Crema anti rughe

Vuoi una crema antirughe migliore e più efficace di quella che usi? La crema antirughe è una ottima soluzione contro le rughe della zona viso e contorno occhi ma come scegliere la migliore crema non è certo cosa facile, visto che il mercato propone numerosi cosmetici antirughe ad azione mirata appositamente per questo scopo e di solito hanno presenti nelle loro formulazioni molti principi attivi.

Crema anti rughe

Crema rughe

I principi attivi presenti in una buona crema antirughe sono innumerevoli di seguito vengono riportati i principali e funzionali che la nuova scienza della bellezza ci offre:

α-ELASTINOLO

È un principio attivo innovativo che nasce della combinazione sinergica dell’olio di Lupino e della frazione attiva dell’olio di germe di Grano, ottenuto tramite distillazione molecolare. Il processo di distillazione molecolare è un metodo che mantiene inalterate tutte le proprietà insite nella pianta.

L’olio di Lupino ha un contenuto particolarmente elevato di derivati fenolici, beta-carotene e tocoferoli.

Il processo di distillazione molecolare ed il metodo completamente fisico, permettono di isolare i costituenti essenziali dell’olio di germe di Grano: la frazione insaponificabile ed i tocoferoli.

L’α-elastinolo è risultato molto efficiente nel combattere le principali cause di invecchiamento cutaneo: inibisce l’elastase, l’enzima che degrada l’elastina, protegge il DNA cellulare, combatte i danni cutanei dovuti all’azione dei radicali liberi. Dimostra quindi di possedere eccellenti proprietà antirughe.

ACQUA D’UVA (Vitis vinifera)

Ottenuta dal frutto stesso attraverso il processo di “flash” distillazione, l’acqua d’uva contiene oli essenziali, vitamine idrosolubili, sali minerali ed oligoelementi.

La Vite è una delle piante più note e sfruttate dall’uomo. L’uva è dissetante e rinfrescante, ha un elevato valore dietetico, viene impiegata nelle diete depurative e ricostituenti.

I pigmenti rossi presenti negli acini, gli antociani, sono degli efficaci antiossidanti, che contrastano la formazione di radicali liberi e neutralizzano quelli già formati, oltre che ottimi vasoprotettori.

Tra i principi attivi più interessanti dal punto di vista biologico contenuti nell’uva, troviamo i flavonoidi e il resveratrolo, un potente antiossidante e “radical scavenger”. Gli acini sono ricchi di vitamine (A, C, B1, B2, PP) e di minerali (potassio, ferro, rame, manganese).

GINKGO BILOBA (Ginkgo biloba)

Il Ginkgo, originario della Cina e del Giappone, è un albero leggendario, la cui comparsa sulla terra risale a più di 250 milioni di anni fa. La foglia contiene dei principi attivi particolari (flavonoidi, flavoni, leucoantociani) che gli conferiscono un potere antiossidante efficace nel neutralizzare l’azione lesiva dei radicali liberi.

È particolarmente conosciuto per la sua attività positiva sulla circolazione venosa ed arteriosa. I flavonoidi, infatti, riducono la permeabilità dell’endotelio vasale e combattono la fragilità capillare. Alcuni bioflavonoidi agiscono sulle membrane cellulari stabilizzandole. Il ginkolide agisce bloccando la perossidazione lipidica dei fosfolipidi costituenti le membrane biologiche e la formazione di radicali liberi; inibisce inoltre il fattore di attivazione delle piastrine.

L'uso del Ginkgo in cosmetica trova un utile impiego nel trattamento delle pelli secche e devitalizzate per regolarizzarne la secrezione sebacea, carente nel suo contenuto di acidi grassi insaturi. Esplica inoltre un’attività rivitalizzante ed anti-radicali liberi efficace nel trattamento cosmetico delle pelli invecchiate.

GIGLIO BIANCO (Lilium candidum)

Originario dell’Asia Minore,è da tempo remoto coltivato come pianta ornamentale nel centro e nel sud d’Italia. Ha proprietà emollienti, lenitive e antinfiammatorie. I principi attivi sono le mucillagini, i tannini, gli steroli e i glucosidi come la scillina.

Gli estratti integrali di bulbi di Giglio hanno proprietà bioattivanti cutanee sperimentalmente dimostrate, che spiegano gli impieghi nella cosmesi popolare dei bulbi freschi contusi e soppesti (o cotti in poca acqua sino a ottenere una pasta semifluida) per migliorare l’aspetto e la consistenza di pelli senescenti.

ACIDO JALURONICO VEGETALE

Si tratta di un’alternativa vegetale all’acido jaluronico ed al collagene. Deriva infatti dai semi della Ceratonia Siliqua. L’utilizzo di questo principio attivo a livello cosmetico aiuta a mantenere le più importanti caratteristiche della pelle giovane e sana, quali la flessibilità, l’elasticità ed il turgore.

Dal momento che ha la capacità di legare grandi quantità di acqua, il suo inserimento nei prodotti cosmetici conduce ad un visibile miglioramento della condizione della pelle.

In conclusione, l’acido jaluronico ottenuto dalla Ceratonia Siliqua ha le stesse proprietà del collagene e dell’acido jaluronico animale, con in più il vantaggio di essere “BSE free” grazie alla sua origine vegetale. Previene la perdita d’acqua, esplica visibili effetti idratanti, ha un’attività antirughe riconosciuta ed ha un’eccellente dermoaffinità.

RISO (Oryza sativa)

Pianta annua a radice fascicolata, ha foglie lunghe e strette a nervature parallele, fiore solitario in spighetta ovale, con spighette riunite in pannocchia serrata. Il Riso viene prodotto principalmente in Oriente e negli Stati Uniti.

Ha proprietà cosmetiche rinfrescanti, nutrienti, emollienti, antisettiche, astringenti. Le principali sostanze contenute sono:

  • proteine
  • amidi
  • amilopectine
  • acidi grassi essenziali
  • minerali
  • vitamine
  • gamma-orizanolo
  • inositolo

L’olio di crusca di Riso è ottenuto per spremitura della crusca di Riso fresca, seguita da processi di estrazione, decorazione, sbiancamento, deodorizzazione e raffreddamento. L’olio è caratteristico per l’elevato contenuto in tocoferoli e tocotrienoli oltre che per un’alta stabilità all’ossidazione. Possiede sapore dolce ed è di colore giallo chiaro.

Le industrie cosmetiche e farmaceutiche usano l’olio di Riso per l’eccellente dermocompatibilità e per la stabilità che conferisce a creme, emulsioni, pomate e unguenti.

TAMANU’ DELLA POLINESIA (Calophyllum inophylum)

Si tratta di un albero alto 10-15 metri, diffuso nelle foreste tropicali in Africa, in Asia e soprattutto in Polinesia. Il suo frutto è una drupa arancione contenente semi oleaginosi dai quali viene estratto, per pressione a freddo, un olio non adatto al consumo alimentare ma interessante per le sue proprietà funzionali a livello topico.

Esso contiene acidi grassi insaturi, glicolipidi, fosfolipidi ed una frazione insaponificabile (alcoli grassi, steroli, composti terpenici). In campo cosmetico è apprezzato per la sua capacità di stimolare la sintesi di collagene nel derma e di compensare, quindi, la diminuzione fisiologica della quota di collagene nativo correlata all’età. Di conseguenza l’olio di Tamanù viene considerato un’efficace sostanza funzionale anti-invecchiamento.

ENOTERA (Oenothera biennis)

È una pianta alta, spinosa ed elegante dai fiori giallo vivo, che fiorisce di sera: da ciò il nome inglese di “primula della sera” (evening primrose) sebbene non sia affatto una primula.

Dopo l’olio di Borragine, l’olio di Enotera è la più ricca fonte naturale di acido gamma-linoleico. La componente lipidica è costituita per il 90% da acidi grassi insaturi di cui circa il 70% di acido linoleico e il 9% di acido gamma-linoleico. In campo dermatologico viene prescritto nella cura di molte patologie acute della pelle, quali eczemi, herpes, ecc., ed è un considerato un rimedio naturale molto efficace in campo cosmetico.

Opportunamente veicolato in un cosmetico (creme per il viso ed il corpo, oleoliti, ecc), si incorpora nei lipidi strutturali dello strato corneo migliorando l’emollienza, l’elasticità e l’effetto barriera della superficie epidermica.

BURRO D’ILLIPE’ (Shorea stenoptera)

È ottenuto dalle noci di Shorea Stenoptera, pianta tropicale del Brasile. Ha una composizione simile a quella del burro di cacao, ma ha un punto di fusione più elevato. Il burro di Illipé, grazie alla sua composizione in acidi grassi (acido palmitico, stearico, oleico, linoleico, arachidonico) previene la secchezza cutanea ed è emolliente, protettivo e nutriente per la superficie cutanea, alla quale restituisce elasticità e flessibilità.

MIX DI VITAMINE

Complesso costituito da un insieme di vitamine ad elevato potere rivitalizzante, rigenerante e nutriente a livello cutaneo.

Quali vitamine solitamente contiene una crena antirughe efficace?

  • Vitamina A o retinolo, definita anche epitelio-protettiva per la sua importante azione sull’accrescimento, sullo sviluppo e sul trofismo di cute e mucose;
  • Vitamina B1 o tiamina, utilizzata nel trattamento di vari disagi cutanei;
  • Vitamina B3 o niacina, definita anche Pellagra Preventing (PP) perché la sua carenza scatena delle caratteristiche lesioni cutanee;
  • Vitamina B5 o acido pantotenico, importantissima a livello cutaneo perché agisce da idratante, stimola la riparazione dei tessuti, promuove una normale cheratinizzazione ed ha proprietà lenitive;
  • Vitamina E o tocoferolo, caratterizzata da una marcata azione antiossidante nei confronti dei radicali liberi;
  • Vitamina H o biotina, alla quale si attribuisce un’importante funzione nel metabolismo intermedio dei glucidi, lipidi e protidi;
  • Vitamina F, costituita da acidi grassi essenziali, che ripristina nella cute la sua naturale funzione barriera con l’esterno, riducendo la perdita d’acqua transepidermica.

Scegliere facilmente la migliore crema antirughe (e che sia efficace)

Prodotti bellezza estetica donna

Lascia il tuo commento: