Ipertrofia prostatica benigna e cure naturali

Le cure naturali esistono eccome anche per l'ipertrofia prostatica benigna, l'ipertrofia prostatica benigna o BHP è un disturbo della ghiandola prostatica ed il problema dell'ipertrofia prostatica benigna di solito si manifesta negli uomini dopo i quarant'anni. Urinare diventa più complicato, i flussi sono più deboli ed è necessario fare i conti con le piccole fuoriuscite anche dopo aver terminato i propri bisogni. Molti uomini sono  costretti ad alzarsi più volte durante la notte per dover utilizzare il bagno e in alcuni casi il disturbo può anche causare insonnia.

Ipertrofia prostatica benigna e cure naturali

Ipertrofia prostatica benigna e cure naturali

In Europa, sopratutto in Germania per risolvere questa disfunzione vengono applicate delle cure naturali attraverso le erbe o elementi naturali come lo zinco minerale. Esiste una questione aperta tra i paesi europei e gli Stati Uniti d'America che tendono a somministrare un farmaco chiamato Proscar (presente anche in Italia) al posto delle cure naturali che al contrario dei rimedi naturali potrebbe causare effetti collaterali gravi come il calo del libido o il cancro alla prostata.

Anche in Italia la tendenza ad usare i farmaci è più forte rispetto a quella che si occupa di utilizzare le piante curative per guarire possibili infezioni per tanto l'unico rimedio naturale possibile è lo Zinco che in quanto già presente nella prostata se alimentato migliora i flussi e la circolazione.

  • Zinco: E' già presente nella prostata e doverlo alimentare contribuisce a migliorare la situazione.

Assumerne 90 milligrammi al giorno e deve essere diviso in tre dosi da 30 milligrammi, altrimenti se le condizioni migliorano ne bastano 60 milligrammi al giorno divisi in due dosi da 30. Tuttavia l'eccesso di zinco favorisce a diminuire i valori di rame è quindi necessario prendere 2 milligrammi di rame in aggiunta ai 30 milligrammi di zinco assunti

La prostata deve essere ben oliata perciò se si mescolano acidi grassi insieme allo zinco si ottengono effetti ideali.

Per aiutarsi e mantenersi in forma cercando di debellare il problema è consigliabile mangiare semi di girasole o di zucca e magari un bel cucchiaio di olio di lino. Grazie a questi elementi se assunti nella maniera corretta riuscirete a passare sonni tranquilli e non dovrete più preoccuparvi a causa delle perdite.

Di solito i rimedi naturali quando scoperti, sono sempre i più efficaci e quelli che danno meno complicazioni dal punto di vista dei sintomi.

  • Sviluppare la vitamina E nel corpo, contribuisce ad attutire i problemi della prostata, perciò è consigliabile ingerire due cucchiai di olio di semi di lino due volte al giorno, insieme a 400 unità di vitamina E, per aiutare l'effetto dei semi di lino nel corpo

Purtroppo non sempre le erbe e i rimedi naturali sono ben visti dalla medicina moderna, anche se sembra che in Italia, le persone inizino ad aprirsi verso questo tipo di cure. Il procedimento sarà molto lungo, la cosa che dovrebbe far riflettere però è che noi Italiani in quanto cittadini europei dovremmo poter sfruttare le stesse tecniche di cura che applicano i tedeschi ai loro pazienti, invece tendiamo a spingerci sempre verso le tecnologie occidentali che non sempre offrono le soluzioni migliori, anzi effetti collaterali come il cancro provocato da un farmaco, dovrebbero far riflettere molti sull'utilizzo di tale tipo si cura.

Come abbiamo visto qui sopra comunque, mangiare sano con una dieta equilibrata è sempre di buon auspicio per chi possiede un qualsiasi problema, se poi si seguono con attenzione i consigli del dottore si va sul sicuro.

Curare l'ipertrofia prostatica benigna con le cure naturali.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo ipertrofia prostatica benigna e cure naturali

Cure naturali per l'ipertrofia prostatica

ritengo, che oltre alle cure omeopatiche, un buon massaggio con la punta delle dita nella regione puberale, sia di ottimo aiuto per riattivare la funzionalità della prostata.

Soffro di ipertrofia prostatica benigna

Io è circa 10 anni che soffro di ipertrofia prostatica benigna e continuuo a prendere farmaci.Sono stufo e ho deciso di operarmi.

Lascia il tuo commento: