Dimagrire in 2 settimane: Dimagrire in due settimane

Per iniziare a dimagrire bastano anche pochi giorni e già solitamente passati questi, si tendono a vedere i primi risultati principalmente focalizzati sulla riduzione dello' stomaco con conseguente calo del senso di pesantentezza mentre dopo le prime due settimane invece si potrà notare un inizio di dimagrimento ed una perdita del peso di tutto rispetto.

Dimagrire in due settimane? Solitamente si inizia a dimagrire proprio dopo 2 settimane di adattamento, passate le quali si possono già vedere i primi risultati tradotti in dimagrimento, minor gonfiore e perdita di peso ma tuttavia per molte persone sapere come fare per liberarsi dei chili di grasso in eccesso rappresenta un vero problema ed in più, molto dipende dal tipo di stile di vita che il singolo conduce.

Nonostante il processo di dimagrimento qualitativo sia un obiettivo per molti difficile da raggiungere non è per questo impossibile.

Dimagrire in 2 settimane: Dimagrire in due settimane

Dimagrire in 2 settimane

Se il vostro obiettivo è perdere grasso in due settimane, la prima cosa da fare è impostare un programma operativo che sia realistico nella sua operatività.

Ovvio è il fatto che una dieta sana e bilanciata accoppiata ad un programma organizzato di esercizio fisico sia la combinazione giusta di stimoli atti a favorire un dimagrimento di successo.

Ma il quesito di rilievo che ci si pone a tal punto dell’analisi delle soluzioni programmatiche ed operative da mettere in atto per volgere ad un reale ed effettivo decremento della massa grassa è come creare un programma di dimagrimento efficace che si incastri al meglio nella nostra routine quotidiana e che ci faccia ottenere risultati in breve tempo!

Ecco qui di seguito una serie di validi suggerimenti da mettere in atto per ottenere un processo di dimagrimento tanto efficace quanto veloce:

Prima di tutto, predisponete degli obiettivi da raggiungere che siano di piccola portata e quindi realisticamente raggiungibili!

Ad esempio, se doveste perdere molti chili di grasso corporeo, all’inizio non mirate troppo in alto promettendovi di perdere 20kg in poco tempo.

Si tratta di obiettivi troppo ambiziosi ed allo stesso tempo ben al di sopra delle proprie possibilità di dimagrire in poco tempo da un punto di vista oggettivo ed al di sopra della propria ed individuale percezione di competenza verso il raggiungimento degli obiettivi da un punto di vista psicologico!

Pertanto, puntate nel perdere 3 kg di grasso in una settimana.

Attenzione: non fatevi ingannare dai numeri!

3kg possono sembrare pochi; ma ricordate che la maggior parte delle persone che cercano di dimagrire con le diete “fai da te” perde molto peso all’inizio per poi riprenderlo subito dopo.

E molto di quel peso perso non è grasso! Molto di quel peso è dato da acqua e massa muscolare persa.

Quindi, si tratta non certo di decrementi di peso di qualità.

Invece anche solo 3kg se provenienti dal giusto compartimento, cioè dalla massa grassa, sono un gran bel risultato in sole due settimane.

Come secondo suggerimento vi è quello di incominciare a condurre uno stile di vita un po’ più attivo.

Ovviamente, tale punto si riferisce a coloro che cercano di dimagrire e che non praticano, attualmente, alcuna attività sportiva.

Nel caso voi rientraste in tale categoria di persone, allora, è ora di cominciare a far qualche cosa di attivo e, quindi, proficuo per il vostro corpo e la vostra mente.

Scegliete tra le diverse attività: camminata, jogging, bicicletta, ballo etc.

L’importante è che portiate il vostro corpo e metabolismo da una situazione di sedentarietà ad una di attività.

Al di là dell’aspetto intrinseco e benefico di ogni attività sportiva e/o di movimento, risulta fondamenta anche l’approccio motivazionale con il quale intraprendete tali attività.

L’iniziazione verso un qualsiasi tipo di attività non costa alcun sacrificio se l’esercizio dell’attività stessa da parte dell’individuo è gradita ed accettata con piacere.

Pertanto, non scegliete un attività motoria specifica solo per la necessità che avete di praticarla ai fini di una perdita di peso veloce, ma fatelo anche e soprattutto perché vi piace.

Qualora tra queste attività rientrasse anche l’utilizzo dei pesi presso una palestra, ricordatevi di farvi cambiare a cadenze mensili o tri-settimanali predefinite il vostro programma d’allenamento (tipo di esercizi, numero di serie e ripetizioni, pausa di ristoro tra le serie, etc.) in modo che il vostro corpo non si adatti mai allo stimolo allenante e possa, perciò, sempre continuare a rispondere in modo efficace allo stesso, ma anche e non meno importante è la capacità di tale aspetto di mantenervi sempre motivati ed evitare, dunque, di far scadere il programma verso gli aspetti psicologici più negativi e controproducenti nel perseverare verso il raggiungimento di qualsiasi meta: la noia.

Come terzo punto vi segnalo la necessità di imparare a scegliere gli alimenti in funzione della loro qualità, del loro contenuto di fibre e minerali, nonché di erudirvi su come poter cucinare gli stessi in modo del tutto salutare.

Il quarto consiglio è quello di mantenere un diario giornaliero della lista dei cibi che consumate. In questo modo potrete metter alla luce quale tipologia e quantità di alimenti è associato alla perdita di grasso che subirete dall’inizio del vostro piano alimentare. Così facendo potrete apportare modifiche in modo coscente alle vostre abitudini alimentari monitorate per sperimentare se il vostro modo di intendere l’alimentazione finalizzata al dimagrimento è efficace oppure no!

Quinto ed importantissimo consiglio che sono sicuro avrete già sentito migliaia di volte è quello di consumare il vostro introito calorico quotidiano attraverso 5-6 piccoli pasti.

Un’assunzione frazionata e frequente di pasti durante la giornata è responsabile di sensibili innalzamenti del vostro metabolismo di base.

E come già saprete, un incrementato metabolismo di base presiede ad un sicuro e marcato processo lipolitico (cioè: di dimagrimento).

Ma i vantaggi di una assunzione alimentare frequente e frazionata non si limitano nel far impennare il metabolismo di base.

L’assunzione frequente e frazionata di alimenti è anche responsabile nel decretare maggiori e più durature sensazioni di sazietà.

E quest’ultimo punto è decisamente fondamentale per la perdita di grasso e soprattutto per il mantenimento del livello di dimagrimento acquisito per lunghi periodi di tempo. Infatti, è la spiccata sensazione di fame, propria delle diete da “fame” del “fai da te” che rappresenta l’elemento limite ad ulteriori progressi nel dimagrimento al di là di quelli conseguiti e limitati alle sole fasi iniziali.

Infine non scordatevi mai di premiarvi per essere riusciti nel vostro intento di dimagrire per una significativa quantità di peso in sole 2 settimane.

Ciò stimolerà ulteriormente la vostra motivazione.

Inoltre, ricordatevi che dimagrire a volte è quasi come un dovere, pertanto, inserite tutti gli ingredienti che possono rendere tale processo il più divertente possibile.

Consigli per dimagrire in due settimane

Perdere peso dimagrire velocemente

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo dimagrire in 2 settimane: Dimagrire in due settimane

Devo dimagrire in due settimane

Io proverò a seguire questi consigli ma nn so perché ogni volta che mi ci metto a seguire una diete nn mi esce e mi arrendo subito... Ma questa volta c'è la devo fare

Lascia il tuo commento: