Danza africana

La Danza Africana è un termine mediante il quale si identificano una miriade di espressioni artistiche differenti che definiscono l’universo della danza nel continente africano.

La danza africana è un tipo di danza composto da un così vasto insieme di culture eterogenee, che non può essere soddisfacentemente descritto in poche e semplici parole, ma alcune linee guida possono essere utili per iniziare a capire le basi di questo fantastico mondo atavico. Innanzitutto è fondamentale sottolineare il significato che la danza ricopre nel continente africano. I suoi obbiettivi sono prevalentemente quelli di insegnamento delle regole sociali e comunicazione tra le classi ed i sessi, preghiera nonché celebrazione delle più importanti manifestazioni della vita dell’essere umano come la nascita e la morte.

Danza africana

Danza africana

La danza ricopre, inoltre, anche altre mansioni come quella di insegnamento della storia, proverbi, racconti e fiabe, mezzo di competizione tra le persone, nonché strumento per tramandare la memoria.

Nella cultura africana, infatti, tutto avviene a ritmo di musica e lo strumento più ampiamente diffuso è la voce, ed ecco che movimento corporeo ed abilità vocali si fondono per comporre un unico strumento di comunicazione: in Africa persino la poesia è danzata, un binomio perfetto di danza a musicalità vocale.

IL RITMO DELLA DANZA AFRICANA

In ogni villaggio del continente africano, il suono ed il ritmo delle percussioni esprimono lo stato d’animo delle persone.

Le percussioni sono il segno della vita, il loro ritmo rappresenta il battito del cuore dell’intera comunità, quasi questo fosse capace di evocare emozioni e sentimenti, toccare l’anima di coloro che ne odono il suono.

Nelle comunità africane, il riunirsi in risposta al battito dei tamburi, viene percepito come un’opportunità di vivere un ulteriore livello dell’esistenza umana, come se si avesse così accesso ad un nuovo senso che scaturisce dal vivere con il mondo e con gli altri come un’unica cosa, come fossimo parte di un ritmo collettivo al quale ciascuno è invitato a partecipare secondo il proprio essere.

La danza africana tradizionale si configura, così, come un modo collettivo di esprimere la vita della comunità piuttosto che dei singoli individui e rinforza, in tal modo, la struttura stessa della società.

La danza disposti in cerchi è la configurazione predominante nello scenario africano ed, in generale, al centro si dispongono i musicisti o coloro che hanno il compito di “raccontare” l’oggetto della danza in esecuzione.

Gli uomini utilizzano dei passi ampi, che includono anche passaggi acrobatici e salti, mente le donne danzano utilizzando movimenti più raccolti ma più armoniosi.

Il corpo assume posizioni curve che si mantengono anche per tutto lo svolgimento della danza, sono sempre piegate le ginocchia, simbolo della capacità dell’uomo di mantenere una posizione eretta che lo contraddistingue dagli animali.

L’insegnamento della musicalità inizia nella culla con una molteplicità sbalorditiva di ninne nanne, per proseguire in qualunque luogo ed in qualunque momento di ciascuna giornata dell’individuo: si balla camminando per andare a cacciare, si balla per andare a prendere l’acqua, si balla mentre di lavora la terra o mentre si mangia, al termine della giornata come al mattino appena alzati.

La danza africana viene ballata per sentirsi vivi e per vivere appieno, secondo la filosofia della danza africana danzare è vivere.

DANZA AFRICANA E SALUTE

La danza africana si basa sul principio del poli-ritmo e dell’espressione totale del corpo: le spalle, il busto, il bacino, le braccia, le gambe etc., tutto si deve poter muovere con ritmi differenti, anche contemporaneamente.

Da ciò, scaturisce che sono realizzabili dei movimenti estremamente complessi ed i danzatori sono capaci di passare da un ritmo ad un altro con soluzione di continuità impeccabile: questo si configura come una delle caratteristiche più importanti per che vuole imparate questo stile.

In virtù di queste caratteristiche, dunque, la danza africana rappresenta un potente strumento di allenamento del corpo e, quindi, un mezzo impeccabile per raggiungere e mantenere un ottimo livello del proprio aspetto fisico.

La danza africana è uno degli stili di danza in cui si bruciano maggiormente le calorie che quotidianamente ingeriamo con i cibi e gli stimoli allenanti sono orientati al mantenimento di una forma fisica impeccabile, poiché vanno a sollecitare tutti i muscoli del corpo ma in modo particolare i glutei e le cosce.

Non ultimo l’effetto benefico che ha l’applicazione dei principi del poli-ritmo e dell’espressione totale del corpo, che migliorano le capacità di controllo motoria del corpo a 360 gradi.

A cura di:
FRANCESCO FLORIS
Mestro di Kung fu Wushu

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: