Dieta zona

Funziona la dieta a zona? Ma quanto funziona questa dieta? La dieta a zona funziona veramente ma più che una dieta è un metodo alimentare che lo scienziato americano Barry Sears l'ideatore della dieta a zona ha sviluppato per raggiungere, attraverso l'uso bilanciato del cibo, uno stato ottimale di salute in cui l'organismo lavora al massimo dell'efficienza. La chiave per accedere a questo stato metabolico (la zona) è racchiusa negli eicosanoidi i potentissimi ormoni oggetto di studio di Bergstrom, Samuelsson e Vane, che grazie alle loro ricerche hanno conseguito nel 1982 il premio Nobel per la fisiologia e la medicina.

Dieta zona

Dieta Zona


Tutto sulla dieta a zona

Barry Sears (In foto) ha cercato di individuare il codice nutrizionale che dirige la formazione degli eicosanoidi, e soprattutto ha scoperto come utilizzarla per ottenerne beneficio.


Basi della dieta a zona

Partendo dall'ipotesi che la salute e la malattia possono essere l'espressione del corretto equilibrio o dello squilibrio di questi ormoni, il dottor Sears ha cercato il modo di ottenere il loro bilanciamento per raggiungere la migliore espressione metabolica del nostro corpo, ovvero la zona.

Cosa si intende per Zona ?

Per gli sportivi questo termine è ben conosciuto e identifica il periodo in cui danno le loro migliori prestazioni.

Come si mangia nella Zona ?

Per Sears gli alimenti vanno trattati con grande rispetto. In quanto sono il mezzo più potente che ci permette di controllare il nostro corpo.

Secondo il dottore è importante abituarci a guardare il cibo con una prospettiva diversa perché quello che mangiamo il modo in cui lo mangiamo e gli orari hanno un effetto chiave sulle connessioni biochimiche che regolano il funzionamento del nostro organismo.

Con la dieta a zona siamo quello che mangiamo.

È bene mettersi in testa che il corpo è una complessa macchina metabolica il cibo che viene introdotto con la dieta serve si a fornire il "carburante" ma anche si a stimolare una risposta ormonale che incide in modo determinante sulla salute.


Insulina e la dieta a zona

Il primo importante ormone che la Dieta a Zona si propone di controllare è l'insulina, secreta dal pancreas quando mangiamo, specialmente carboidrati, si verifica un innalzamento della glicemia nel sangue a cui il corpo risponde con la secrezione di insulina che provvede a riportare i livelli ematici di glucosio nella norma.

La dieta a zona e i carboidrati

Purtroppo un pasto troppo ricco di carboidrati, provoca un eccessivo innalzamento del glucosio nel sangue, scatenando così una risposta insulinica che provvede all'immagazzinamento del glucosio in eccesso nelle cellule adipose sotto forma di grasso di riserva.

Bilanciare i carboidratinella dieta a zona

Nella Zona si cerca di controllare la secrezione di insulina agendo sulla dieta tramite un appropriato bilanciamento tra carboidrati, proteine e grassi ( 40-30-30) che induce l'organismo a produrre livelli ottimali di questa contribuendo al controllo del peso aiutandoci di conseguenza a dimagrire.

Dettagli tecnici della dieta a zona

Ovviamente ci deve essere sempre un compromesso, i livelli d'insulina non devono essere troppo alti, ma neppure troppo bassi.

Glucagone e la sua importanza nella dieta a zona

Continuando l'approfondimento tecnico della dieta a zona incontriamo un altro importante ormone sempre prodotto dal pancreas ovvero il glucagone l'antagonista dell'insulina perché ha il compito di mobilizzare le scorte di energia immagazzinate, il glucagone viene invece stimolato dalla assimilazione delle di proteine .

Il corretto bilanciamento insulina/glucagone, con l'assunzione di carboidrati e proteine bilanciata nelle quantità e nei tempi, garantisce l'adeguata presenza di glucosio nel sangue.

La giusta proprorzione dei nutrienti nella dieta a zona

Un po' in tutte le popolazioni purtroppo i tende a mangiare quantitativi eccessivi di carboidrati e quantitativi inadeguati di proteine, l'equilibrio corretto tra insulina e glucagone non viene mantenuto.

Con la dieta a zona si può raggiungere l'obiettivo di controllare il bilanciamento dei due ormoni, i quali non devono subire brusche variazioni ma mantenere il più possibile livelli costanti e adeguati nel sangue.


40 30 30 è il giusto rapporto dei nutrienti suggerito nella dieta a zona

Oltre a questo obiettivo, la dieta a zona si prefìgge come scopo di regolare anche la secrezione degli eicosanoidi, che sono un grande gruppo di ormoni comprendente le prostaglandine, i leucotreni e i tromboxani, prodotti in ogni cellula dell'organismo in piccolissime quantità.

Tali ormoni svolgono la loro funzione fisiologica in un'area limitatissima e poi si inattivano, sono molto potenti e i loro effetti sono molteplici.

Eicosanoidi nella dieta a zona (parte tecnica)

Gli Eicosanoidi per esempio sono spesso responsabili responsabili di allergie, asma, artriti, ipertensione, risposta immunitaria, aggregazione piastrinica e un'infinità di altri effetti.

E visto che l'obiettivo primario della dieta a zona è il benessere seguendo il metoto indicato possiamo raggiungere i raggiungere il giusto equilibrio tra la produzione di eicosanoidi "cattivi" ed eicosanoidi "buoni".

Entrambi servono per il corretto svolgimento delle funzioni fisiologiche dell'organismo ed è la loro dinamica a mantenere l'equilibrio biologico.

Per esempio la sinergia di eicosanoidi buoni e cattivi regola la pressione sanguigna, come invece è il loro squilibrio che porta a stati patologici come cardiopatie e malattie autoimmuni, quali l'artrite e la sclerosi multipla.

L'equilibrio è quindi sinonimo di salute.

Dieta a zona ( riassunto )

In questa pagina è strata descritta la dieta a zona iniziando dalla storia di questa dieta passando per i semplici concetti su cui è basata concludendo con la parte tecnica.

Riassumendo la dieta a zona nasce con l'intento di ottenere, attraverso un corretto utilizzo dei nutrienti, le risposte ormonali desiderate a scapito di quelle negative in quanto tali reazioni incidono sulla salute, sul peso e sulla performance durante l'attività fisica.

Ed è questa la cosa che differenzia la dieta a zona da una dieta qualsiasi. La dieta a zona non è incentrata esclusivamente sul concetto di calorie (che rimangono importanti) ma punta primariamente sul controllo e l'equilibrio dei principali ormoni di cui scritto sopra.

Dieta a zona

Dieta a zona Sears

Lascia il tuo commento: