Criptorchidismo: sintomi cause cura

Criptorchidismo Cos’è: Il criptorchidismo è un problema comune incontrato in età pediatrica, che coinvolge i genitali maschili. 

Cosa significa criptorchidismo? Letteralmente il termine criptorchidismo indica, per appunto, dei testicoli nascosti e si riferisce generalmente al fatto che non vi è la discesa di uno o di entrambi i testicoli nel sacco scrotale, prima della nascita. Di conseguenza il sacco scrotale sarà vuoto.

Criptorchidismo

Criptorchidismo

Criptorchidismo in sintesi

Nello specifico, ciò che accade durante lo sviluppo di un feto di sesso maschile, è lo sviluppo di testicoli nell’addome durante il primo periodo di gravidanza. Segue poi la discesa di questi nello scroto, durante i mesi successivi alla gravidanza. In questo intervallo di tempo, i testicoli iniziano la produzione del testosterone. è proprio in questo periodo di tempo che insorgono gli eventuali problemi.

Sintomi

La condizione anomala non è facilmente rilevabile neanche dallo stesso soggetto interessato. La presenza di un testicolo ritenuto, infatti, non provoca dolore o altri evidenti sintomi. Ciò che, al più, è possibile osservare è la presenza di uno scroto più morbido del normale o altrimenti è possibile che questo sia meno sviluppato su di un lato rispetto all’altro. Ancora, altro possibile segnale è la presenza di un testicolo più piccolo e piatto rispetto l’altro.

Cause

Fattori che aumentano la probabilità di sviluppare il criptorchidismo sono diversi, ma generalmente si tratta in tutti i casi di una condizione legata alla nascita. Ad esempio, uno di questi è la nascita prematura del bambino, o altrimenti una causa può essere un peso basso alla nascita e con una maggiore precisione, ciò accade nel caso in cui il bambino non raggiunga alla nascita i 2,5 Kg.

Anche altre cause, non strettamente legate al momento della nascita, possono influenzare la salute del bambino. Un consumo eccessivo di alcool da parte della madre, durante il periodo di gravidanza, può comportare un maggiore rischio. Allo stesso modo molto dannoso è il fumo durante questi mesi. Infine, altra causa collegata alla madre si presenta nel caso in cui questa abbia diabete di tipo 1 o di tipo 2. La probabilità che il bambino abbia problemi ai testicoli, in quest’ultimo caso è due volte maggiore rispetto i casi in cui non si disponga di diabete.

Alla condizione si collegano anche fattori ereditari, a causa dei quali i rischi aumentano notevolmente.

Per concludere, un’altra possibile causa si verifica se il bambino dispone della sindrome di Down: dal momento che la crescita non avanza in maniera normale, è possibile che si verifichino problemi anche ai testicoli e quindi si presenti il criptorchidismo.

Cura

Nonostante i tantissimi anni di ricerca che si hanno alle spalle di tale problema, molti aspetti alla base dello stesso non sono ancora chiari.

La risoluzione di questo tipo di problema può essere affrontato con un trattamento ormonale con gonadotropina corionica. Per mezzo di quest’ormone si stimolano le cellule nella produzione dell’ormone maschile principale, ovvero del testosterone. Altrimenti il testosterone potrebbe essere direttamente iniettato al fine di ottenere lo stesso effetto.

Tuttavia, un trattamento di tipo ormonale non è adatto nel caso in cui siano coinvolti entrambi i testicoli o nel caso in cui la posizione di questi renda più complicato il trattamento. Nel caso in cui si ci ritrovi di fronte una di queste situazioni più particolari, è necessario procedere con un trattamento chirurgico.

Il problema criptorchidismo, se non trattato nella maniera opportuna può portare effetti deleteri sul testicolo nel corso del tempo.

Criptorchidismo bilaterale

Il criptorchidismo può essere unilaterale e quindi coinvolgere solo un testicolo, o altrimenti bilatere, interessando entrambi. I conseguenti problemi di fertilità, nel caso in cui il criptorchidismo sia bilaterale, sono maggiori rispetto gli altri casi. Oltre ciò una condizione che interessa entrambi i testicoli, nella maggior parte dei casi, necessita di un trattamento chirurgico.

Criptorchidismo bambini


La condizione di criptorchidismo potrebbe non rappresentare un problema nei bambini, ma questa diverrà una vera e propria preoccupazione, più avanti nel tempo dal momento che i testicoli non sono locati nella corretta area. Per di più i possibili danni e le conseguenza, causate dalla mancanza di un opportuno trattamento dovrebbero spingere ad intervenire per risolvere immediatamente il problema. In genere i medici consigliano di eseguire il trattamento chirurgico per posizionare il testicolo nello scroto, durante il primo anno di vita o al più prima che il bambino abbia compiuto due anni.

La decisione di procedere con un trattamento chirurgico in un bambino è senza dubbio una scelta molto delicata, ma questa è l’unica soluzione per evitare l’insorgenza di problemi ben più gravi inseguito, oltre che evitare traumi psicologici al paziente negli anni successivi.

Sono stati registrati casi, sebbene questi siano solo delle bassissime percentuali, nei quali il problema si è risolto senza alcun tipo di intervento esterno, nei primi mesi di vita del bambino.


Criptorchidismo adulto

Il problema, sebbene ciò sia fortemente sconsigliato, alle volte potrebbe essere trascurato quando il soggetto non ha ancora raggiunto l’età adulta. Nonostante il passare del tempo, il criptorchidismo non si risolve in maniera autonoma. Ciò rappresenta un problema, dal momento che uomini che hanno o comunque hanno avuto per un lungo periodo di tempo un testicolo ritenuto, incorrono verso una più alta probabilità di infertilità.

D’altra parte lo stesso trattamento, se eseguito in età avanzata, può portare a risultati molto differenti e di conseguenza non ottimali rispetto i casi trattati in breve tempo.


Criptorchidismo operazione

Spesso, è necessario intervenire con un intervento chirurgico per la risoluzione del problema. In particolare se il soggetto interessato è un bambino, è necessario intervenire preferibilmente entro il primo anno di vita. Mediante l’intervento chirurgico, la condizione potrà essere portata alla normalità e di conseguenza i testicoli svolgeranno la loro corretta funzione.

Durante la procedura, i testicoli vengono portati nel sacco scrotale attraverso il canale inguinale. È anche possibile che vanga effettuata un’operazione di tipo diverso, mediante l’utilizzo di un laparoscopio e ciò avviene nel caso in cui i testicoli siano posti ad un livello più alto nell’addome. Grazie all’utilizzo del laparoscopio si riescono a tirare verso il basso i testicoli e dunque si riesce a portarli nello scroto. Nell’esecuzione della procedura, il laparoscopio è inserito attraverso una piccola incisione fatta nella zona ombelicale. Durante questa fase è possibile che si rilevi un testicolo in buone condizione, ma nel caso in cui così non fosse, viene inserito un altro strumento necessario a spostare il testicolo.

Altro tipo di operazione è nota come orchiectomia. In altre parole questa comporta l’asportazione del testicolo. Questo genere di procedura è raccomandata nel caso in cui il testicolo non riesce ad essere portato in altra maniera nello scroto. È possibile che l’orchiectomia sia eseguita su di uno o su di entrambi i testicoli.


Criptorchidismo e fertilità

Il legame tra criptorchidismo e fertilità è oggetto di moltissimi studi. Inseguito a questi, una notizia certa è che i soggetti nei quali la condizione non è trattata, saranno sterili. Nei casi in cui invece la condizione di criptorchidismo ha qualche complicazione, ad esempio nel caso in cui si tratti di un problema bilaterale, nonostante la condizione venga trattata è possibile che si verifichino ugualmente problemi di fertilità.

I soggetti che hanno il testicolo ritenuto posto appena al di sopra dello scroto, hanno una maggiore speranza di non avere problemi di fertilità. Allo stesso modo accade nel caso in cui questi sono posizionati nell’area sottostante al canale inguinale. Al contrario, maggiori problemi sussistono quando i testicolo sono posti nella zona alta del canale inguinale o nell’addome.


Complicazioni

Eventuali problemi, a causa di un mancato o inadeguato trattamento, includono danni al tessuto testicolare, oltre che problemi di fertilità.

La condizione di criptorchidismo, spesso è accompagnata da ernia inguinale.

Nei soggetti in cui è presente questo problema, si rileva per altro una maggiore incidenza di cancro ai testicoli. Quando vi è il criptorchidismo, i testicoli nell’addome si presentano per di più, maggiormente inclini a lesioni e traumi, soprattutto durante il corso di attività sportive o a causa di una torsione spontanea del corpo.

Criptorchidismo sintomi cause cure ed indormazioni per il soggetto adulto e i bambini

Malattie

Lascia il tuo commento: