Dimagrire 10 kg: consigli e alimentazione

Dimagrire 10 kg è un traguardo ampiamente realizzabile con relativa costanza, dedizione e tanto impegno.

Dimagrire di 10 kg non è impossibile, tuttavia quando si dice la parola “dieta”, le prime cose che vengono in mente sono sofferenze, senso di colpa, pantaloni la cui cerniera non viene su, per non parlare del cibo che sa di cartone. Insomma, se un piatto è buono per il palato, non va bene per il corpo, o così almeno si è sempre pensato. Ma come si può far sì che una dieta abbia successo se non si assaporano mai i cibi che si vorrebbero? Questo è il motivo per cui l’ideale è seguire un piano dietetico non solo per dimagrire da 5 a 10 kg per la prova costume, ma anche per godersi i gusti che si amano.

Dimagrire 10 kg: consigli e alimentazione

Dimagrire 10 kg

Dimagrire 10 kg può essere più facile di quanto si pensi

Si possono seguire i menù giornalieri di seguito riportati o si è liberi di ripetere le cene o gli spuntini di un singolo giorno anche più volte. Si tratta di uno schema nutrizionale da 1300 calorie al giorno. Si consiglia di assumere quotidianamente un multivitaminico, oltre ad un integratore di calcio. Si raccomanda inoltre di bere bevande senza calorie (acqua, caffè o tè senza zucchero) nella quantità desiderata.

Ripetere lo schema dietetico per un mese se si vogliono perdere 5 kg e per due mesi se si mira a perderne 10.

Lunedì

Colazione:

  • una tazza di latte scremato con 35 g di cereali per la prima colazione
  • ½ banana a fette.

Pranzo:

  • Un’insalata di spinaci con: 1 uovo sodo, 120 g di foglie di spinaci tritate, 2 strisce di pancetta cotta, 5 funghi a fette sottili, 30 g di crostini di pane, 60 g di feta greca sbriciolata, 3 fette di cipolle rosse. Mescolare gli ingredienti e condire con un filo di aceto di mele.
  • 1 pera

 Cena:

  • Tortino asiatico salato: mescolare 400 g di macinato di petto di tacchino con 8 castagne bollite a dadini, 2 spicchi di aglio tritato, 4 cipolle verdi tagliate a fettine sottili, ½ tazza di succo di mela senza zucchero, 4 cucchiaini di salsa di soia. Mettere l’impasto in 4 forme per tortini, e congelarne 3 per un uso successivo. Cucinare il tortino rimasto a fuoco medio, fino a cottura completa. Servire con un contorno di 40 g di riso cotto condito con 1 cucchiaino di salsa di soia, 1 di aceto di riso e ½ cucchiaino di olio di sesamo asiatico.
  • 60 g di broccoli al vapore
  • 200 g di frutti di bosco.

Martedì

Colazione:

  • Una focaccina cosparsa con 30 g di formaggio grattugiato da tostare finché il formaggio non si scioglie.
  • ½ pompelmo cosparso di zucchero di canna

Pranzo:

  • Spalmare su una fetta di pane 1 cucchiaio e mezzo di burro con 2 cucchiai di marmellata a piacere, e coprire con un’altra fetta di pane.
  • 1 tazza di latte scremato

Cena:

  • Pollo piccante: su un foglio di alluminio lungo 30 cm, porre al centro 150 g di petto di pollo disossato senza pelle. Ricoprire con 150 g di mais in scatola, peperoni, 60 ml di salsa e 1 cucchiaio di coriandolo fresco (opzionale). Cuocere in teglia a 200°C per 20 minuti circa.
  • Insalata di avocado: su alcune foglie di lattuga, disporre gli spicchi di un mandarino, ¼ di avocado maturo tagliato a fettine sottili, 1 fetta di cipolla rossa, e cospargere con 1 cucchiaino di succo di limone e ½ cucchiaino di olio di oliva.

Mercoledì

Colazione:

  • Cuocere 70 g di avena con 1 tazza di latte scremato. Mescolare con 2 cucchiaini di miele, 1 cucchiaio di uvetta e un pizzico di cannella.

Pranzo:

  • Un’insalata con 120 g di mais in scatola e pomodori. Condire con un filo di olio e di aceto aromatizzato.
  • 250 g di yogurt magro
  • 1 kiwi

Cena:

  • Maiale dolce al miele: tagliare un filetto di maiale da 500 grammi in 8 parti e congelarne 6. Versare un filo di olio in una padella antiaderente e cuocere i 2 pezzi di maiale a fuoco medio, fino a doratura. Aggiungere 60 ml di succo di arancia, 2 cucchiaini di miele ed 1 cucchiaino di senape e continuare a cuocere finché la carne non diventa tenera (3 minuti circa).
  • Couscous di albicocche: in una casseruola, riscaldare 80 ml di brodo di pollo, 2 albicocche secche tagliate a striscioline e ¼ di cucchiaino di scorza d’arancia grattugiata. Portare ad ebollizione. Togliere dal fuoco, e versarvi 50 g di cous cous. Coprire e lasciare riposare per 5 minuti. Servire con una 100 g di fagioli verdi al vapore.

Giovedì

Colazione:

  • Friggere due fette di pane in un po’ di burro, fino alla completa doratura, e ricoprire con 1 cucchiaio di marmellata.

Pranzo:

  • Mescolare 120 g di insalata con 160 g di tonno al naturale sgocciolato, 1 pomodoro piccolo a spicchi, 2 cipollotti affettati. Condire con un 1 cucchiaino di olio di oliva e 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 1 fetta di pane
  • 200 ml di succo di arancia

Cena:

  • Manzo saltato. In una padella antiaderente versare un filo di olio e far dorare leggermente 3 strisce di manzo da 100 g su fuoco medio-alto. Aggiungere 50 g di verdure surgelate (come broccoli e carote) e un cucchiaio di salsa. Coprire e cuocere a fuoco basso finché le verdure non diventano tenere e croccanti. Condire con ½ cucchiaino di olio di sesamo e servire con 50 g di riso cotto.

Venerdì

Colazione:

  • sbattere 1 uovo con 2 cucchiai di formaggio grattugiato. Aggiungere della salsa di pepe di Caienna. Cuocere in padella antiaderente con un filo di olio di oliva. Riporre ancora caldo su di una tortillas di farina di frumento dal diametro di 15 cm, ricoprire con 60 ml di salsa di soia e arrotolare la tortilla intorno al ripieno.
  • 1 mandarino

Pranzo:     

  • Spalmare 1 cucchiaio di maionese light su due fette di pane di segale. Porre sopra 2 fette da 30 g l’una di prosciutto magro, 30 g di formaggio fresco a fette, 4 fette di aneto sottaceto, delle fette di peperone rosso arrostito, 1 fetta di cipolla e delle foglie di lattuga. Ricoprire con la seconda fetta di pane.
  • ½ pompelmo

Cena:

  • Salmone speziato con chili: condire 150 g di filetto di salmone con una miscela fatta di 1 cucchiaino di peperoncino in polvere, ½ cucchiaino di cumino macinato, ¼ di cucchiaino di pepe rosso e una punta di cucchiaino di sale. Mettere in una pentola antiaderente con 1 filo di olio di oliva e cuocere a fuoco medio, finché non si colora il salmone, girandolo una volta. Servire con una porzione di puré di patate e 12 punte di asparagi arrostiti e irrorati con succo di limone.
  • 2 fette di melone

Sabato

Colazione:

  • Frullato preparato con 1 tazza di latte scremato, 1 banana sbucciata e 1 cucchiaio di burro di arachidi.

Pranzo:

  • Spalmare 2 cucchiaini di senape piccante su due fette di pane di segale e, tra di esse, mettervi 100 grammi di prosciutto magro con delle fette di pomodoro e cipolla.
  • 250 g di yogurt magro con 1 cucchiaio di uvetta

Cena:

  • Pollo dolce con uva: in una padella antiaderente con un cucchiaino di olio di oliva, cuocere 150 g di petto di pollo senza pelle e disossato, 1 cucchiaio di scalogno tritato, ¼ di cucchiaino di timo, ¼ di cucchiaino di sale e un pizzico di pepe. Continuare a cuocere finché il pollo è rosolato su entrambi i lati e perde completamente il colore rosa. Aggiungere 100 g di uva i cui acini sono fatti a metà e sono senza semi, e 60 ml di vino bianco nella padella, e bollire per un minuto. Versarvi sopra il pollo. Servire con 50 g di riso cotto.

Domenica

Colazione:

  • 2 fette biscottate con 100 g di ricotta magra
  • 1 fetta di pane tostato con 1 cucchiaino di miele

Pranzo:

  • Ricoprire una grossa patata al forno con 30 g di formaggio grattugiato, 3 cucchiai di dadini di avocado e 60 g di salsa di soia
  • 8 carote baby

Cena:

  • In una padella antiaderente con un cucchiaino di olio di oliva, cuocere 1 cipolla media tagliata a fettine sottili, un po’ di sale, del pepe nero e del rosmarino a piacere. Cuocere finché la cipolla non è tenera e dorata, mescolando ogni tanto. Cuocere un hamburger di soia e ricoprire con questa salsina saporita, aggiungendovi un contorno di spinaci saltati.
  • 200 g di frutti di bosco

Gli spuntini

Dolce, piccante o salato? Ecco degli spuntini da 100 calorie l’uno, da mangiare una volta al giorno quando si desidera.

Spuntini dolci:

  • 250 g di yogurt magro
  • 1 sorbetto
  • 4 biscotti
  • 200 g di frutta

Spuntini piccanti:

  • 10 patatine al forno con salsa piccante
  • 30 g di pop corn

Spuntini salati:

  • 20 arachidi tostate
  • 15 patatine fritte
  • 4 gallette di riso soffiato

Mantenimento del peso raggiunto

Una volta persi tutti i chili in eccesso, è importante mantenere il peso forma, e questo può avvenire mangiando in modo sano. Mangiare sano non significa abbracciare una filosofia nutrizionale drastica, mangiare poco, diventare magri in modo irrealistico e privarsi del cibo che si ama. Anzi, vuol dire sentirsi bene, pieni di energia e mantenersi il più possibile in salute: tutto ciò può essere ottenuto imparando alcune regole nutrizionali di base e utilizzandole nel modo più consono per sé.

Per mangiare sano bisogna cominciare a “mangiare in modo intelligente”, e questo non riguarda tanto ciò che si mangia, quanto “come” lo si mangia. Le scelte alimentari possono ridurre il rischio di ammalarsi di disturbi cardiaci, di cancro e di diabete, così come possono aiutare a difendersi dalla depressione. Inoltre, imparare a mangiare sano può aumentare la propria energia, migliorare la memoria e stabilizzare l’umore. Si può ampliare la propria scelta di cibi genuini e imparare a pianificare in anticipo per creare e mantenere una dieta sana e soddisfacente.

Programmatevi per il successo

Per “programmarsi” verso il successo, occorre pensare ad una sana alimentazione raggiunta a piccoli passi ragionati, e non ad un grande cambiamento drastico. Paradossalmente, avvicinarsi a piccoli passi all’obiettivo lo rende molto più vicino!

“Semplificare” è una parola chiave per la riuscita di un buon piano alimentare. Invece di preoccuparsi di contare le calorie e di misurare a perfezione le porzioni di cibo, è molto più utile pensare alla propria dieta in termini di colori, di varietà e di freschezza: in questo modo è molto più semplice fare scelte sane. Concentratevi sulla ricerca dei cibi che amate e su ricette semplici composte da pochi ingredienti semplici. Gradualmente, la vostra alimentazione diventerà più sana e deliziosa.

Iniziate lentamente e apportate modifiche alle vostre abitudini alimentari nel corso del tempo: provare a cambiare la vostra alimentazione dal giorno alla notte non è né realistico né tantomeno intelligente, perché porta a rinunciare nel giro di poco al nuovo piano alimentare!

Fate invece piccoli passi, come aggiungere un’insalata piena di verdure colorate ad un pasto al giorno, o passare dalla cottura con il burro a quella con l’olio extravergine di oliva. Quando ogni cambiamento diventa un’abitudine, potrete continuare ad aggiungere ulteriori modifiche alla vostra dieta. Ogni cambiamento che si apporta all’alimentazione in modo sano è importante.

Non bisogna essere perfetti o perfezionisti, né si devono eliminare completamente quei cibi che si amano di più per seguire una dieta sana: l’obiettivo a lungo termine è quello di sentirsi bene, di avere più energia e di ridurre il rischio di cancro e di altre malattie. Non bisogna lasciarsi scoraggiare da scivoloni o sgarri a cui si cede, perché ogni piccolo passo verso un’alimentazione più sana conta.

Pensate all’acqua e all’esercizio fisico come a “gruppi alimentari” da inserire nella vostra dieta:

  • Acqua. L’acqua aiuta a disintossicare l’organismo da scorie e tossine, tuttavia molte persone non bevono abbastanza acqua, e per questo passano le proprie giornate stanchi e con mal di testa frequenti. Inoltre, è molto facile scambiare il senso di sete per necessità di mangiare, per cui bere molto aiuterà anche a fare scelte alimentari più sane e a mangiare meno in modo più naturale.
     
  • Attività fisica. Aggiungete quotidianamente qualche attività che può piacervi, esattamente come aggiungereste alla vostra tavola delle insalate colorate, dei golosi mirtilli o un piatto di salmone. I benefici dell’attività fisica costante sono tantissimi e l’esercizio regolare può anche motivarvi a scegliere dei piatti più genuini come ottima abitudine.

La moderazione è la chiave

La gente spesso pensa che il mangiare sano sia un’opzione del tipo “tutto o niente”, ma un fondamento chiave di una dieta salutare è la moderazione. A dispetto di ciò che alcune mode alimentari vorrebbero farci credere, abbiamo tutti bisogno di un giusto equilibrio di carboidrati, proteine, grassi, fibre, vitamine e minerali per sostentare un corpo in salute.

Provate a non pensare a certi cibi come “off-limits”. Quando si eliminano completamente certi cibi o gruppi alimentari, è naturale desiderarli ancora di più, e sentirsi dei falliti se si cade in tentazione. Se siete attirati da cibi poco sani, cominciate semplicemente riducendone le porzioni, senza mangiarne la solita enorme quantità: piano piano ci si potrà così ritrovare a desiderare queste pietanze molto meno, o a pensare ad esse come a indulgenze occasionali.

Pensate a porzioni più piccole. Quando andate fuori a cena, magari provate a dividere il vostro piatto preferito con un amico, e non ordinate porzioni maxi. Quando siete a casa, invece, usate piatti più piccoli, e abituatevi a pensare a paragoni visivi: ad esempio, le vostre porzioni di carne, pesce o pollo dovrebbero essere non più grandi di un mazzo di carte, mentre un cucchiaio di salsina per insalata o di olio dovrebbe essere grande quanto una scatoletta di cerini, e una fetta di pane dovrebbe essere delle dimensioni di una custodia per CD.

Non solo ciò che si mangia, ma come lo si mangia

Mangiare sano non è solo il cibo che si mette nel proprio piatto, ma anche il modo in cui si pensa al cibo. Le sane abitudini alimentari possono essere apprese, ed è importante rilassarsi e pensare al cibo come nutrimento del nostro corpo, e non solo come qualcosa da buttar giù tra le riunioni o per strada.

Mangiare con gli altri quando è possibile: mangiare con altre persone ha numerosi vantaggi sociali ed emotivi, in particolar modo per i bambini, e aiuta a seguire delle sane abitudini alimentari. Mangiare davanti alla tv o al pc, invece, spesso porta a mangiare troppo senza pensarci.

Prendetevi tempo per masticare il cibo e godervi i pasti. Masticate il vostro cibo lentamente, assaporando ogni singolo boccone: in genere tendiamo a divorare i nostri piatti, dimenticando di assaggiare realmente i sapori e di sentire la consistenza del cibo. Riappacifichiamoci con la gioia di mangiare.

Ascoltate il vostro corpo. Chiedete a voi stessi se siete davvero affamati, o piuttosto provate a bere un bicchiere d’acqua per vedere se la vostra è sete anziché fame. Durante un pasto, provate a fermarvi prima di sentirvi realmente sazi: al cervello servono alcuni minuti per capire che il corpo si è sfamato abbastanza, e anche per questo è importante mangiare lentamente.

Mangiate abbondantemente a colazione e fate piccoli pasti durante la giornata. Una prima colazione sana può dare il via al metabolismo, e mangiare tante piccole porzioni di cibo sano durante la giornata (anziché i tre classici pasti abbondanti) mantiene costante il livello di energia e del metabolismo.

Fate il pieno di frutta e verdura

Frutta e verdura sono alla base di una dieta sana, sono a basso contenuto di calorie e piene di nutrienti, come vitamine, minerali, antiossidanti e fibre. L’obiettivo da raggiungere è di almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

Alcune scelte ottime sono:

  • I vegetali a foglia verde, come la lattuga, il cavolo, la senape e i broccoli sono solo alcune delle opzioni, che contengono poi anche calcio, magnesio, ferro, potassio, zinco e vitamine A, C, E e K.
  • Le verdure naturalmente dolci, come il mais, le carote, le barbabietole, le patate dolci, le cipolle e la zucca, oltre ad aggiungere una “sana dolcezza” ai vostri pasti, riducono anche il desiderio di dolci.
  • La frutta è un modo soddisfacente e gustoso per fare il pieno di fibre, vitamine e antiossidanti. Le fragole sono importanti per contrastare il cancro, le mele forniscono fibre, le arance ed il mango contengono vitamina C e così via.

È importante assumere le vitamine dagli alimenti e non dalle pillole: gli antiossidanti e altre sostanze nutritive di frutta e verdura proteggono contro alcuni tipi di cancro e altre malattie. E mentre abbondano gli annunci pubblicitari sugli integratori che promettono i benefici nutrizionali di frutta e verdura in pillole, la ricerca afferma che non è la stessa cosa.

Un regime giornaliero di integratori alimentari non avrà mai lo stesso effetto di una dieta sana, questo perché i benefici di frutta e verdura non provengono da una sola vitamina o da un antiossidante isolato, ma provengono da numerose vitamine, minerali, sostanze fitochimiche che lavorano sinergicamente. Non potrebbero mai essere suddivisi in milioni di pillole diverse, né tantomeno replicati a perfezione artificialmente.

Mangiate carboidrati integrali

Oltre ad essere deliziosi e appaganti, i cereali integrali sono ricchi di sostanze antiossidanti, che aiutano a proteggere dalle malattie cardiache coronariche, da alcuni tipi di cancro e dal diabete. Gli studi hanno dimostrato che la gente che mangia più cereali integrali tende ad avere un cuore più sano.

Per mangiare carboidrati più sani:

  • Includere una grande varietà di cereali integrali, come frumento integrale, riso integrale, miglio e orzo: provate diversi tipi di cereali in modo da trovare i vostri preferiti.
  • Assicuratevi che davvero quelli che state mangiando siano cereali integrali. Siate consapevoli del fatto che le espressioni come “multicereali”, “100% frumento” o “crusca” possono essere ingannevoli: cercate le parole “chicco intero” o “100% grano integrale” all’inizio della lista degli ingredienti.
  • Provate a mescolare più cereali come primo passo per arrivare a mangiare i cereali integrali. Se i cereali integrali come riso e pasta integrali non piacciono inizialmente, cominciare ad introdurli mescolandoli ad altri cereali che già vi piacciono, abituandovi così al loro sapore.

Evitate i cibi raffinati come il pane bianco, la pasta bianca e i cereali per la prima colazione che non sono integrali.

Godetevi i grassi sani ed evitate quelli non salutari

Buone fonti di grassi sani sono necessari per nutrire il cervello, il cuore, le cellule, così come i capelli, la pelle e le unghie. Gli alimenti ricchi di alcuni acidi grassi omega-3 chiamati EPA e DHA sono particolarmente importanti e possono ridurre le malattie cardiovascolari, migliorare l’umore e aiutare a prevenire la demenza.

Aggiungere dunque alla propria dieta:

  • I grassi monoinsaturi, ossia gli olii vegetali come l’olio di canola, l’olio di arachidi e l’olio di oliva, così come l’avocado, la frutta secca ed i semi di zucca e di sesamo.
  • I grassi polinsaturi, come gli acidi grassi omega-3 e omega-6, che si trovano nei pesci grassi come il salmone, le aringhe, gli sgombri, le acciughe, le sardine e alcuni integratori di olio di pesce.

Ridurre o eliminare dalla propria dieta:

  • I grassi saturi, che si trovano principalmente nelle fonti animali come carni rosse, formaggi e latte intero.
  • I grassi trans, che si trovano in alcuni tipi di margarine, crackers, caramelle, biscotti, snack, cibi fritti, prodotti da forno e alimenti trasformati a base di oli vegetali parzialmente idrogenati.

Le proteine nella dieta

Le proteine ci danno l’energia per alzarci e andare avanti nella giornata. Le proteine negli alimenti sono suddivisi in 20 aminoacidi che costituiscono degli elementi fondamentali per la crescita e l’energia del corpo, oltre ad essere essenziali per il mantenimento di cellule, tessuti ed organi.

La mancanza di proteine nella dieta può rallentare la crescita, ridurre la massa muscolare, indebolire il sistema immunitario, il cuore ed il sistema respiratorio. Le proteine sono particolarmente importanti per i bambini, il cui organismo sta crescendo e cambia ogni giorno.

Ecco alcune linee guida per introdurre le proteine in una dieta sana:

  • Provate diversi tipi di proteine e, se siete vegetariani, orientatevi soprattutto verso legumi, noci, semi, piselli, tofu e prodotti alla soia (come tofu, latte di soia, tempeh e hamburger vegetali).
  • Ridimensionate le porzioni di proteine: molte persone in Occidente esagerano nelle quantità. Invece le proteine non devono essere la base di un pasto.
  • Focalizzatevi sulla qualità delle fonti proteiche, come il pesce fresco, il pollo o il tacchino, il tofu, le uova e i fagioli. Quando comprate la carne, il pollo o il tacchino, assicuratevi che siano biologici e liberi da ormoni e antibiotici.

Assumere calcio

Il calcio è uno dei nutrienti chiave di cui il nostro corpo ha bisogno per mantenersi forte e sano. Si tratta di un elemento essenziale per la salute delle ossa di uomini e donne, oltre ad avere moltissime altre funzioni importanti.

Voi e le vostre ossa potrete avere grossi benefici dal mangiare molti alimenti ricchi di calcio, limitando i cibi che invece vanno ad intaccare le riserve di calcio nel vostro corpo. È importante, inoltre, assumere la giusta dose giornaliera di magnesio e di vitamine D e K, nutrienti che aiutano il calcio a svolgere a perfezione il proprio compito.

I livelli di calcio raccomandati sono di 1000 mg al giorno, 1200 se avete più di 50 anni.

Buone fonti di calcio sono:

  • I  formaggi, ricchi di calcio in una forma che è facilmente assorbibile e digeribile dal corpo. Fonti ideali sono anche il latte e lo yogurt.
  • Ortaggi e verdure: molti vegetali, soprattutto quelli a foglia verde, sono ricchissimi di calcio. Provate le cime di rapa, la senape, il cavolo, la lattuga romana, il sedano, i broccoli, i finocchi, le zucchine, i fagiolini, i cavolini di Bruxelles, gli asparagi e i funghi.
  • I fagioli: per avere un’altra buona fonte ricca di calcio, provate i fagioli neri, i fagioli borlotti e i fagioli bianchi.

Limitate zucchero e sale

Se riuscite a far sì che la vostra dieta sia piena di fibre, di frutta e di verdura, di cereali integrali, di proteine magre e di grassi buoni, potete anche limitare in modo naturale zucchero e sale.

  • Zucchero. Lo zucchero provoca sbalzi di energia, e può aumentare i problemi di peso e di salute. Ridurre la quantità di caramelle, dolci e dessert è solo una parte di soluzione, e invece spesso gli zuccheri sono presenti in moltissimi altri alimenti di cui non siamo nemmeno a conoscenza, come il pane, le minestre, le verdure in scatola, i sughi per la pasta, la margarina, i purè di patate preconfezionati in buste, i piatti pronti surgelati, gli alimenti da fast food, la salsa di soia ed il ketchup. Per questi motivi, innanzitutto evitate le bevande zuccherate, e poi cercate di mangiare cibi naturalmente dolci, come frutta, peperoni o burro di arachidi per soddisfare la vostra golosità. Leggete inoltre le etichette degli alimenti, poiché lo zucchero è spesso mascherato con termini come “canna da zucchero”, “sciroppo d’acero”, “sciroppo di mais”, “miele”, “zucchero di canna cristallizzato”, “maltodestrine”, “destrine”, “saccarosio”, “fruttosio”, “glucosio”, “maltosio” o “saccarosio”.
  • Sale. La maggior parte di noi consuma troppo sale nella propria dieta, e questo può causare pressione alta e altri problemi di salute. Cercare di limitare l’apporto di sodio intorno ai 1500-2300 mg al giorno può essere un’ottima scelta. Per fare ciò, è necessario evitare gli alimenti trattati o preconfezionati, come le zuppe in scatola o i piatti pronti surgelati, perché contengono sodio nascosto che supera rapidamente il limite consigliato. Bisogna inoltre fare attenzione a ridurre gli snack salati come patatine fritte, noccioline e salatini, e bisogna scegliere prodotti a basso contenuto di sale. Anche in questo caso il consiglio è lo stesso: provate a ridurre lentamente il sale nella vostra dieta, in modo da dare alle vostre papille gustative il tempo di adeguarsi.

Considerazione finale su quanto possa essere facile dimagrire 10 kg

Con pazienza, costanza e motivazione, si può cambiare radicalmente il proprio modo di vedere l’alimentazione, orientandosi in modo autonomo e naturale verso del cibo sano e delizioso, che possa far sentire l’organismo ricco di energia e di vitalità.

Dimagrire 10 kg può essere un traguardo per mettersi alla prova.

Dimagrire facilmente

Lascia il tuo commento: