Crampi allo stomaco

I crampi allo stomaco solitamente durano poco ma sono intensi e sono dolori provocati dalle contrazioni involontarie dei muscoli e possono essere generalizzati o localizzati, cioè possono interessare l’intero addome oppure solo una zona in particolare (ecco perché viene detta localizzata). I crampi allo stomaco possono verificarsi a livello dello stomaco, del fegato, dell’intestino, del pancreas, della colecisti o dell’appendice ed in alcuni casi può iniziare in altre zone come il petto o la regione pelvica e poi passare all’addome. Anche la gastroenterite o il meteorismo possono causare crampi lievi, mal di pancia, mentre dolori forti possono essere causati da problemi di salute gravi, come l’appendicite o il cancro del colon.

crampi allo stomaco consigli

Crampi allo stomaco


Cause dei crampi allo stomaco

I crampi allo stomaco possono essere causati da molteplici patologie, pertanto non è facile ad una prima visita medica riscontrare l’esatta causa. Le principali cause possono essere suddivise in:

  • Cause gastrointestinali dei crampi allo stomaco derivanti da problemi più o meno gravi nel tratto digestivo (ad esempio: occlusione intestinale, celiachia, cancro del colon, costipazione, accumulo di gas nell’intestino, intolleranze e allergie alimentari, gastriti e gastroenteriti virali, malattie infiammatorie intestinali come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa, diverticolite, sindrome dell’intestino irritabile, epatite, insufficienza epatica, calcoli biliari, colecistite, pancreatite, appendicite, etc.)
  • Cause ginecologiche dei crampi allo stomaco tra cui ad esempio: dolori mestruali, cisti ovarica, ernia inguinale, aborto spontaneo, endometriosi, gravidanza normale o extrauterina, etc.
  • Altre cause di crampi allo stomaco che possono essere: trauma addominale, chetoacidosi diabetica, tumore addominale, calcoli renali, insufficienza renale, ulcere duodenali, effetti collaterali di alcuni farmaci, peritonite, forti situazioni di stress, ingestione di sostanze chimiche etc.

Le possibili complicanze associate ai crampi allo stomaco possono essere anche aggressive e variano a seconda di ciò che le causa. I crampi allo stomaco possono anche essere causati da gravi malattie, la cui mancanza di cure può portare a danni permanenti. È fondamentale consultare il medico di fiducia quando si hanno dei crampi addominali persistenti o altri sintomi insoliti. Una volta che è stata diagnosticata la causa di base, seguendo il trattamento medico si possono arginare gli aggravamenti di un’eventuale situazione clinica di base.


Sintomi dei crampi allo stomaco

I sintomi dei crampi allo stomaco possono essere lievi o gravi a seconda delle cause. Il dolore addominale è il sintomo più evidente, ma ve ne sono anche altri, come l’eruttazione continua, i brontolii di stomaco e i rumori dei movimenti gassosi a livello dell’addome. Si può inoltre soffrire di nausea, vomito, perdita di appetito e problemi urinari.

Sintomi digestivi che possono verificarsi con i crampi allo stomaco:

Altri sintomi che possono accompagnare i crampi allo stomaco:

  • Perdite ematiche vaginali, spotting
  • Febbre e brividi
  • Sintomi simil-influenzali (ad es.: febbre, mal di gola, mal di testa, tosse, dolori vari etc.)
  • Mestruazioni abbondanti
  • Insolite perdite vaginali

Sintomi gravi che potrebbero indicare condizioni cliniche di pericolo:

  • Feci sanguinolente o nere
  • Forte sanguinamento rettale
  • Difficoltà di respirazione o grave insufficienza respiratoria
  • Vertigini
  • Svenimento
  • Febbre alta
  • Frequenza cardiaca elevata o respirazione affannata
  • Forti dolori addominali e gonfiore
  • Vomito di sangue o di materiale nero (simile a fondi di caffè)
  • Ingiallimento della cute (ittero)

Nel caso riscontriate alcuni dei sintomi elencati, richiedete immediato soccorso medico senza perdere alcun tempo in modo da evitare il pericolo di un fatale peggioramento.


Crampi allo stomaco dopo mangiato

Quando si verificano i crampi allo stomaco dopo mangiato potrebbe essere che si abbia mangiato troppo, potrebbe esserci la presenza di un’ulcera oppure potrebbe essere un sintomo di intossicazione o intolleranza alimentare, pertanto è meglio non sottovalutare troppo il disturbo ed approfondire l’origine assieme al proprio medico soprattutto se il dolore persiste.

Altri casi di crampi allo stomaco dopo mangiato potrebbero essere sintomi della sindrome del colon irritabile oppure una formazione eccessiva di gas nello stomaco. In tutti i casi si consiglia di curare al meglio la propria alimentazione e rivolgersi al medico per una diagnosi più mirata.


Come curare i crampi allo stomaco

Quando si soffre di crampi allo stomaco, il medico può suggerire vari test come alcuni esami del sangue, i raggi, ecc, per poter scoprire la causa esatta dei dolori avvertiti. Il tipo di trattamento è deciso quindi sulla base della diagnosi e sono stabiliti dal medico che segue il paziente.  Solitamente: 

  • in caso di crampi leggeri, come quelli mestruali ad esempio, sono consigliati in genere l’ibuprofene o il paracetamolo. 
  • La gastrite, invece, può essere curata con dei farmaci antiacidi. 
  • Se i crampi allo stomaco sono associati allo stress si potrebbero apprendere delle tecniche di gestione dell’ansia. 
  • I crampi allo stomaco causati da attacchi di infiammazione della cistifellea o di appendicite sono trattati con i rispettivi farmaci di riferimento.


Esami per i crampi allo stomaco

La diagnosi relativa ai crampi allo stomaco non è semplice e generalmente il medico si basa su una prima diagnosi de quadro generale del paziente, vale a dire: sintomi e storia anamnestica. Poi il medico dovrà scegliere gli esami che riterrà più opportuni da far effettuare e tra questi sono:

  • analisi del sangue
  • analisi delle urine
  • elettrocardiogramma
  • ecografia dell’addome
  • radiografia all’addome
  • tac dell’addome


Rimedi naturali per i crampi allo stomaco

In caso di dolori lievi, sarebbe meglio evitare i cibi solidi: meglio bere acqua e succhi di frutta. Se il dolore invece è forte ed è causato da indigestione o bruciori di stomaco, possono essere presi dei rimedi per l’acidità di stomaco. Si consiglia di evitare i cibi ad alto contenuto di grassi, i fritti e gli agrumi e si dovrebbero evitare anche bevande come il tè, il caffè e gli alcolici. 

Alcuni rimedi naturali per alleviare i dolori dei crampi allo stomaco sono di:

  • bere della camomilla calda 
  • oppure prepararsi una tisana con la malva o un infuso di ortica
  • se non è il caso di un’appendicite infiammata, usare una borsa di acqua calda da mettere sullo stomaco.

Per prevenire i crampi allo stomaco, è utile inoltre seguire una dieta equilibrata e assumere una quantità sufficiente di acqua ogni giorno, smettere di fumare e ridurre il proprio peso corporeo se si è sovrappeso o obesi ed inoltre prima di optare per qualsiasi tipologia di trattamento, si consiglia di consultare il medico.

Sintomi cause cure e possibili rimedi per i crampi allo stomaco

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo crampi allo stomaco

Crampi allo stomaco

ottimo articolo sui crampi allo stomaco, molto chiaro.

Lascia il tuo commento: