Crisi di panico: cosa fare e come curarle

Cosa sono le crisi di panico? Le crisi di panico sono definiti come gravi esperienze d’ansia ed angoscia che possono verificarsi in qualsiasi momento della giornata, affliggendovi con dei sintomi ed effetti davvero terribili sotto il punto di vista della salute, dato che includono sia la vostra psiche che il vostro corpo, colpendo muscoli, articolazioni ed apparati organici.

Crisi di panico, come curarle, esistono rimedi? Le crisi di panico vi colpiscono quando meno ve l’aspettate, dandovi giusto il tempo necessario per capire, da un momento all’altro, il vostro corpo sarà afflitto da gravissimi disturbi e dolori intensi che vi lasceranno senza energie. Una volta che le crisi si sviluppano è infatti pressoché impossibile fermarle e sarà quindi necessario attendere finché l’effetto non se ne sarà andato autonomamente: ecco quindi che l’unica cosa che potete fare è capire come alleviare i sintomi delle crisi di panico e degli attacchi d’ansia, perché risulta l’unica valida soluzione di cui disponete.

Crisi di panico: cosa fare e come curarle

Crisi di panico

Crisi di panico (cosa fare):

Quanto durano le crisi di panico?

Le crisi di panico solitamente non durano più di una decina di minuti, ma i suoi effetti fisici ed emotivi in genere perdurano più a lungo, interessando anche i periodi di tempo “morti” tra un attacco e l’altro: ci sono infatti numerosi miti a riguardo di questo tempo che intercorre tra una crisi di panico e l’altra, ma dovete sapere che in realtà la condizione di cui soffrite non ha nessun tipo di periodo “morto”, in quanto vi affligge durante tutto l’arco della giornata.

Chi soffre delle crisi di panico?

Le crisi di panico non hanno delle vittime in particolare, ma colpiscono tutti senza esclusione di colpi, senza rispettare limiti d’età, sesso o razza. La maggior parte delle crisi di panico colpiscono però maggiormente i soggetti che stanno superando l’adolescenza, ma anche tra i bambini sono stati registrati diversi casi di patologie riguardanti l’ansia e le crisi di panico: un dato realmente importante è il fatto che le donne sono doppiamente affette dagli attacchi d’ansia rispetto agli uomini, in quanto i maschi tendono ad avere una maggiore resistenza emotiva, anche se chiaramente questo è solo un dato generale.

Quali sono i sintomi delle crisi di panico?

Durante un attacco vi sentirete pervadere da un intensa sensazione di timore e paura, accompagnata dall’angoscia di non poter far niente contro il processo della crisi d’ansia, sentendovi impotenti di fronte a tanta forza. Vi capiterà di perdere il controllo, sia del proprio corpo che della propria mente, la quale sarà interessata da pensieri ed emozioni contorte e surreali, portandovi a dubitare della vostra salute psichica. Le crisi d’ansia sono molto spesso accompagnate da diversi disturbi fisici, che vi causeranno una forte sudorazione assieme a tremori incontrollati dei muscoli, a causa dell’influenza degli attacchi di panico sul sistema nervoso.
 Le crisi di panico sono davvero terribili a causa dei loro sintomi che affliggono le persone in maniera aggressiva ed irreversibile, ma dovete sapere che conoscendo i suoi effetti vi assicurerete numerose informazioni in più per stabilire una linea d’attacco nei confronti della patologia che vi affligge e vi provoca intense crisi di panico durante il giorno, ma anche durante la notte come vedremo in seguito.

Quali sono le cause delle crisi di panico?

Le crisi di panico non hanno delle cause sicure e ben definiti, dato che possono verificarsi in modo causale, innescate da situazioni o condizioni che vi rendono nervosi, ansiosi o spaventati: pensate che molti casi di crisi di panico vengono inclusi tra le patologie ereditarie, mentre altri ancora vengono collegati a problemi di salute fisica come una lesione cerebrale o alcuni tipi di infezione. Nella maggior parte dei casi però, è certo che le crisi di panico sono correlate agli squilibri chimici del cervello, in quanto i neurotrasmettitori responsabili del controllo delle vostre emozioni vengono compromessi da un determinato tipo di agente. Per questo motivo bisognerà concentrarsi sulla causa specifica del vostro problema, in maniera da individuare subito la soluzione diretta per le vostre crisi di panico.

Altre possibili cause delle crisi di panico?

Ci sono un certo numero di fattori che svolgono un ruolo importante nello sviluppo delle crisi di panico che tanto vi affliggono, che interessano particolarmente gli eventi passati della vostra vita e lo stile con cui la affrontate attualmente, spaziando dalle vostre abitudini alimentari al livello di attività fisica che svolgete regolarmente. Tra le componenti più comuni della combinazione di cause che vi portano ad avere le crisi di panico troviamo:

1. Alcuni problemi riguardanti la vostra vita famigliare, soprattutto nel periodo dell’adolescenza. Se durante la crescita non avete avuto una buona influenza da parte dei vostri genitori, probabilmente ecco svelata la fonte del vostro disagio.

2. Depressione o altre patologie psichiche potrebbero portare allo sviluppo delle crisi di panico. Sarà bene assicurarsi di godere di buona salute da quel punto di vista, prima di scegliere il trattamento per liberarvi degli attacchi d’ansia.

3. Una vita frenetica e stressata è molto spesso collegata direttamente alle crisi di panico, in quanto lo stress è un fattore davvero negativo per tutto il vostro organismo, salute mentale compresa.

4. Se avete uno stile di vita sedentario e passivo allora sarà bene cambiare subito abitudini, in quanto le crisi potrebbero essere una conseguenza diretta di questo fattore. Cominciate a svolgere un po’ di attività motoria per liberarvi dallo stress accumulato, oltre che per migliorare la salute cardiovascolare e respiratoria.

Cosa fare per liberarsi le crisi di panico?

Come abbiamo detto, per ridurre le crisi di panico sarà inizialmente importante apportare alcune modifiche alla propria vita, rendendola più serena ed equilibrata, ma in seguito dovrete scegliere uno o più trattamenti previsti per curare questa condizione ed i sintomi che porta nel vostro corpo. Se sceglierete la terapia più adatta a voi, sarete più agevolati nel riuscire a portare a termine l’impresa, ma ciò non significa che potrete prendervela comoda, in quanto per liberarsi delle crisi di panico sarà necessario impegnare tutto se stessi nel percorso.

La cura per le crisi di panico: Ecco come curarle

Ci sono diverse soluzioni per far fronte alle crisi di panico, che comprendono opzioni che utilizzano la psicoterapia, farmaci e medicinali o una combinazione di entrambi i due trattamenti: i vari tipi di cura per le crisi di panico saranno utili per gestire i sintomi e gli effetti degli attacchi, permettendovi di condurre una vita normale e serena.

I farmaci per le crisi di panico

Ci sono diversi farmaci che agiscono sugli attacchi di panico riducendone gli effetti e la comparsa, tra questi troviamo in maggioranza i medicinali antidepressivi, ma anche gli anticonvulsivanti e gli ansiolitici, i quali vengono spesso usati per curare diverse patologie, oltre alle crisi di panico.

  • I farmaci a base di benzodiazepine come lo Xanax possono alleviare efficacemente i sintomi delle crisi di panico e gli effetti dell’ansia sul vostro corpo .
  • Alcuni antidepressivi aiutano a regolare la produzione di serotonina e noradrenalina, riuscendo così a prevenire i disturbi mentali delle crisi di panico e degli attacchi d’ansia.
  • Gli inibitori selettivi della ricapitazione della serotonina controllano la produzione di serotonina nel cervello, migliorando così la salute psichica del soggetto trattato.

La psicoterapia per gli attacchi di panico

La psicoterapia è ideata per aiutare il soggetto che svolge le sedute con lo psichiatra a controllare le proprie emozioni, dopo aver capito quale sia la vera natura della condizione di salute in cui si trova: grazie all’aiuto di uno specialista potrete venir a conoscenza di tutti gli aspetti delle crisi di panico, individuando il vero problema di fondo, risolvendolo.

Il trattamento cognitivo-comportamentale contro le crisi di panico

La terapia cognitiva-comportamentale vi mette a disposizione un enorme aiuto, e cioè il supporto di uno psicologo specializzato che vi seguirà lungo il percorso che avete deciso di seguire; sarà importantissimo stabilire un rapporto di fiducia con il proprio terapista, perché dovrete confidarli a cuore aperto tutte le vostre paure ed i vostri timori a riguardo delle crisi di panico, mettendolo al corrente dei vari sintomi che vi assalgono da un momento all’altro ed in maniera irreversibile.

Le crisi di panico notturne

Non è affatto raro che le crisi di panico interessino anche le ore notturne, impedendovi di dormire e riposarvi a sufficienza per sentirvi in forma il giorno seguente. Ci sono una serie di fattori che possono interagire con lo sviluppo delle crisi di panico notturne, risolvibili seguendo semplicemente alcuni suggerimenti utili ad affrontare la questione.

  • Evitate gli alimenti e le sostanze stimolanti come la caffeina.
  • Mangiare regolarmente, prediligendo alimenti sani e nutrienti.
  • Trovare un amico o una persona cara con cui confidarsi nei momenti di difficoltà.
  • Andate a dormire presto, in maniera da svegliarvi più riposati alla mattina.
  • Svolgete un regolare esercizio fisico.
  • Informatevi sulle diverse tecniche di rilassamento.

Trattamenti complementari per le crisi di panico

Alcuni trattamenti complementari possono beneficiare le persone affette dagli attacchi di panico e dalle crisi d’ansia, migliorando allo stesso tempo il benessere completo del loro corpo. L’omeopatia dispone infatti di un buon numero di soluzioni mirate a ridurre i segni delle crisi di panico, sebbene non siano stati ideati per prendere il posto dei trattamenti più comuni per le crisi d’ansia e di panico.

Tra i trattamenti omeopatici e rimedi naturali per ridurre le crisi di panico troviamo:

  • L’agopuntura, che utilizza il potere di alcune sostanze omeopatiche per rilassare il muscoli e distendere i nervi.
  • La massoterapia, che beneficia il corpo del paziente con una serie di massaggi davvero favolosi per il corpo, dato che migliora interessa tanto il benessere fisico quanto quello mentale.
  • Lo yoga vi aiuterà sicuramente a ridurre le crisi di panico, in quanto è utilizzata da secoli come forma di esercizio spirituale per calmare la mente ed allenare il corpo: i movimenti e le torsioni dello yoga vengono svolte in completa armonia, non facendo correre nessun rischio collaterale al paziente.

Le crisi di panico se non trattate (conseguenze)

Se non date la giusta importanza alle crisi di panico e vi ponete con negligenza nei confronti dei vari trattamenti per ridurre i loro sintomi, sappiate che gli attacchi d’ansia diverranno sempre più frequenti e prolungati, diventando davvero debilitanti per il vostro organismo. Pensate che è una condizione che si sviluppa in maniera terribile sul corpo di una persona, influenzandone il pensiero ed il modo di ragionare, distogliendola dalla realtà e portandola a rinchiudersi nel mondo creato dalla loro stessa mente. L’isolamento da ciò che circonda la sua casa sarà inevitabile, visto che gli attacchi di panico daranno origine ad una vera e propria fobia, spaventandola anche solo all’idea di una possibile scarica di ansia e panico, ecco dunque che dovete impegnarvi fin da ora a risolvere questa situazione che, pian piano, diventa sempre più insostenibile.

Un infuso come rimedio naturale contro le crisi di panico e lo stress:

Ecco una semplicissima miscela che vi permetterà di gustarvi un buonissimo infuso, le cui proprietà calmanti e rilassanti vi aiuteranno a ridurre i sintomi delle crisi di panico, beneficiando allo stesso tempo numerose funzioni del corpo per migliorarne la salute ed il benessere.
Ingredienti: mettete in infusione le seguenti sostanza in egual misura; avrete inoltre la possibilità di scegliere tra composti allo stato naturale ed oli essenziali.

  • Fiocchi d’avena.
  • Melissa.
  • Scutellaria elliptica.
  • Ortica.
  • Fiori d’arancio.
  • Camomilla.

Dopo aver fatto bollire i componenti, aggiungere un paio di cucchiai della soluzione ad una tazza di acqua calda e lasciare in infusione per alcuni minuti.

Questo speciale infuso vi aiuterà a ridurre il senso di oppressione che vi colpisce assieme agli attacchi di panico, limitando sia i sintomi fisici che mentali e lasciandovi un senso di pace e tranquillità a cui, purtroppo, da troppo tempo non eravate più abituati.

Prestate assoluta attenzione, perché molte sostanze non sono indicate per le persone in gravidanza o per chi sta già assumendo determinati farmaci contro la depressione o l’ipertensione, vi consigliamo quindi di consultare sempre un medico prima di cominciare qualsiasi tipo di trattamento per curare gli attacchi d’ansia e liberarsi delle crisi di panico, una volta per tutte.

Crisi di panico? Ecco esposti sintomi cause e cure e rimedi per le crisi di panico.

Attacco di panico

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo crisi di panico: cosa fare e come curarle

Salve, è da un periodo di tempo che ho dei continui giramenti di testa, alcuni talmente forti da farmi venire addirittura la nausea, non riesco a capire se si trattano di attacchi di panico o meno, in alcuni momenti della giornata sto talmente male che mi sento svenire, respiro male e mi si annebbia la vista. Sto facendo delle analisi complete perché facendo dei controlli hanno visto che ho avuto alcuni picchi di pressione alta (per quanto riguarda la minima). Questi possono essere sintomi di attacchi di panico????

Lascia il tuo commento: