Dimagrimento gambe

Quali sono i segreti del dimagrimento focalizzato sulle gambe? Tutti sanno che il miglior modo per dimagrire è mangiare meno, ma in realtà non è sufficiente solo una simile variazione nella propria vita al fine di raggiungere quest’obiettivo che talvolta sembra addirittura irraggiungibile.

Come favorire il dimagrimento mirato alla zona gambe? Tutto inizia dal fatto che negli esseri umani, in base alle caratteristiche fisiologiche, il senso di sazietà può essere avvertito solo dopo che siano trascorsi 20-30  minuti dal momento in cui si mangia. Mangiare 3-4 volte al giorno è pertanto più che sufficiente secondo questo parametro.

Dimagrimento gambe

Dimagrimento gambe

Questi pasti giornalieri dovrebbero però essere costituiti essenzialmente da alimenti sani come carne, verdura, frutta e latticini: la dieta migliore deve essere varia e includere tutti gli alimenti necessari ad apportare il fabbisogno nutrizionale essenziale.

Oltre la composizione dei pasti ha allo stesso modo importanza il momento in cui essi vengono svolti: non è consigliabile mangiare prima di andare a dormire e piuttosto è bene mangiare almeno 4-6 ore prima di coricarsi.

Le calorie assunte durante l’arco della giornata servono a svolgere le normali attività, durante le quali viene bruciato un certo numero di calorie, ma tale quantità può essere innalzata praticando dello sport. L’esercizio fisico promuove, infatti, il consumo di calorie e quindi una perdita di peso, oltretutto è un ottimo modo per rafforzare il sistema cardiovascolare, aumentare la massa muscolare, nonché contribuire a molti altri fattori che rendono migliore la salute.

Nel caso in cui si dovessero accumulare calorie extra queste si tradurranno in altre parole in grasso che si depositerà nei tessuti.

Il grasso accumulato nella zona addominale, per esempio, può essere facilmente bruciato solo facendo del movimento o praticando attività come: danza, jogging, ciclismo, nuoto oppure qualunque tipo di attività che migliori lo scambio di ossigeno.

Altrimenti altra arma a disposizione sono le diverse diete a cui si ci può rivolgere. Sono caratterizzate ognuna da uno specifico programma che permette la perdita di una certa quantità di chili in un determinato periodo di tempo ed ovviamente si differiscono per la tipologia di alimenti inclusi; alcune sono più rigide, altre che lo sono meno comprendono un’alimentazione più varia, ma tutte sono accomunate dallo stesso obiettivo. Ci sono tra queste delle diete che promettono persino di perdere peso in soli 3 giorni, ma in questi casi non fidatevi troppo del programma alimentare che vi si propone dal momento che una perdita rapida di peso potrebbe essere dannosa per la vostra salute e per di più queste sono le situazioni in cui con molta più probabilità i chili persi in pochissimi giorni saranno ripresi in poco meno di un mese. Le diete dimagranti veloci sono davvero tantissime e tra queste le più popolari sono: la dieta giapponese, la dieta associata al gruppo sanguigno e la dieta kefir, insieme alle molte altre.

Tra le possibili diete ve ne sono alcune che includono dei giorni di digiuno: digiunare può essere molto dannoso, a meno che si debba rimediare a banchetti o dopo feste durante i quali si è sforato il limite giornaliero di calorie.
Oltre ciò alcuni programmi alimentari includono l’uso di additivi biologicamente attivi sotto forma di pillole, compresse o tisane, ma in realtà l’efficacia di questi farmaci è spesso messa in discussione, anche se molti aiutano effettivamente a perdere peso. Prima di assumere uno qualunque di questi farmaci, accertatevi sui loro effetti o controindicazioni e chiedete consiglio ad un esperto.

Non solo in situazione di dieta ferrea, ma in ogni caso è consigliabile segnare tutto ciò che si mangia così da rendersi conto della quantità di calorie ingerite e di quelle bruciate. Se si consumano più calorie di quelle che si bruciano o comunque se ne consuma una quantità superflua rispetto quella effettivamente necessaria, questa energia in più va a depositarsi nel tessuto adiposo. Allora è ovvio che il modo in cui si può perdere peso è realizzato proprio diminuendo l’apporto di energie assunte così da evitarne una concentrazione nei tessuti.

Qualunque sia la dieta adottata è importante che includa ogni giorno alimenti ricchi di vitamina A, C e D insieme ad omega 3 e proteine. Delle buone abitudini da associare alla nuova alimentazione sono:

  • Mangiare almeno 5 volte al giorno
  • Non far trascorrere più di 3-3,5 ore tra un pasto e l’altro
  • Includere una porzione di proteine in ogni pasto principale
  • Preferire che l’assunzione della maggior parte dei carboidrati avvenga durante la prima parte della giornata
  • L’ultimo pasto deve essere completato almeno 2 ore prima di andare a dormire ed inoltre si consiglia di non consumare carboidrati

Il vero problema non è perdere peso rapidamente, ma riuscire a mantenere nel tempo il risultato raggiunto così da non tornare nuovamente allo stesso punto di partenza.

Molte persone riescono a raggiungere quest’obiettivo non eseguendo una dieta, ma praticando un’attività fisica o meglio ancora associando a quest’ultima un’alimentazione più sana. Se anche voi optate per quest’ultima opzione e desiderate modellare il vostro fisico, rivolgete la vostra attenzione ad una dieta come la dieta zona.
Il fattore più importante per riuscire a perdere il grasso concentrato nelle parti del corpo come nella zona pancia e nelle gambe, è facendo un regolare esercizio fisico. Tale programma di formazione dovrebbe includere degli esercizi, insieme a quelli cardio, per rafforzare i muscoli. È bene seguire l’attività almeno tre volte durante la settimana.

Lo stress è inoltre una delle ragioni per cui il grasso si concentra maggiormente nella pancia dal momento che si innalza il livello dell’ormone noto come cortisolo.

Un allenamento mirato alla zona addominale sino alle gambe diventa ancora più importante perché l’ereditarietà, i cambiamenti ormonali e l’età portano ad un aumento di peso e quindi anche ad un aumento di grasso in essi.

A tal proposito si consiglia di seguire con regolarità i seguenti esercizi proposti, per almeno 3 giorni a settimana ed in giorni non consecutivi. Iniziamo il programma di allenamento con il seguente esercizio:

1.    Eseguite l’esercizio sdraiandovi a terra. Iniziate poggiando la mani sulle vostre spalle e senza staccarle, muovete i gomiti verso l’alto disegnando delle curve, quindi mentre siete in questa posizione alzate la vita sino a quando vi sarà possibile e spostate il peso delle mani verso gli avambracci; cercate di formare una linea retta con il busto. Stringete gli addominali e durante il movimento non fate cadere i fianchi a terra, ma allo stesso tempo non sollevate i glutei. Mantenete questa posizione minimo 30 secondi e se vi è possibile resistete per 60 secondi, dopo i quali scenderete la schiena riportandovi alla posizione di partenza.

2.    Procuratevi un manubrio leggero e afferratelo con entrambe le mani, divaricate leggermente le gambe e mantenete le spalle ben aperte. Con le braccia distese davanti a voi fate un passo in avanti con il piede sinistro, stringete dunque gli addominali mentre ruotate il busto verso sinistra ed allo stesso tempo iniziate a scendere piegando le ginocchia sino a formare un angolo di 90 gradi. Dopodiché spingendo con il piede sporgete il busto leggermente in avanti. Ritornate adesso alla posizione iniziale e ripete l’esercizio concentrandovi sul lato destro. Continuate eseguendo 10-15 ripetizioni, alternando sempre i due lati.

3.    Utilizzate adesso un peso che sia un po’ più pesante (5-7 Kg) ed afferratelo con la mano destra. Partendo da una posizione ben eretta iniziate a muovere il braccio avvicinando il peso verso di voi e ruotate nel frattempo il busto verso destra. Cambiate lato dopo aver svolto 6-8 ripetizioni.
Se intendete perdere il grasso di pancia e gambe, la cosa migliore da fare è perdere peso. Oltretutto il grasso aumenta il rischio di cancro del colon-retto, ictus e malattie cardiovascolari.

Considerazione finale sul dimagrimento delle gambe

La modifica del proprio stile di vita, dell’alimentazione e l’integrazione di un costante esercizio fisico, aiutano insieme a ridurre il grasso in eccesso. Per perdere un solo chilo è necessario bruciare o ridurre l’apporto calorico di 3.500 unità alla settimana, se ad esempio si vogliono perdere 2 Kg in una sola settimana sarà necessario bruciare 1.000 calorie al giorno per un totale di 7.000 in 7 giorni. Attenzione però: una diminuzione eccessiva nell’apporto calorico può portare a gravi conseguenze, è bene non scendere mai al di sotto delle 1.200 calorie giornaliere per le donne ed alle 1.500 per gli uomini.

Suggerimenti finali utili per favorire il dimagrimento delle gambe.

Perdere peso dimagrire velocemente

Lascia il tuo commento: