Ipotiroidismo cure naturali

Perfino per l'ipotiroidismo esistono delle cure naturali da poter provare sotto consiglio del proprio consulente medico di fiducia, l’ipotiroidismo consiste in una particolare situazione  in cui il corpo produce una bassa quantità di ormone tiroideo.  Poiché il buon funzionamento di ogni cellula dipende da questo ormone, risulta ben chiaro come ciò rappresenti un gran problema.

Ipotiroidismo cure naturali

Ipotiroidismo cure naturali

Sintomi e diffusione dell'ipotiroidismo:

È una malattia che risulta essere più comune fra le donne che fra gli uomini, con una differenza di 10 a 1 e sembra addirittura che molte persone non abbiano idea quali ne possano essere i sintomi e quindi è necessario essere bene informati.

I sintomi dell’ipotiroidismo possono essere lievi o gravi, e di solito si manifestano entro un periodo che può andare da mesi ad anni.

La chiave per poter lottare meglio con la malattia è quella di individuare bene i sintomi così da poter applicare da subito la terapia più efficace.

  • estrema stanchezza, anche dopo aver riposato bene
  • aumento di peso non spiegabile
  • intolleranza al freddo ed al caldo
  • poco motivati
  • mal di testa, frequenti emicranie
  • pelle e capelli secchi
  • irritabilità, ansia e depressione
  • confusione mentale
  • stipsi ed intestino irritabile
  • poco desiderio sessuale
  • insonnia
  • crampi muscolari
  • apnea notturna e russa mento
  • aumento del flusso mestruale delle donne
  • occhi e viso gonfi
  • pelle secca ed inspessita
  • unghie fragili e secche
  • la formazione del gozzo sul collo

Da tenere ovviamente presente che tutto questi sintomi non si presentano simultaneamente.

Se ci si accorge dell’insorgenza di alcuni di questi sintomi e si pensa che siano correlati all’ipotiroidismo  posso suggerire alcuni rimedi naturali che hanno funzionato nella mia personale battaglia contro questa malattia.

Ipotiroidismo cure e terapie

La terapia ormonale sostitutiva

Esistono ormoni naturali ed ormoni sintetici. Gli ormoni naturali sono sempre meglio, nonostante tutto ciò che ne possano  dire i medici.  Il processo di assorbimento  di un ormone naturale infatti da parte del nostro corpo è sempre più facile. Inoltre, in alcune persone, l’uso di ormoni sintetici può causare più problemi di quanti ne risolvano.

Esercizio fisico

Aumentate il livello della vostra attività fisica. Uscite e muovetevi. Questa è una cosa estremamente importante per la cura all’ipotiroidismo. L’esercizio fisico fa aumentare il metabolismo ed aiuta a perdere peso. Fare 30/40 minuti di allenamento è perfetto. Comunque anche 10 minuti al giorno risultano avere una buona efficacia.

Applicare una dieta naturalmente sana

Alimenti naturali che stimolano la funzione tiroidea sono le carote, gli spinaci, gli asparagi, l’olio di oliva, l’avocado, i semi di girasole, i cereali integrali, le banane, la crusca, le noci del Brasile, il tonno, le cipolle, i pomodori, ed i broccoli.

Frutta e verdura biologica, cibi freschi ed integrali sono delle buone scelte. Le proteine magre, come il pollo, il pesce, il tacchino e la carne rossa privata del grasso hanno una buona influenza nel favorire  ed aiutare il nostro processo metabolico.

Gli alimenti che invece dovrebbero essere consumati con moderazione perché potrebbero interferire con la funzionalità tiroidea sono i cavoletti di Bruxelles, le rape, il cavolo, la senape, i fagioli, i semi di lino, le patate dolci, le arachidi e tutti i prodotti di soia.

Evitate le bevande stimolanti come il caffè e la coca cola, il fumo e le bevande alcooliche perché anche loro influiscono negativamente sulla funzione tiroidea.

Aumentare il metabolismo

Piuttosto che fare 3 pasti al giorno, tendere ad avere 5 piccoli pasti consumati durante l’intero arco della giornata. Possono essere composti da proteine, , frutta, cereali, per la colazione e per gli spuntini.  Pranzo e cena devono essere composti da una proteina, verdura e carboidrati.  Questi accorgimenti aiutano a mantenere il metabolismo del corpo efficiente.

Seguendo i consigli riportati in questo articolo si può trattare e curare l’ipotiroidismo. Detto ciò , non sarò  io a dirvi che  comunque che con questi sintomi non dobbiate vedere un medico, la mia esperienza con questa malattia mi ha insegnato di non sottovalutarla. Ora, con la condivisione delle informazioni  qui contenute, spero sia così anche per voi.

Francesca D.

Consigli e suggerimenti naturali per ipotiroidismo.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo ipotiroidismo cure naturali

E' interessante sapere che gli ormoni naturali sono meglio di quelli sintetici...ma dove trovarli e come assumerli? grazie per una risposta

Grazie per tutti i suggerimenti; ho un tsh di 5,41 e il medico è molto propenso a darmi l'eutirox che io non voglio prendere perciò mi interessava sapere se c'è un prodotto specifico ma naturale, senza effetti collaterali e che possa rappresentare anche una cura x questa "rognosa"malattia.

Un consiglio per chi ha l'ipotiroidismo

Consiglio a tutte visto che l'ipotiroidismo e' una patologia che affligge le donne,di consultarsi visivamente ,con tutti gli esami del caso pronti da leggere,il dott.R.Vergini Visita a Milano,Brescia,Forlì.

Soffro di ipotiroidismo e preferirei curarmi naturalmente

Salve, appartengo alla categoria delle ipotiroidee da 3 mesi circa e sempre da 3 mesi ho smesso di fumare!.....In cura con Eutirox 100 ( prima 50) che poco mi piace, preferendo sempre soluzioni naturali, da una settimana circa ho un notevole fastidio ai seni con sporadici dolori, sembrano "cose" non mie, che si muovono, sto letteralmente dando fuori di testa!.....ovviamente tutto questo nel periodo più incasinato dell'anno.....
Dopo le feste provvedo all'ennesimo controllo....
La D.ssa che mi ha in cura mi ha riferito che non posso farci nulla e di prendere eventualmente analgesici ed antinfiammatori .
Ho 55 anni e stavo bene!......
Qualcuno di voi può aiutarmi velocemente?.........

Ipotiroidismo e omeopatia

Da luglio 2012 sono in cura per ipotiroidismo. Sono una 47enne, nn ho mai fumato e ho sempre fatto sport. Me ne sono accorta perchè sentivo un nodo in gola ogni tanto. Inizialmente ho fatto anche una visita, ho assunto Eutirox 25 poi ho deciso di andare da un medico omeopata. Sono soddisfatta ho visto i risultati mi tengo sempre sotto controllo. Sto molto attenta nell'alimentazione da sempre. Il mio ciclo è regolare, finora nn ho mai avuto probrlemi. Nn sono in premenopausa. Nn è correlato a ciò.
In bocca al lupo.

Ipotiroidismo: la mia esperienza

Salve io posso solo fornirvi la mia personale esperienza...
Ho avuto i primi fastidi con la tiroide gia in fase adolescenziale.
Andavo dal mio medico e praticamente ogni volta gli facevo l'elenco dei sintomi qui sopra riportati e mi diceva che era soltanto stress dovuto alla scuola..
Poi a 16anni la mia insegnante di scienze, (e figlia di medico) vedendo il mio collo con il gozzo mi suggerì di fare i test x la tiroide.
Riandai dal mio medico e dopo una lunga battaglia mi disse "se proprio hai voglia di far buttare i soldi ai tuoi genitori accomodati pure" e mi fece l'impegnativa.

Fatti i test scoprii che ancora un annetto e sarei stata irrecuperabile xkè ero ad uno stadio avanzato della malattia.

Andai da una specialista che mi prescrisse varie medicine tra cui la pillola Diana e l'Eutirox
Ingrassai da 55kg a 75kg in meno di 4 mesi.
Ad ogni ciclo stavo così male che svegliavo mia madre con delle fitte allucinanti al ventre che non mi permettevano neanche di respirare.
Stavo così male che nei giorni del ciclo non riuscivo neanche ad alzarmi dal letto e mia mamma mi lasciava a casa dato che passavo le notti in bianco a piangere ed ad ogni ciclo i dolori erano sempre peggio.

Lo feci presente alla mia Dottoressa e mi dissi che erano solo delle mie fissazioni e che non era vero nulla ma erano delle mie fantasie psicosomatiche.
Nel frattempo le analisi andavano sempre più male e lei me ne dava la colpa aducendo che non seguivo scrupolosamente i dosaggi delle medicine, ma non era vero.

Feci la sua cura per 6 mesi, fino a che mia mamma non lesse per bene tutti bugiardini e buttò tutte le medicine nel secchio della spazzatura.

In quel periodo da torino era giunta una nuova Dottoressa Omeopatica Anna, una signora sulla quarantina.
Lei dopo aver visto le mie analisi e saputo la mia storia clinica e fatte alcune analisi con le sue strumentazioni mi dette una cura con i fiori di back varie medicine omeopatiche ecc..

(Ah e scoprì anche il perchè dei miei disturbi intestinali, che non era lo stress scolasticocome come diceva quell'altro genio del mio medico di base, ma l'intolleranza al lattosio! Ed io non sapendolo mangiavo formaggio in quantità industriali)

Rimasi in cura con lei per più di 2 anni e nel frattempo continuavo ad andare a controllo trimestrale dalla vecchia dottoresta per poter fare le analisi del sangue.

Oltre a sentirmi meglio le analisi in pochi mesi migliorariono sensibilmente.
Anche se nel mentre ogni volta dovevo sopportarmi la dottoressa ke mi diceva.. """ hai visto che ora che ti sei decisa a seguire per bene la cura che ti ho dato stai iniziando a guarire, non come facevi all'inizio che facevi solo finta"""

Dopo 3 anni la Dottoressa dell'ospedale mi disse " Bene le analisi sono ottime, hai visto che alla fine seguendo la mia cura sei guarita?!"
Mi assicurai per bene che fossi guarita e che non dovessi più rivederla e la salutai, ma lei continuava a farmi la morale e a rimproverarmi del fatto che per i primi 6mesi secondo lei non le avevo dato retta e lì non ce la feci più e le dissi """"si peccato che sono 2anni che le non prendo non seguo più la sua cura e invece mi sto curando con i fiori di Back!"""""
ora vi lascio solo immaginare la sua reazione, urla anatemi e maledizioni varie ed eventuali, mi ha sbuttato fuori dal suo studio a quasi a calci, con mia madre dietro che mi rimproverava che potevo anche starmi zitta.
Ma non ce l'ho fatta.. non ne potevo proprio più di quella sotto specie di cretina boriosa che se l'avessi lasciata fare mi avrebbe rovinato la vita (oltre a quei 20kg che non sono più riuscita abuttare giù) e che si credeva Dio sceso in terra, ma che in realtà non sapeva neanche dove aveva i piedi.

Perchè ricordiamoci che quando sono così prepotenti e nonostante hanno la nostra vita nelle loro mani il più delle volte non hanno neanche l'umiltà di ascoltarci quando gli diciamo che stiamo male.

E in più se gli parli di medicine omeopatiche ti guardano come se gli dicessi "" sono in cura dallo stregone del villaggio"" (e io sono sicura che alcuni stregoni africani sono dei Dottori megliori di quella che avevo io).

Però questo succede solo qui in italia, perchè la mia dottoressa omeopatica che qui non aveva nessun titolo, lavora lavorava anche in germania francia e austria dove è considerata un Dottore a tutti gli effetti.

Cmq io ora ho 30 anni, ogni anno mi faccio le analisi della tiroide, che si è vero non è mai guarita e non so se lo farà mai, ma i valori sono sempre nella media e mi posso ritenere soddisfatta :)
e a parte i kili di troppo e un po di stanchezza durante il cambio di stagione sto abbastanza bene.

Per stare meglio dovrei riprendere le cure omeopatiche e starei da Dio come nei due anni di cura, ma non posso perchè i prezzi sono proibitivi (sempre solo qui in italia ovviamente) e la mutua non ti aiuta manco per idea.

Ora quello che posso consigliare a chi è ipotiroideo come me è di:
leggersi bene i bugiardini prima di prendere le medicine (una delle mie era un castratore chimico usato per pedofili seriali.. una cosetta leggera leggera.. ah e tra l'altro non dovevano prenderlo assolutamente le donne xkè la dose di ormoni che aveva rischiava di flippare il nostro sistema riproduttivo)
metteresi in mano ad un bravo medico (non per forza omeopatico, ma che almeno capisca cosa ti stia prescrivendo)
e se si può tenere i piedi in due staffe per poter fare le analisi abbastanza spesso e monitorare la cura.

I medici sono importantissimi, e proprio per questo è importantissimo scegliere bene a chi si sta affidando la propria vita perchè con la tiroide non si scherza e uno sbaglio si può pagare a caro prezzo, e il conto viene presentato a noi e non di certo al nostro medico.

Un bacio a tutti quelli che hanno la sfortuna di essere miei colleghi

Lascia il tuo commento: