Cosa non mangiare con il colesterolo alto

Cosa non mangiare con il colesterolo alto? Più che seguire strettamente una dieta, è importante capire come la nostra alimentazione influenzi i livelli di colesterolo nel sangue, e quali siano i modi per riconoscere quali alimenti siano adeguati per il nostro organismo. Infatti senza una adeguata preparazione, non si potrà mai riconoscere quale sia una dieta adeguate.

Avere un basso livello di colesterolo è molto importante e per ora tutti siamo d'accordo su questo.

L'età non è un fattore rilevante quando si parla di colesterolo, poiché tutti possono avere problemi con questo.

Cosa non mangiare con il colesterolo alto

Cosa non mangiare colesterolo

E' un fatto che se il nostro colesterolo è cattivo, aumentano le possibilità di avere un attacco di cuore o di fare un colpo.

Per capire cosa significa e come ci si arriva è necessario comprendere alcuni concetti chiave, e la corretta terminologia.

Cominceremo con questo.

Il colesterolo è fondamentalmente una sostanza simile al grasso, che si trova ovunque nel corpo umano. Il prossimo passo è capire come questo ci entra.

Questo è facile: il colesterolo viene prodotto naturalmente dal nostro fisico, oppure lo possiamo assumere con l'alimentazione. Bisogna capire che un livello troppo alto di colesterolo non è per niente salutare per l'organismo.

Quando il colesterolo è troppo alto, le arterie si possono ostruire, il cuore si può fermare, e la nostra vita è in pericolo.

Buona parte di noi ha un elevato livello di colesterolo perché i cibi grassi e la pancetta piacciono a tutti.

Ci sono due tipi di colesterolo nel nostro organismo, e ciò – all'inizio – può confondere.

Le lipoproteine ad alta densità sono uno dei due, normalmente chiamato HDL (il colesterolo buono) che deve effettivamente essere elevato perché protegge il cuore dal colesterolo cattivo.

L'altro tipo di colesterolo sono le lipoproteine a bassa densità (o LDL) chiamato anche colesterolo cattivo, perché può ostruire le arterie, uccidendoci.

Tutti abbiamo entrambi i tipi di colesterolo nel sangue, e tutti abbiamo bisogno di entrambi.

L'equilibrio fra i due è quello che ci da uno stato generale di buona salute.

Diminuire il colesterolo alto sapendo cosa non mangiare

Per le persone che preferiscono non affidarsi ai medicinali per abbassare il loro colesterolo, esiste un modo più naturale.

L'alternativa ai farmaci, sono dei riduttori naturali dei livelli di colesterolo che possono essere trovati anche in molti alimenti.

La maggior parte di noi preferiscono usare rimedi naturali ed erboristici, e la ricerca scientifica mostra la loro efficacia nel ridurre i sintomi e nel ridurre le possibilità di un attacco cardiaco.

I riduttori naturali di colesterolo sono sostanze che aiutano a ridurre il colesterolo senza che possano danneggiare l'organismo. Questo significa che non sono stati creati con l'uso di sostanze chimiche o di pesticidi.

Se siete curiosi di sapere quali siano gli ingredienti naturali, eccovi una risposta.

L'aglio è considerato un riduttore naturale del colesterolo, perché agisce come un inibitore della produzione.

L'olio di pesce, con i loro acidi grassi omega-3, sono altresì noti per riuscire a ridurre il rischio di problemi cardiovascolari almeno del 40%.

Ci sono altri fattori che si possono considerare.

Per esempio: lo sapevate che la sorella del problema del colesterolo (beta-sitosterolo) può effettivamente scindere le molecole di colesterolo senza alcun cambiamento nel regime alimentare?

Non solo, la benefica curcumina (contenuta nella curcuma, spezia fondamentale contenuta nel curry) abbassa naturalmente i livelli di colesterolo.

Anche la gomma golgul estratta dalle resine dell'albero di mirra riduce i livelli di colesterolo troppo alti, oltre ad aiutare nella perdita di peso.

Queste sono solo alcune spezie naturali, che potete aggiungere nella vostra alimentazione.

Quando il colesterolo è alto è importante non mangiare i seguenti alimenti:

Probabilmente conoscerete molte cose sul rischio delle malattie cardiache, specialmente grazie alla grande quantità di informazioni che al giorno d'oggi sono disponibili sull'argomento.

In ogni caso, dovreste sapere che ci sono molti diversi fattori di rischio legati al colesterolo alto, ai quali non sembriamo mai prestare abbastanza attenzione.

Magari vi chiedete quali siano. Forse vi chiederete cosa hanno a che fare con voi.

La prima cosa da sapere è capire come identificare quali essi siano.

Ovviamente, per buona parte di questi, basta usare il buon senso.

Alcuni cibi che possono contribuire all'innalzare i vostri livelli di colesterolo sono quelli dei fast-food, le patatine, le bibite zuccherate, gli snack dolci, lo zucchero raffinato, il burro, il formaggio fritto, ciambelle e krapfen, e lo zucchero filato.

Sono cibi gradevoli al palato e che siamo abituati a mangiare fin da quando siamo bambini: sono familiari a noi ed alle nostre mamme.

In ogni caso dovreste essere avvertiti che sono cibi che possono uccidervi, e che dovreste essere incoraggiati ad evitarli per il bene della vostra salute.

Alcuni fattori che aumentano il colesterolo sono – in sostanza – parte del nostro normale modo di vivere.

Problemi di sovrappeso, il fumo, e l'abuso di alcolici, tanto gradevoli quanto orribili, sono tutti parte della vita quotidiana.

Alcune cause di colesterolo alto non possono essere prevenute.

Per esempio, il colesterolo alto può essere anche di origine ereditaria ed in ogni caso è bene notare che è un fattore con il quale tal volta purtroppo bisogna convivere.

Cosa non mangiare con il colesterolo alto?

Colesterolo - Ridurre il colesterolo

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo cosa non mangiare con il colesterolo alto

Adesso ho capito cosa non mangiare con il colesterolo alto

Grazie per tutti questi consigli da oggi inizio sul serio a prendermi cura di me.

Cosa non mangiare con il colesterolo alto

sono dei consigli utili per la nosra salute li seguiro senzaltro grazie di tutto

Colesterolo alto

ho trovato positiva l'esposizione sul colesterolo alto e facilmente fruibile dal lettore. Incompleta la parte sull'alimentazione. I consigli sono troppo frammentari e praticamente inutili: non danno un concreto orientamento per adeguarsi ad una corretta e proficua dieta correttiva.

Mi avete aperto un mondo grazie adesso ci vedo chiaro.molto chiare le vostre risposte.

Lascia il tuo commento: