Esofagite cure naturali

Le cure naturali per curare l'esofagite naturalmente, consistono nella cura della propria alimentazione, sino ad oggi la gran parte degli studi e delle osservazioni mediche sull’esofagite eosinofila si sono svolte su periodi di osservazione ricompresi fra alcuni mesi a pochi anni, ed aventi per oggetto solo una piccola porzione della  popolazione affetta da tale malattia. Gli esiti di tali sperimentazioni, fatte su brevi periodi, hanno evidenziato l’utilità dell’uso degli steroidi per inalazione e la necessità di evitare alcuni alimenti;  si rende comunque assolutamente necessario svolgere prove a lungo  periodo  per convalidare tali raccomandazioni.

Esofagite cure naturali

Esofagite cure naturali

Ciò risulta particolarmente importante in quanto da studi fatti sulla prosecuzione di tali terapie  sugli  adulti hanno dimostrato pochi miglioramenti ed una sostanziale progressione della malattia.

L’equipe del dott. Liacuras ,  che vanta una vasta esperienza nelle cure applicate a bambini affetti da questa malattia , ha effettuato uno studio di 10 anni su 381 bambini con la Esofagite eosinofila.

Lo studio completo ha sottolineato varie caratteristiche sui pazienti con tale malattia , caratteristiche già ben discusse all’interno di studi professionali più modesti.

Fra queste : il 53% dei  pazienti ha dimostrato di avere altri disturbi allergici quali l’asma, la rinite allergica e l’eczema; una certa varietà nei risultati endoscopici, fra cui un’apparente regolarità esofagea; e per finire una varietà di sintomi quali nausea, vomito ,bruciori di stomaco o dolori gastrici, in contrasto con quanto denunciato e sofferto da pazienti più grandi  o dagli adulti.

Questi studi danno un notevole contributo allo studio del trattamento medico di tale malattia.

Specificatamente dimostrano l’efficacia passeggera (nell’ordine di mesi) dell’effetto degli steroidi assunti per via orale o per inalazione sulla riduzione dell’esofagite.

Al contrario si è dimostrata una terapia molto più durevole sulla riduzione dei sintomi e la regressione della malattia  l’ evitare alcuni alimenti, testati  con il metodo della  puntura sulla pelle o con l’apposizione diretta o, ancora più efficace, l’uso di una formula elementare di amminoacidi.

Come si poteva prevedere, una  reintroduzione dei cibi vietati ha provocato una ricaduta nella maggior parte dei pazienti.

Prendendo questi studi come riferimento, si comprendono le difficoltà che abbiamo, e che avremo per un po’  di tempo, a trovare un trattamento definitivo  per curare tale malattia , se si analizza  l’effetto transitorio ma meglio tollerato della terapia farmacologica contro la più efficace e duratura terapia del controllo degli alimenti che comunque  risulta molto  difficile, se si considera  che in tale caso la si deve far accettare come terapia da portare avanti per 10 anni o per tutta la vita.

Un’ulteriore preoccupazione sull’abbracciare la terapia che prevede restrizioni  sulla dieta e considerarla risolutiva è valutare il tipo e l’affidabilità dei test che dovrebbero essere usati per identificare i cibi  da evitare.

Per esempio la puntura sulla pelle come prova da usare per determinare il tipo di dieta da applicare non può essere ritenuta certa quale diagnosi dell’esofagite nella maggioranza dei pazienti. A tal proposito il dottor Spergel e colleghi hanno impostato le limitazioni  sulle diete da applicare ai loro pazienti usando come test l’apposizione topica o la puntura.

Quei pazienti con più di 10 cibi identificati sono stati posti ad un regime di dieta elementare.

Dopo sei settimane su 146 pazienti:

  • 112 hanno risposto completamente alla terapia
  • 19 solo parzialmente.

Benchè il risultato possa apparire rilevante, dobbiamo porre in risalto alcuni particolari.

  1. i pazienti hanno avuto una media di osservanza sui cibi da evitare del 3.2 – 4.3,  con i cibi più comuni come soia, frumento, latte, riso, pollo, manzo e patate ( cioè cibi molto usuali e difficilmente evitabili)
  2. a quaranta pazienti fu’ richiesto di applicare una dieta elementare per raggiungere o sostenere un regressione della malattia.
  3. nessuna allergia è stata identificata in 5 pazienti .
  4. in due pazienti aver evitato il latte ha provocato una risposta nonostante il test negativo.

Questo articolo quindi sottolinea l’importanza della prova completa sulla pelle nei pazienti con l’esofagite esofagite come terapia primaria,  ma nel contempo evidenzia anche i limiti e le limitazioni di tale strategia.

In conclusione, ad oggi non siamo ancora in grado di definire se potremo usare tali test per applicare una giusta e condivisa  terapia alla cura della esofagite eosinofila e  rendere quindi tale malattia più tollerabile ai malati.  

Cure naturali per curare l'esofagite naturalmente.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo esofagite cure naturali

Esofagite e cure naturali

interessante articolo sull'esofagite.

Lascia il tuo commento: