Dieta chetogenica

Dieta chetogenica? La dieta chetogenica nasce nel John Hopkins Hospital come cura ideale per combattere l'epilessia, visto che in quegli anni non c'erano farmaci abbastanza sviluppati per combattere a dovere le crisi epilettiche; la dieta chetogenica, in ogni caso, è risultata essere realmente efficace anche se non se ne capisce ancora bene il motivo.

La dieta chetogenica si differenzia da tutti gli altri piani alimentari, in quanto è ricca di grassi e povera di carboidrati: il suo scopo è infatti quello di indurre l'organismo a trasformare il grasso in chetoni da utilizzare in energia, visto il basso tasso di glucosio assunto.

Dieta chetogenica

Dieta chetogenica

È fondamentale infatti, durante la dieta chetogenica evitare qualsiasi forma di energia che non sia di origine grassa, così da stimolare questo processo chiamato chetosi.

I chetoni solitamente si formano quando una persona sta a digiuno, e sono rintracciabili nelle urine: il primo passo della dieta chetogenica, infatti, è stare senza mangiare per una giornata intera, così da vedere se il proprio corpo inizia il processo di chetosi, in caso positivo si può cominciare.

Durante la dieta chetogenica è importantissimo non assumere zuccheri, onde evitare la produzione di glucosio oltre che dei chetoni.

Gli alimenti della dieta chetogenica comprendono carne come manzo, hamburgers, roast beef, agnello, maiale, pancetta, prosciutto; pesci e crostacei come aragoste, tonno, salmone, granchi e trote, mentre altri alimenti della dieta chetogenica comprendono l'utilizzo di burro, olio, senaper, salsa di soia...

Si può consumare anche una mimima dose giornaliera di carboidrati, reperibili nei carciofi, nei peperoni, nei salumi e nelle salsiccie.

Se volete rendere la vostra dieta chetogenica efficace al massimo del suo potenziale assicuratevi di includere frutta e verdura, come i broccoli, gli spinaci, la lattuga i cavoli; il pompelmo, le fragole, il kiwi ed i limoni sono un toccasana durante la vostra dieta chetogenica.

È importante eliminare quegli alimenti saturi di carboidrati, come il pane, il riso, le patate, i cereali, le banane e le pesche.

Durante il periodo di dieta chetogenica è necessario continuare a monitorare i risultati, in quanto può avere effetti collaterali spiacevoli, come disidratazione e stitichezza.

Durante i primi giorni questo piano alimentare può indurre torpore, evolvendosi poi in calcoli renali, alterazione della funzionalità epatica e alti livelli di colesterolo nel sangue: visto che la dieta chetogenica è povera di vitamine è indicata l'assunzione di supplementi di calcio, vitamina D, ferro e acido folico.

Non fatevi ingannare poi dalla velocità con cui riuscite a perdere peso durante il primo periodo!

Durante la chetosi, infatti, vengono eliminate tutte le riserve di glicogeni dai tessuti muscolari e dal fegato.

Cosa significa? Succede che durante il primo periodo non buttate giù i chili eliminando il grasso, ma diminuendo la massa muscolare e i liquidi presenti nei tessuti.

In questa maniera perderete tono muscolare, rallentando il metabolismo: tutto questo non farà altro che diminuire anche la quantità di calorie bruciate al giorno, facendovi ingrassare.


Vediamo ora un esempio di dieta chetogenica:

-Colazione-

  • Uova strapazzate con burro e una salsiccia
  • Un bicchiere di succo di frutta

-Snack-

  • Burro di arachidi con sedano

-Pranzo-

  • Insalata di tonno, pomodori e maionese su un letto di lattuga
  • Fragole con panna montata ricca di grassi

-Cena-

  • Hamburger con formaggio, lattuga, pomodoro e patatine fritte
  • Crepes dietetiche alla nutella e panna montata.

Ricordatevi che prima di intreprendere il percorso della dieta chetogenica è necessario chiedere il parere di un medico o un dietologo, in modo da scegliere la soluzione ideale per il vostro corpo.

Visto gli effetti collaterali che ne derivano, durante la dieta chetogenica, è fonamentale continuare a monitorare i risultati e le conseguenze, in modo da vivere al meglio il periodo che vi si prospetta davanti.

In ogni caso non è un piano alimentare indicato per un lungo periodo, ma se seguito con attenzione può essere la soluzione più valida per combattere l'epilessia ed i probelmi ad essa collegati.

La dieta chetogenica

Dieta a dieta

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo dieta chetogenica

dieta chetogenica

Penso sia un'ottima alternativa per combattere l'epilessia.

Lascia il tuo commento: