Parodontite cure naturali

La parodontite è un’infezione a carico dei tessuti che si trovano attorno ai denti e delle gengive; in italia si trova ai primi posti nella classifica delle malattie più diffuse tra la popolazione adulta, pertanto l’attenzione di molte persone è rivolta alla ricerca di cure naturali per sconfiggere e risolvere uesto problema. Quali sono le cause della parodontite?

Parodontite cure naturali

Parodontite cure naturali

Sicuramente una scarsa igiene orale, carie, il fumo, ma anche fattori genetici e una dieta povera contribuiscono ad alimentare l’insorgenza di infiammazioni a carico del tessuto gengivale (originando le gengiviti) o estesa ai tessuti di supporto dei denti.

Le conseguenze della parodontite sono:

  • perdita di attacco dei denti, con formazione di tasche parodontali nelle quali proliferano i batteri e le particelle di cibo che sono state spesso la causa dello sviluppo dell’infezione;
  • mobilità dei denti;
  • sanguinamento gengivale;
  • perdita di denti;
  • alito cattivo permanente;
  • bruxismo (digrignamento dei denti).

Cure naturali per la parodontite:

Se dentifrici e rimedi naturali sono tra le prime cure cui ricorrere all’insorgenza della parodontite, il primo e più importante metodo curativo è l’attenzione particolare alla dieta. E’ facile comprendere, infatti, che alimenti ricchi di zucchero, prodotti alimentari trasformati (quindi contenenti additivi, coloranti, ecc.), prodotti a base di farina bianca, caffeina, alcool, aggravano il grado di infezione, impedendo ai globuli bianchi di combattere la proliferazione di batteri e la formazione di placca.

Tutto questo porta ad un anamento dell’efficacia delle cure naturali e ad un ricorso sempre maggiore all’intervento chirurgico.

Quali sono, allora, gli alimenti da preferire per prevenire la comparsa della parodontite e delle infiammazioni gengivali più in generale? Frutta e verdura cruda (per es. kiwi, cantalupo, broccoli, peperoni verdi, patate dolci, carote, verdure a foglia verde) dovrebbe appartenere alla dieta quotidiana, non solo perché ricche di vitamine e minerali, ma anche perché rappresentano un ottimo esercizio per denti e gengive.

Tra le  cure naturali si contano anche gli integratori alimentari come:

  • ginkgo biloba: si tratta di una pianta originaria della Cina le cui foglie vengono utilizzate per migliorare la circolazione del sangue;
  • alimenti contenenti zinco, che hanno la proprietà di aumentare le difese immunitarie;
  • vitamina C con bioflavonoidi (detta anche vitamina C2) contenuta in molta frutta e verdura, utile per rallentare l’espansione della placca;
  • coenzima Q10 per facilitare il rinnovamento cellulare.

Infine, erbe medicinali come l’aloe vera (utilizzata in forma di gel da applicare sulle gengive infiammate), l’olio di chiodi di garofano o l’olio di eucalipto (entrambi diluiti in parti uguali in olio di oliva) si sono rivelate essere ottimi palliativi per il problema delle gengive doloranti, poiché il massaggio facilita la guarigione e la circolazione sanguigna del tessuto gengivale.

In forma di tisana ovvero di collutorio, altre erbe medicinali come la camomilla, il fiore di calendula, la foglia di salvia, si sono rivelate ottime soluzioni nella riduzione dell’infiammazione e nella lotta all’infezione batterica. In particolare, per il problema dell’aumento della placca batterica, esistono piante officinali attive nel rinforzare le difese immunitarie come l’echinacea, le bacche di biancospino e la rosa canina.

Ad ogni modo, il primo vero grande alleato di denti e gengive sane è una corretta igiene orale. L’uso quotidiano di spazzolino e filo interdentale, spazzolare con cura denti e lingua e fare regolarmente dei controlli presso uno studio dentistico restano sicuramente le cautele più importanti e sicure contro ogni sorta di infezione batterica.

Consigli e cure naturali per la parodontite.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo parodontite cure naturali

Paradontite articolo scritto con competenza e molto esauriente

Vive congratulazioni per la competenza e la capacità espositiva che nel vostro articolo , Sto navigando parecchio che risultate essere uno dei migliori! Andando oltre la piorrea, Chi mi ha colpito, Ma che ritengo di avere superato vorrei un consiglio per poter rafforzare la tenuta del incisivo attualmente dondola PIORREA&rafforzamento incisivo Dondolante SHOCK DAL DENTISTA!: Ho 50 anni e ci sono arrivato con i miei bei 32 denti illesi! Causa questo incisivo dondolante, ho consultato Dentista, Il quale tout court dopo quattro minuti di poltrona dentistica, Sentenzia: La piorrea, infezione batterica, ha compromesso la stabilità dei denti … Ergo Antibiotico per cinque giorni e Lunedì prossimo… togliamo i quattro incisivi inferiori , Procediamo all'inserimento di un ponte o di denti finti! Purtroppo un secondo Dentista ha ripetuto le medesime proposte. L'erborista mi scongiura di ignorarli e iniziare Da subito per sei mesi:
1) Rovamicina una settimana al mese;
2) alle radici Dei denti TEA TREE OIL;
3) integratori di calcio e complessi vitaminici B+C;
4) ottima igiene dentale e .... fare attenzione a non starnutire!!!

La mia domanda è: consigli per rafforzare la stabilità del DENTE?, e ritardare al massimo il sopravvento Del "cavadenti Si muove uno ne tolgo quattro"? Vi ringrazio per una risposta prioritaria… Ancora CONGRATULAZIONI!

P. S.: Sono vegetariano Da 15 anni, Fruttariano , crudista all'80% circa da due anni.

Ho la parodontite ed il dentista propone la levigatura dei denti

Ciao, anche a me hanno diagnosticato la parodontite pur non avendo denti che si muovono e infiammazione visibile, solo un dente presenta l'aspetto tipico della parodontite. Soluzione del dentista: levigatura di TUTTI i denti... Qualcuno mi sa dare un parere e una cura alternativa?
Non so a chi rivolgermi ma mi sembra eccessiva come soluzione...un grazie anticipato!!!

Anch'io soffro di paradontite grave generalizzata

Ciao, anche io sono nella medesima situazione, parodontite grave generalizzata, mi hanno proposto levigatura denti molari, e poi vedremo, qualcuno ha delle informazioni approfondite su questa tecnica, se ci sono controindicazioni e soprattutto se ci sono cure alternative meno invasive e più naturali?? grazie simona

Prevenzione e cura della parodontite

Ciao sono un igienista dentale, io mi occupo proprio di questo... prevenzione e cura della parodontite. Quando ci sono delle tasche o sacche è assolutamente necessario andare ad eliminare tartaro all interno favorendo l eliminazione dell infiammazione e permettendo cosi alla gengiva di aderire alla radice del dente portando anche una diminuzione della mobilità. Questa tecnica viene definita levigatura radicolare. Quando c'è una mobilità sugli incisivi spesso viene fatto uno splintaggio cioè vengono uniti i denti mediante un filo sottile nella parte interna, questo permette di dare maggiore stabilità e non crea nessun fastidio. Consiglio di aspettare ad estrarre denti o fare ponti e quantaltro, ho visto molti pazienti a cui avevano proposto tutto ciò che avendo deciso di effettuare altre cure quali levigature e igiene ravvicinate, hanno mantenuto i loro denti e sono felici e soddisfatti. Spero di esservi stata di aiuto. Ciao Eliana

Lascia il tuo commento: