Diete ipocaloriche per dimagrire

Anche implementando varie diete ipocaloriche nella propria alimentazione, perdere peso è talvolta difficile e questo dipende molto dalle "cattive" abitudini acquisite nel tempo.

Consigli generali e basilari per seguire al meglio le diete ipocaloriche per dimagrire:

E' consigliato di non saltare i pasti in quanto risulterebbe essere un gioco pericoloso che può avere conseguenze gravi per la salute, perché una limitazione alimentare indiscriminata può causare carenze a lungo andare sostanze nutritive essenziali;

Non mangiare troppi zuccheri e alimenti, senza alcun valore nutritivo, evitare il consumo eccessivo di caffeina;

E' necessario intendere la colazione come un pasto abbondante che comprenda: latte, yogurt, fette biscottate, biscotti o cereali, succhi etc. La colazione è il pasto migliore della giornata e purtroppo molte persone invece fanno della cena il pasto principale della giornata perché durante la giornata consumano snack e altri alimenti talvolta poco nutrienti, come ad esempio un panino a pranzo.

Esistono moltissime diete ipocaloriche per dimagrire e l'importante è scegliere tra le varie diete quella più adatta a seconda dei gusti personali ed esisigenze in modo da poter seguire nel tempo con costanza e dedizione il piano alimentare ipocalorico.

Ecco alcuni esempi pratici di diete dimagranti ipocaloriche uili per dimagrire e molto apprezzate dalle persone di tutto il mondo:

Primo esempio semplice di menù:

Colazione: Un bicchiere di latte intero o parzialmente, o yogurt naturale, cereali e frutta.

Merenda: un succo di frutta o un paio di biscotti.

Pranzo: 70 grammi di pasta o riso integrale con pomodoro o allineato con olio d'oliva. Torta di verdure o carne o pesce, o 100 grammi di formaggio con insalata e un rullo integrale.

Snack: Un pezzo di frutta e un bicchiere di latte parzialmente scremato.

Cena: zuppa con pastina o verdure, o un piatto di pasta o un pezzo di torta di verdure cotte o condite con olio d'oliva o insalata, prosciutto e verdure e macedonie di frutta o yogurt.

Diete ipocaloriche per dimagrire

Diete ipocaloriche dimagrire

Secondo esempio (dieta naturale):

Prefazione

  • Non è possibile eliminare l'olio (quando indicato).
  • Il consumo di minerali e vitamine deve essere molto alto (verdura, cibi crudi, insalate o frutta).
  • Apporto elevato di calcio ( yogurt e formaggio magri).
  • Riduzione dello zucchero optando per la saccarina
  • Bere molta acqua

Preparazione del brodo

Brodo Ingredienti: 1 cipolla, 50 g di sedano 4 rametti di prezzemolo.

Preparazione: Lessare la cipolla, il sedano e il prezzemolo in 1 litro d'acqua per circa 20 minuti e conservare il brodo in frigorifero.

LUNEDI:

COLAZIONE:

  • 2 pezzi di formaggio magro.
  • 20 g di prosciutto.
  • 1 kiwi.
  • 1 yogurt

PRANZO

Insalata Ingredienti: 50 gr. cavolo rosso, 20 gr. 50 gr . di lattuga., Pepe 30 gr. sedano 50gr di pomodoro, 5 gr. olio

Pollo con zucchine 100 gr. pollo senza pelle. 200 gr. zucchine e qualche goccia di olio

Preparazione: Mettere la bistecche di pollo in una padella con qualche goccia di olio .Aggiungere il succo di limone e sale. Al termine della cottura dora

Dessert di mandorle: 15 gr. mandorle

CENA

Crema di zucchine: 200 gr zucchine 1 porro o 1 cipolla accompagnate da prezzemolo tritato.

Cozze al vapore 400 gr. cozze, olio, succo di limone e prezzemolo.

Dessert: yogurt oppure caffè nero o infuso di tè

MARTEDI:

COLAZIONE

  • 2 pezzi di formaggio magro.
  • Pomodoro con tonno in olio.
  • 1 yogurt naturale.
  • Caffè, o te.

PRANZO

Asparagi ed insalata, agnello alla griglia con funghi, mandorle, the o caffè

CENA

Crema di zucchine, gamberetti alla griglia con lattuga, yogurt magro

MERCOLEDI:

COLAZIONE:

Spinaci, 2 carote ed un yogurt naturale

PRANZO

verdure di stagione, pesce alla griglia caffè

CENA:

Insalata, un'orata bollita o al forno con cipolla ed un filo d'olio, due fette di ananas.

GIOVEDI:

COLAZIONE:

Una fetta di formaggio magro, uno yogurt alle fragole e caffè

PRANZO

Funghi trifolati con aglio e prezzemolo ed un filetto di tacchino alla griglia, infuso di tè.

CENA:

Tonno con acciughe, yogurt naturale.

VENERDI:

COLAZIONE:

due fette di pezzi di formaggio magro, un cracker integrale, un kiwi e del tè

PRANZO

Pomodori con formaggio fresco con olio e origano, una seppia alla griglia, due o tre fragole.

CENA

Pesce azzurro alla brace o cotto al forno, peperoni, melanzane e cipolle

SABATO:

COLAZIONE:

  • 2 integrale brindisi.
  • 3 fette di prosciutto.
  • 1 yogurt naturale.
  •  Caffè o tè.

PRANZO

Carciofi con aglio tritato prezzemolo, prosciutto o pesce azzurro alla griglia oppure cucinato al vapore, due fette di ananas.

CENA

Piselli con olio di pomodoro e tonno o pesce affumicato, due o tre fragole.

DOMENICA:

COLAZIONE:

  • Yogurt
  • 1 frutto.
  • 2 pezzi di formaggio magro.
  • Caffè o tè.

PRANZO

Brodo con pezzettini di pollo e formaggio tagliuzzato, coniglio alla griglia e pomodori al forno

CENA:

Crema di verdure, pesce azzurro, mela cotta

N.b.

A pranzo e cena (se gradito) è possibile aggiungere anche due o tre cucchiai di legumi cotti (lenticchie, piselli, ecc) o in alternativa del riso o 150 grammi di patate.

Dieta depurativa delle mele

Prefazione:

Consumare dai cinque ai nove bicchieri di acqua al giorno ed evitare le bevande gassate.

Primo Giorno

  • Colazione: mela
  • Pranzo: mela
  • Cena: mela

Secondo giorno

  • Colazione: mela
  • Pranzo: un insalata verde senza condimento
  • Cena: mele

Terzo giorno

  • Colazione: un croissant integrale, una fetta di prosciutto di tacchino e una mela.
  • Pranzo: insalata verde abbondante con aggiunta di carote e sedano.
  • Cena: mele

Quarto giorno

  • Colazione: un muffin integrale, una fetta di prosciutto di tacchino e una mela.
  • Pranzo: insalata di verdure al vapore con tonno.
  • Cena: riso ed un bicchiere di latte scremato.

Quinto giorno

  • Colazione: una mela, un uovo sodo ed un pezzo di pane integrale.
  • Pranzo: insalata di verdure crude e petto di pollo.
  • Cena: mele

Dieta macrobiotica:

Prefazione

La dieta macrobiotica si basa principalmente sul consumo di cereali integrali, riso, orzo, mais e frumento, che possono essere cotti come bolliti, stufati, zuppe o sotto forma di dolci crocchette. Sono molto importanti anche la frutta e verdura da cui trarre vitamine e minerali.

Per quanto riguarda l'apporto delle proteine invece in questa dieta consiglia prima di combinare carne magra di manzo, pollo senza pelle e pesce ed anche di ridurre il consumo di prodotti latticini.

Bilanciamento yin e yang

Cibi yin: carpe, vongole, anguria, patate, prugne, zucchero, aglio, carne di cavallo, uova, pollo e anatra,

Cibi yang: carne di maiale e caviale.

Mentre cereali e verdure vengono ritenuti il miglior rapporto tra yin e yang.

Come funziona la dieta macrobiotica:

Prima colazione

  • Una tazza di tè
  • Mela cotta o cereali (semola di grano o di frumento)

Pranzo

  • Una minestra di miglio o di alghe e verdure con salsa di soia
  • Un piatto combinato e con riso integrale bollito con proteine di origine vegetale (legumi, frumento, formaggio di soia, fagioli di soia fermentati)

Spuntino:

  • una tazza infuso
  • 2 gallette di riso con marmellata

Cena

  • Una zuppa di verdure con funghi e rape
  • Verdure al vapore
  • Riso o pesce

Appunti:

  • nella dieta macrobiotica viene abbandonato l'utilizzo di zucchero raffinato, cibo in scatola e uova;
  • la cottura avviene esclusivamente con olio o acqua vegetali in contenitori appositi di terracotta;
  • la frutta e la verdura può essere solo di origine biologica;
  • preferire cibi a chilometro zero;
  • consumare verdure di stagione;
  • evitare patate, melanzane e pomodori;
  • evitare il caffè in quanto è consentito solo il tè naturale (cinese e giapponese);
  • elevato consumo di cereali ( riso, frumento, grano saraceno, segale, mais,orzo, miglio, crudi o cotti al vapore);
  • la masticazione del cibi deve essere svolta lentamente;
  • I dolci consentiti sono quelli al riso ed al sesamo o sempre di origine vegetale.

La dieta giapponese:

Dieta dal Giappone per imparare a vivere per molti anni ed in modo più sano con alimenti come: miglio, cereali integrali, riso, grano saraceno, orzo e verdura.

La dieta giapponese è occidentalizzata anche con alimenti come: carne, uova, latte, pane, riso bianco, zucchero.

Alcuni segreti della dieta:

  • usare l'olio solo in piccole quantità per condire le verdure.
  • fare piatti unici
  • mangiare il sashimi della cucina giapponese (si tratta di pesce fresco mangiato crudo, tagliato a pezzettini condito con salsa di soia e una specie di crescione).
  • mangiare Sabu (verdure e carni fatte bollire).
  • mangiare tempura (una pasta fatta con uova, verdure e gamberi).

Mangiare alla giapponese

La cucina tradizionale giapponese si assicura che in ogni pasto sia abbinato con verdure a foglia verde, alghe, radici, steli, frutti, semi, pesce, carne (in piccole quantità).

Il riso, naturalmente, è l'elemento essenziale e di base per quasi tutti i piatti secondo la filosofia orientale.

Bilanciamento dell'energia

Nella dieta giapponese si utilizzano condimenti molto delicati e pochi fritti, il che rende la dieta molto più "leggera".
 

Semplici esempi pratici del "funzionamento" di alcune diete ipocaloriche utili per dimagrire...

Dieta a dieta

Lascia il tuo commento: