Diatermocoagulazione: la diatermocoagulazione

La diatermocoagulazione è un trattamento che viene utilizzato per diverse applicazioni.

A cosa serve la diatermocoagulazione ? La diatermocoagulazione è una applicazione medico/chirurgica utilizzata per il trattamento di condilomi, verruche, piaghetta e nei, la diatermocoagulazione tecnicamente si basa nel concentrare uno stimolo di corrente ad alta frequenza verso un punto preciso provocando cosi la distruzione dei tessuti ed allo stesso tempo la coagulazione cellulare il tutto grazie ad un effetto termico.

Diatermocoagulazione

Diatermocoagulazione


Come funziona la diatermocoagulazione?

La diatermocoagulazione avviene per mezzo di un particolare elettrobisturi dove risulta presente un elettrodo inattivo dalla grande superficie, che "invade" la parte del corpo da trattare mentre l'elettrodo attivo munito di manico e microsfera per l'azione coagulante viene posto direttamente a contatto della zona precisamente interessata e l'impulso utile al trattamento viene fornito da un generatore di corrente solitamente comandato da un pedale o similare. La diatermocoagulazione viene utilizzata anche in ambito ginecologico e può essere indicata in caso di cerviciti croniche, di piaghetta della mucosa cervicale, di emorragie provocate da una biopsia ed anche in caso di polipi cervicali benigni.


Controindicazioni della diatermocoagulazione:

La diatermocoagulazione non deve mai essere eseguita in caso di lesioni tumorali maligne o comunque sospette ed in presenza infiammazioni acute e subacute degli organi pelvici ed anche in gravidanza.Solitamente la diatermocoagulazione viene eseguita nella settimana seguente alla mestruazioni e dopo una terapia antibiotica base.


Post diatermocoagulazione:

In alcuni casi dopo un paio di settimane il soggetto trattato potrebbe incorrere in una emorragia contenuta che si arresta autonomamente, generata dalla caduta del tessuto trattato. La diatermocoagulazione viene utilizzata anche in dermatologia per il trattamento di piccole lesioni cutanee, qualora queste non siano "meritevoli" da richiedere un esame istologico approfondito e che il trattamento non lasci poi cicatrici visibili, trattata la parte interessata.

Le lesioni semplici che si possono trattare con questa tecnica possono essere:

  • verruche volgari
  • porri cutanei
  • verruche seborroiche
  • verruche senili
  • condilomi
  • particolari angiomi stellati
  • capillari venosi ectasici
  • fibromi penduli

ed altri ancora, mentre nella chirurgia in genere la diatermocoagulazione può essere utilizzata per è utilizzata per l'emostasi di piccoli vasi.

Informazioni sulla diatermocoagulazione

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo diatermocoagulazione: la diatermocoagulazione

sono un ragazzo affetto da condilomi da 2 anni nella zona genitali, ho fatto cure su cure, tra cui bruciature con zolfo e aldara crema!!! ma ancora son presenti!!! ho sentito che esiste sta terapia diatermocoagulazione, vorrei sapere se è efficace e dolorosa!!

volevo sapere se la diatermocoagulazione (utilizzata per ectropion) provoca degli effetti particolari nei soggetti che assumono la pillola anticoncezionale.

La diatermocoagulazione non è dolora

Ti assicuro che ho provato la diatermocoagulazione (verruche seborroide) non è niente di doloroso.

Ho fatto la diatermocoagulazione

Ho fatto la diatermocoagulazione al collo dell utero nello studio del mio ginecologo dura 10 minuti circa praticamente indolore. Costo 300 euro

Lascia il tuo commento: