenzi sotto l'aspetto mentale e fisico, danneggiando la vostra personalità e la fiducia in voi stessi.

Ecco cosa si può fare contro il vomito

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo cosa fare contro il vomito

Soffro di vomito di natura psicologica

salve ho 36 anni e peso 120Kg anche io soffro di vomito di natura psicologica ormai da circa 7 anni, sono in cura da circa 1 anno seguita sia da uno psichiatria che psicologo, e in più stò come day-ospital anche al centro di rieducazione alimentare. A volte però nonostante tutto, pur troppo ho ancora degli attacchi FORTISSIMI. a noi che soffriamo di questo disturbo (il mio in special modo è BULIMIA NERVOSA COMPULSIVA/ COMPENSATIVA) tutte queste parole per dire che mangio fino a non poterne più, e poi VOMITO per i sensi di colpa ma dopo mi sento appagata. Nel mio eterno pellegrinare sui i vari siti, blog, e forum, che parlano di questo argomento mi sono imbattuta in questo e ho Esclamato EURECA!!!!! Pensando di aver risolto il problema dei CONATI fortissimi che mi vengo OGNI volta dopo le mie MEGA ABBUFFATE...... per cercare una soluzione non alle abbuffate (che quelle sono di natura psicologica) ma appunto come dicevo prima alla conseguenza...... ovvero conati e quat'altro.
ora arrivo al dovunque ( e mi scuso per la mia prolissità ma ci tenevo ad essere chiara) dicevo ho saltato la parte dove consigliavate le cose da mangiare( altrimenti avrei ottenuto l'effetto opposto per via della mia MEGA ABBUFFATA) e sono passata direttamente alla fase dell'esercizio fisico. Ed è li che mi sono trovata in imbarazzo a livello fisico....... voi consigliavate una corsetta leggera e l'ho provata con il tapinrulan (scusate non so se si scrive così) ma x via della mia mole come ho detto prima (120kg sono una bella massa da portare in giro specie se si cerca di correre) ho dovuto smettere perché quel su e giù (anche in maniera leggera) della pancia mi creava qualche problema come una sorte di mal di mare , ma per quanto riguarda la camminata li andava un po meglio, mi rallentava i conati e faceva si che emettessi meno aria dalla bocca, sotto forma di suoni gotturali(insomma meno ruttini) che per me ma non solo (per lo meno per chi come me non pratica il vomito auto indotto con le dite) , sono campanelli d'allarme e forvierei se profondi di una corsetta in bagno, però ho dovuto smettere anche con la camminata perché stavo bene solo apparentemente mi spiego io facevo una camminatina (sempre su tappeto mobile) di circa un oretta (con grande fatica) ma appena mi fermavo sfinita e mi sedevo pere i primi 20 massimo 30 minuti(NON SONO MAI ANDATA OLTRE QUSTO TEMPO) tutto bene col fiatone ma bene, solo che poi PASSATO QUESTO LASSO DI TEMPO i conati mi ritornavano più violenti di prima!!!!!!! AIUTOOOOO SONO DISPERATA VORREI SOLO NON AVERE CONATI DI VOMITO.....

grazie per la vostra pazienza e spero VIVAMENTE CHE MI POSSIATE DARE UNA MANO PERCHE' SONO VERAMENTE STANCA E SFINITA DI QUESTA STORIA CREDETEMI.

Lascia il tuo commento: