Curare naturalmente la cistite

Curare naturalmente la cistite si può e quindi perchè non farlo? Negli ultimi anni le cure naturali per la cistite stanno affiancando sempre più i normali trattamenti con uso di antibiotici. Gli antibiotici sono infatti considerati da ormai parecchi decenni una grande conquista medica, tanto da essere usati con notevole successo per innumerevoli, e spesso gravi, disturbi come la polmonite e la meningite. Nonostante la loro indubbia importanza nella cura d’importanti patologie, però, sta crescendo la preoccupazione riguardo il loro uso massiccio.

Curare naturalmente la cistite

Curare naturalmente la cistite

Si è notato infatti come questi, negli anni, abbiano favorito la proliferazione di superbatteri.  Per questo motivo si cerca sempre più di consigliare, per disturbi molto diffusi come la cistite, anche alcune cure naturali.

L’infezione della vescica, comunemente indicata come cistite merita una menzione speciale per la sua larghissima diffusione (si calcola che riguardi più della metà delle donne almeno una volta nella vita) e per il largo uso di antibiotici che solitamente si usa per combatterla (è la seconda motivazione di uso di antibiotici sulle donne). E’ molto importante quindi segnalare come esistano però dei rimedi a portata di mano come ad esempio i mirtilli. Studi scientifici hanno infatti dimostrato che le proprietà benefiche del mirtillo può realmente aiutare la protezione contro la cistite e perciò ridurre la necessità di una terapia antibiotica.

La cistite cosa è:

La cistite è un’infezione del tratto urinario quasi sempre causata da microrganismi batterici e in particolare da un organismo chiamato escherichia coli (E. coli). Questo batterio riesce a volte a farsi strada nell’uretra e poi nella vescica e se riesce ad aderirvi alle pareti scatena un’infezione. E. coli ha infatti la capacità di formare delle ramificazioni simile a delle dita, chiamate fimbrie, che utilizza per acchiappare letteralmente le pareti della vescica.

I metodi naturali più comuni per curare le problematiche dovute alla cistite sono:

  • Acqua Una misura molto semplice da prendere per scongiurare la possibilità di infiltrazione nella vescica di E. coli è quella di bere molta acqua. Bevendo molta acqua (circa un litro e mezzo, due litri e mezzo) e urinando successivamente, si riesce infatti a lavare l’uretra e la vescica prima che il batterio vi aderisca. E’ importante anche urinare prima possibile dopo un rapporto sessuale poiché il sesso aumenta il rischio d’ intromissione di E. coli nella vescica e nell’uretra.
  • Anche il mirtillo sembra offrire un reale aiuto nella protezione contro la cistite. Il mirtillo è ricco di una sostanza chiamata proantocianidina che riduce la possibilità dell’E. coli di formare fimbrie, le appendici filamentose mediante le quali il batterio aderisce alle pareti della vescica. In un recente studio una dose giornaliera di 300 ml di succo di mirtillo ha effettivamente dimezzato il numero d’ infezioni del tratto urinario su un campione di donne, evitando così la necessità di una cura a base di antibiotici. Ulteriori prove dei benefici del mirtillo possono trovarsi in uno studio pubblicato dal British Medical Journal. Qui si è potuto verificare come 50ml di concentrato di mirtillo rosso, quasi in purezza, se assunto quotidianamente può riuscire a dimezzare il numero di infezioni alla vescica.
  • Il mirtillo può essere assunto sotto diverse forme, la più comune è il succo del frutto, un ampiamente disponibile. Un bicchiere o due di questo prodotto, se assunto quotidianamente, può davvero aiutare a controllare i rischi di cistite. Purtroppo però, la maggior parte dei succhi di mirtillo disponibili in commercio contengono circa un quarto di succo di mirtillo con la restante percentuale costituita da acqua zuccherata. Lo zucchero adoperato per questi succhi è quello raffinato che può avere sul nostro organismo una serie di effetti negativi a lungo termine. Inoltre, si suppone, che alcuni trattamenti industriali adoperati per la produzione di questi succhi possano in qualche modo volatilizzare le sostanze attive del mirtillo contro le infiammazioni da noi affrontate.

Per questi motivi è consigliabile assumere il mirtillo sintetizzato in capsule, compresse o in polvere.Uno studio pilota su un prodotto composto da polvere di mirtillo concentrata ha dimostrato ottimi risultati specie se si pensa che si è indagato sulla comparazione con una terapia antibiotica. In questo caso, delle 12 donne trattate per sei mesi con una dose giornaliera di 500mg di prodotto a base di mirtillo, solo una ha sofferto nuovamente di un’infiammazione, una percentuale molto più bassa rispetto allo stesso numero di donne curate con antibiotici.

Considerazioni finali sun fatto di curare naturalmente la cistite:

Spesso, quindi, i rimedi che provengono dalla tradizione possono aiutare, con buoni risultati, alcuni fastidiosi e diffusi disturbi alla nostra salute, nonostante alcune cure naturali per la cistite possano sembrare solo credenze di folklore.

Consigli e suggerimenti per curare naturalmente anche la cistite.

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo curare naturalmente la cistite

Curare naturalmente la cistite

sono anni che soffro di cistite ho usato antibiotici integratori non ho risolto nulla,purtroppo la cistite e' una brutta bestia ed e' impossibile curarla definitivamente non so piu' cosa fare adesso uso metodi naturali come acqua e limone,mirtillo, the verde, bicarbonato e bevo due litri di acqua al giorno notando piccoli risultati.

Lascia il tuo commento: