Congestione nasale cure

Quali cure per congestione nasale? La congestione nasale, comunemente nota come “naso chiuso" è un problema di salute molto comune che colpisce milioni di persone. Si verifica quando si forma è un blocco nel passaggio nasale, di solito quando la membrana di rivestimento interno del naso si gonfia a casa dell’infiammazione dei vasi sanguigni. Sebbene in molti casi, soprattutto nei ragazzi e negli adulti, la congestione nasale sia solo un fastidio, in molto bambini può comportare seri rischi per la salute.

Congestione nasale cure

Congestione nasale cure

Cause

Una delle cause più comuni per la congestione nasale è la rinite allergica o febbre da fieno.  Si verifica quando il polline, polvere, spore di muffe o altri allergeni entrano nel canale respiratorio e irritano i vasi sanguigni all’interno delle narici. Altre cause possono essere raffreddore o influenza, infezione causate dal setto nasale deviato, sinusite o reazione allergica ad alcuni farmaci.
Inoltre, la congestione nasale si verifica in molte donne durante la gravidanza.
In molti individui, la congestione nasale è causata da allergie alimentari. Per esempio coloro che sono intolleranti al lattosio soffrono spesso di  naso chiuso. Il medico può fare delle prove allergiche per identificare il tipo specifico di allergia alimentare e raccomandare una nuova dieta. In generale ridurre la quantità di latticini nella dieta, oltre che carboidrati e zuccheri, può migliorare il regime alimentare e  ridurre la congestione nasale.

Sintomi

Il naso chiuso, o congestione nasale, è solo una sensazione. I sintomi possono includere difficoltà nel respirare col naso, muco e starnuti. Coloro che soffrono di una grave congestione nasale possono avere difficoltà a dormire, parlare ed anche ascoltare. Molto spesso russano.

Quando vedere un medico

Di solito non è necessario consultare un medico quando si ha il naso chiuso. È necessario rivolgersi al medico se si verificano altri sintomi quali vista offuscata, gonfiore agli occhi o sulla fronte, una tosse che produce muco giallo o verde, in caso di naso sanguinante o nel caso in cui la congestione duri più di 2 settimane.

Rimedi casalinghi e cure naturali per alleviare la congestione nasale:

Ci sono molti rimedi domestici per alleviare la congestione nasale. Alcuni rimedi semplici prevedono: l'utilizzo di un filtro contro le allergie nel  condizionatore; l’utilizzo di un vaporizzatore con additivi come l'aceto; spolverare con regolarità. Spolverare e i filtri contro  allergia contribuiscono a ridurre la congestione nasale causata da allergie e febbre da fieno, mentre i vaporizzatori servono ad aprire e a decongestionare i seni paranasali, utilizzando le proprietà del vapore.

Altre cure naturali:

Cibi

Molti rimedi domestici per alleviare la congestione nasale ruotano attorno a cibi dal sapore deciso e piccante.
In molte tradizioni, il brodo di pollo è la cura ideale contro la congestione nasale. L'aggiunta di pepe nero o rosso nel brodo di pollo può contribuire ad aprire i seni paranasali, consentendo così all'infiammazione di diminuire. Molti cibi piccanti come il curry, le zuppe cinesi e piatti messicani che contengono peperoni e spezie possono contribuire ad alleviare la congestione. Attenzione però. Questi alimenti possono far colare il naso rapidamente, quindi è bene tenere sempre a portata di mano dei fazzoletti!

Oli e Unguenti

Gli unguenti generalmente indicati contro raffreddori e congestione nasale contengono mentolo che aiuta a liberare le vie respiratorie. Strofinare una piccola quantità di questi unguenti sul petto o sotto le narici serve per lenire e alleviare la congestione. Ci sono molti tipi e marche differenti di questi ungenti, ma sono tutti simili, per cui qualunque si scelga andrà bene.
Bevande calde
Bevande calde, come il tè verde per esempio, possono contribuire a ridurre la congestione nasale. Il vapore dalla bevanda apre le vie respiratorie e i cibi liquidi caldi come il tè o zuppa di pollo sono cure vecchio stile per il raffreddore. L’importante è evitare di consumare troppa caffeina in quanto tale sostanza può peggiorare le congestione.

Sollevare la testa

Spesso, la notte è  il momento peggiore per chi soffre di naso chiuso. Lo stare sdraiati potrebbe infatti aggravare le situazione. Stare con la testa sollevata, aiutandosi con più cuscini, può aiutare il naso a drenare meglio e a aprire i passaggi nasali ostruiti.

Impacchi caldi

La compressione di  un asciugamano caldo, umido, sotto gli occhi favorisce il drenaggio dei seni paranasali. Questo sistema può alleviare la congestione e il dolore associato ad allergie o al raffreddore. È possibile applicare impacchi caldi più volte al giorno se necessario. Una leggera pressione con l’impacco caldo può spostare le ossa del viso per consentire un migliore drenaggio del seno paranasale.

Vapore

Quando si soffre di congestione nasale, spesso il miglior sollievo è una doccia calda, infatti il vapore della doccia apre le vie respiratorie. In alternativa si può far bollire sul fuoco una pentola d'acqua e,  con attenzione, respirare il vapore che ne fuoriesce.

Tè al pomodoro

Il tè al pomodoro serve a decongestionare i seni paranasali e fornire all’organismo una buona dosa di vitamina C, utile a rafforzare il sistema immunitario. Il tè al pomodoro si prepara mescolando una tazza di succo di pomodoro, un cucchiaino di aglio tritato, mezzo cucchiaino di salsa piccante e un cucchiaino di succo di limone. Si possono riscaldare gli ingredienti in una pentola o in un contenitore nel forno a microonde. Assicuratevi di bere il tè al pomodoro, caldo. Il succo di pomodoro contiene grandi quantità di vitamina C, che aiuta il sistema immunitario. L’ aglio, invece, lavora per combattere le infezioni. Il calore dell’infuso decongestiona le vie nasali, liberando il naso.

Olio di origano

E’un olio essenziale noto per la sua capacità di rafforzare il sistema immunitario e migliorare la salute delle vie respiratorie. Si può aggiungere 2 o 3 gocce di olio di origano nel succo di frutta e bere il tutto 3 o 4 volte al giorno per curare la congestione nasale. Il succo può contribuire a rafforzare il sistema immunitario insieme all'olio di origano. È inoltre possibile aggiungere 8 gocce di olio di origano nell’acqua che bolliamo per ricavarne il vapore. Ciò contribuirà ad aprire le vie respiratorie e ridurre la congestione nasale.

Spray nasali

Sono un ottimo modo per alleviare la pressione e la difficoltà a respirare, associate alla congestione nasale. Questi spray possono essere acquistati in farmacia, prescritti da un medico, o anche fatti in casa.

Spray nasali da banco

Si tratta di farmaci che possono essere acquistati senza ricetta medica. Ne esistono parecchi come Afrin che ha proprietà decongestionanti e blocca rapidamente il muco o Zicam e Vicks, spray al mentolo, più naturali. Possono avere effetti collaterali come vertigini, bruciore, l'essiccazione dei seni paranasali e starnuti. Questi spray sono disponibili nei supermercati e nelle farmacie e costituiscono un rimedio molto economico in quanto il prezzo si aggira sui 6 euro.

Prescrizione di spray nasali

In casi  gravi di congestione, il medico può prescrivere l’utilizzo di uno spray nasale. Prodotti come Nasonex e Omnaris danno sollievo da allergie e da congestione nasale. Atrovent è usato per curare congestioni nasali gravi in soggetti che soffrono anche di problemi polmonari come la BPCO (Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva) ed enfisema.

Questi farmaci utili contro la congestione nasale possono avere degli effetti collaterali quali:

  • •    Aumento della frequenza cardiaca
  • •    Vertigini
  • •    Sapore amaro in bocca
  • •    Diarrea
  • •    Ansia.

Un trattamento basato sugli spray nasali può essere piuttosto costoso, ma compagnie di assicurazione o piani di prescrizione medica possono contribuire a ridurre il prezzo dei farmaci. Mai curarsi con spray nasali se si soffre di malattie cardiache, ipertensione, pressione alta o malattie delle tiroide.

Spray salino

E’ un trattamento piuttosto comune per curare il naso chiuso. E 'disponibile nei supermercati, farmacie e negozi di alimentari.

E’ possibile realizzare a casa una soluzione salina, veloce ed economica. Per prima cosa bisogna far bollire una tazza d’acqua e versare 1 / 4 cucchiaino di sale non iodato e un 1 / 4 cucchiaino di bicarbonato di sodio. Poi mescolare delicatamente fino a quando il sale e il bicarbonato di sodio non si sono completamente diluiti, lasciando che l’acqua rimanga un tantino torbida. Lasciare risposare la soluzione salina fino a che non raggiunge la temperatura ambiente e  poi travasarla in una boccetta, sterilizzata, di circa 220 ml. E’ possibile inalare la soluzione direttamente da un pentolino pulito o grazie ad un nebulizzzatore.

Olio dell’albero del tè

Bollire due tazze d’acqua e aggiungere circa 8 gocce  di olio dell’albero del tè. Versare la soluzione in una ciotola e respirare il vapore. Per aumentare l’intensità del vapore e di conseguenza i benefici, si consiglia di mettere un asciugamano sopra la testa a modello di tenda in modo da incanalare il vapore per un’azione decongestionante dei seni paranasali di maggiore intensità.

Aceto di mele

Mettere 220 ml d’acqua tiepida in una ciotola o contenitore di vetro, aggiungere 1 cucchiaio di aceto di mele e un 1/4 cucchiaino di sale non iodato. Miscelare la soluzione fino a quando il sale non si è sciolto. Inclinare dolcemente la testa all'indietro e spruzzare la soluzione nella cavità nasale aiutandosi con un contagocce o un nebulizzatore. Respirare profondamente sempre con la testa all’indietro; in questo modo la soluzione di aceto di mela funzionerà in maniera ottimale.

Compresse decongestionanti

Servono per alleviare il fastidio del naso chiuso. La pseudoefedrina e la fenilefrina sono i principi attivi più comuni delle compresse decongestionanti. La Fenilefrina agisce direttamente sull'infiammazione mentre la pseudoefedrina lavora indirettamente sui recettori adrenergici, contribuendo a ridurre il gonfiore dei vasi sanguigni del naso. I decongestionanti sono generalmente associati ad antistaminici.
Alcune marche di decongestionanti comuni sono: Claritin, Sudafed e Mucinex. Possono causare effetti collaterali quali: vertigini, ansia, stanchezza, crampi allo stomaco, nervosismo e  aumento del battito cardiaco. Non è consigliabile assumere compresse decongestionanti in caso di disfunzioni cardiache, asma,  pressione alta, diabete o malattie renali.

Fattori di rischio

Bambini piccoli o neonati, anziani ed individui con basse difese immunitarie sono maggiormente esposti ad influenza o raffreddore, disturbi che possono causare naso chiuso. Coloro che soffrono di rinite allergica soffrono di congestione nasale cronica. Le donne incinte possono essere colpite da questo disagio a causa dell’aumento del flusso sanguigno in tutto l’organismo. Per i neonati, avere le vie respiratorie ostruite può causare gravi disagi. Infatti respirando attraverso la bocca, hanno difficoltà nell’allattamento al seno.

Prevenzione

L’incidenza della congestione nasale aumenta nei mesi invernali. Per questo è consigliabile mantenere un certo grado di umidità nella stanze grazie ad un umidificatore installato in casa; l’aria secca, infatti può infiammare le vie respiratorie. Anche spolverare e pulire bene la propria casa è utile per ridurre gli allergeni quali pollini, acari della polvere, peli di animali domestici, muffe e funghi che possono causare la congestione nasale. Il consumo di vitamina C aiuta a rafforzare il sistema immunitario e prevenire raffreddori.

Cosa evitare di fare bere e mangiare

Evitare di bere alcolici perché l’alcol  asciuga la mucosa delle vie respiratorie e concorre all’infiammazione dei vasi sanguigni. Evitare di nuotare in piscine ricche di cloro perché anche il cloro, come l’alcol, determina la secchezza delle vie respiratorie.
Per quanto riguarda gli alimenti, evitare gelati, formaggi e latte e  caffeina.

Cure naturali per la congesione nasale.

Malattie

Lascia il tuo commento: