Dimagrire ballando: Danza per dimagrire

La danza può, senza alcuna ombra di dubbio, rappresentare un valido strumento per dimagrire perché anche ballando si può dimagrire facilmente e per giunta divertirsi.

Dimagrire ballando è possibile? Quale danza è più indicata per dimagrire? Per dimagrire ballando con un specifica danza è bene mettere in chiaro fin da subito come il processo di dimagrimento sia un pattern formato da diversi aspetti che devono, necessariamente, equilibrarsi perfettamente tra di loro e tra i quali gioca un ruolo di primaria importanza l’alimentazione. All’interno di questo bouquet, trova posto il lavoro di tipo aerobico che può benissimo essere rappresentato, appunto, da una qualunque disciplina o stile di danza.

Dimagrire ballando Danza per dimagrire

Dimagrire ballando


Gli stili dimagranti di ballo per danzare

Ma all’interno del mondo della danza c’è danza e danza e, conseguentemente, gli stili non sono tutti equivalenti né, tantomeno, parimenti efficaci a garantire il giusto e corretto stimolo dimagrante. Gli stili maggiormente efficaci sono, senza possibilità di errore, quelli in cui la componente aerobica riveste un ruolo di primaria importanza e la lezione può essere implementata al fine di inglobare una o più sezioni apposite, finalizzate alla pura preparazione atletica. Tra questi stili “dimagranti” si possono annoverare, in primis, la Danza Moderna, la Danza Jazz, la Danza Contemporanea, la Danza Africana e la Body Dance. In queste cinque discipline, la componente fisica è particolarmente marcata e le performance corporee del danzatore rivestono un ruolo cardine, poiché è in funzione di queste che il coreografo attinge per la costruzione delle proprie coreografie. Un fisico magro e piacevole è, quindi, il punto di partenza dell’aspetto artistico, ed il suo ottenimento è tra gli obbiettivi principali ed imprescindibili dell’allenamento che si affronta in ogni lezione. Ma in tutto questo, il ruolo più importante viene giocato dalla mente dell’individuo e se si considera l’effetto di costante pressione che un regime di dieta dimagrante impone a questa, risulta ancora più efficace il binomio che viene offerto dalla danza, in cui si accosta l’aspetto puramente fisico con il supporto mentale che il concetto stesso di “danzare” offre all’individuo. In questo modo la parte più artistica e culturale del “fare danza”, fungono da volano ispiratore, infondendo sempre nuova linfa vitale nello spirito della persona che decide di affidarsi a questa nobile arte per migliorare la propria persona. Mens sana in corpore sano dicevano i latini, ma con la danza questo proverbio si concretizza, assumendo le sembianze di in uno strumento che è veramente in grado di configurarsi come un’arte capace di nutrire il corpo, lo spirito e l’animo dell’essere umano.

QUALCHE CONSIGLIO PER DIMAGRIRE BALLANDO

Partendo dal presupposto che non è assolutamente verosimile stilare un metodo universale di allenamento è, però, possibile fornire alcune linee guida che possono risultare utili in ogni situazione. Innanzitutto è necessario visionare il maggior numero di strutture possibile, così da poter scegliere quella che maggiormente è in grado di soddisfare le vostre esigenze in termini, per esempio, di caratteristiche logistiche della struttura, ricercatezza e cura dell’ambiente, qualifica e appeal dell’insegnante, piacevolezza del gruppo classe: ricordatevi che la componente mentale è la più importante poiché è l’unica in grado di garantirvi che sarete sempre in grado di andare avanti stringendo i denti sempre più ed è, per questo motivo, quella che mai e poi mai dovrete sacrificare. Quindi visionate, e possibilmente provate, gli stili proposti sopra, andando così a scegliere, con cognizione di causa, quello per il quale siete maggiormente tagliati e che più di ogni altro è in grado di darvi soddisfazione: la danza è pur sempre un arte, ed in quanto tale l’essere umano comunica emozioni, sentimenti e stati d’animo attraverso di essa ed è indispensabile, chiaramente, riuscire ad identificarsi con lo stile che si va a praticare. Dal punto di vista dell’allenamento fisico, infine, basta semplicemente ricordarsi che l’allenamento deve essere appagante, ben strutturato, con un riscaldamento adeguato ed esercizi mirati all’allenamento dei gruppi muscolari più importanti in danza come glutei, cosce ed addome. E’ altresì importante che la lezione venga portata avanti con un ritmo costante e sostenibile, cercando in tal modo di evitare pause al suo interno, per tutta la sua durata, il cui valore ottimale consiste di 90 minuti e comunque mai meno di 60.

Dimagrire ballando è possibile

Perdere peso dimagrire velocemente

Lascia il tuo commento: