Devo dimagrire

Quanto devo dimagrire e che devo fare? Dimagrire  significa cambiare radicalmente il proprio peso corporeo, di conseguenza per poter perdere questi chili è necessario intraprendere una dieta, ma soprattutto cambiare le proprie abitudini alimentari scorrette ed, in parte, il proprio stile di vita.

Quante volte ti sei detto "devo dimagrire"? E' normale, non a caso,  qualsiasi persona che si trova in sovrappeso, almeno una volta guardandosi allo specchio ha detto "devo dimagrire subito questi 5 10 20 kg", pero' una cosa è dirlo un'altra è farlo... Purtoppo tutte le persone affette da sovrappeso partono bene ma subito tendono a mollare alla prima difficoltà perchè pensano che si possa dimagrire subito, o comunque in fretta senza tener presente che il dimagrimento è una rieducazione totale del corpo e delle proprie abitudini, il che richiede il tempo di cui necessita.

Devo dimagrire

Devo dimagrire

Prima di intraprendere una dieta, inoltre, è necessario valutare la propria corporatura ed il proprio peso, in modo da poter adottare una dieta che sia adatta e realmente utile. Tra le diete, infatti, è possibile adottarne alcune che permettono una perdita di peso piuttosto rapida, tuttavia questi programmi, oltre ad essere, in alcuni casi, persino costosi, risultano essere un rischio per la salute dell’organismo; è necessario ricordare, al contrario, che la perdita di peso deve essere graduale e che non bisogna effettuare così tante rinunce, in quanto solo i cambiamenti definitivi assicurano che i chili persi non verranno ripresi in futuro.

Dimagrire subito non esiste

L’organismo ha bisogno di adattarsi gradualmente ai cambiamenti, sia per quanto riguarda l’alimentazione, che per quanto riguardo lo stile di vita, perciò per dimagrire in maniera corretta non bisogna adottare né una dieta drastica né un programma di esercizio fisico troppo intenso.
Se non si ha l’abitudine di camminare, ad esempio, non si può, da un giorno all’altro, iniziare a correre, in quanto la sensazione di fatica sarà così intensa da non poter sostenere un allenamento di questo tipo; allo stesso modo, non si può eliminare improvvisamente alcuni alimenti dalla propria dieta, soprattutto perché molti alimenti sono indispensabili, in quanto contengono nutrienti, vitamine, minerali ed altre sostanze di cui l’organismo non può fare a meno.

Come posso dimagrire?

Le calorie che vengono fornite all’organismo, attraverso l’alimentazione, corrispondono all’energia che l’organismo può utilizzare per svolgere le diverse attività cellulari; le calorie in eccesso vengono immagazzinate sotto forma di grasso, come riserva di energia: se si forniscono all’organismo più calorie di quelle di cui ha bisogno, le calorie in eccesso vengono accumulate come riserve di grasso e si ha un aumento di peso. Per perdere peso, quindi, è necessario che l’organismo consumi le riserve di grasso accumulate; ciò è possibile solamente se:

  • si riduce il numero di calorie fornite all’organismo
  • si aumentano i livelli di attività fisica

La perdita di peso, quindi, dipende da cambiamenti che riguardano le abitudini alimentari e lo stile di vita, tuttavia è necessario adottare questi cambiamenti gradualmente.

Cosa bisogna fare per perdere peso?

La perdita di peso corporeo è possibile se si bruciano più calorie di quelle che vengono assunte: ciò sembrerebbe molto facile, ma in realtà dimagrire risulta spesso difficile; proprio per questa ragione, una buona parte delle persone che hanno bisogno di perdere peso ricorrono a diete restrittive o ad altri programmi che promettono un dimagrimento immediato: questi programmi, spesso, aiutano realmente a perdere peso, tuttavia i chili persi vengono ripresi in breve tempo.

Dimagrire definitivamente, tutelando, al tempo stesso, la salute dell’organismo, è possibile solamente in maniera graduale; è necessario, infatti, adottare, a lungo termine, piccoli cambiamenti che permettono una perdita di peso più lenta, ma duratura.

Perdere peso significa, quindi, bruciare un numero maggiore di calorie, rispetto a quelle che vengono assunte, ogni giorno; le calorie vengono bruciate dall’organismo, innanzitutto, attraverso il metabolismo basale, in secondo luogo grazie all’attività fisica che viene praticata.

Le calorie bruciate dall’organismo: il metabolismo basale e lo sport

Il metabolismo basale corrisponde al numero di calorie di cui l’organismo ha bisogno per svolgere le diverse attività cellulari, come, ad esempio, la respirazione o la digestione; queste calorie vengono bruciate a riposo, vale a dire che vengono bruciate dall’organismo indipendentemente dall’attività fisica che si pratica, perciò il metabolismo basale corrisponde al numero minimo di calorie che bisogna assumere ogni giorno.
Le calorie consumate dall’organismo, tuttavia, non dipendono solamente dal metabolismo basale, ma anche dalle attività che vengono svolte ogni giorno; come attività fisica bisogna considerare sia l’attività sportiva vera e propria, sia le attività svolte quotidianamente, come camminare, stare in piedi, pulire e così via.

Le calorie fornite all’organismo

Le calorie vengono fornite all’organismo grazie all’alimentazione: può essere difficile calcolare con precisione il numero di calorie assunte ogni giorno, in quanto bisogna fare attenzione a tutto ciò che si mangia o si beve, valutando al tempo stesso le calorie fornite da ognuno di questi alimenti; soprattutto se si mangia fuori casa, è praticamente impossibile stabilire quante calorie forniscono all’organismo gli alimenti consumati.
In ogni modo, occorre effettuare una stima, più o meno accurata, del numero di calorie che si assumono, in media, ogni giorno.

I cambiamenti di peso

Una volta calcolato il numero di calorie assunte ogni giorno, bisogna confrontare questo valore con il numero di calorie bruciate dall’organismo, che corrisponde alla somma del metabolismo basale e delle calorie bruciate con l’attività fisica; se questi due valori corrispondono, si riesce a mantenere stabile il proprio peso corporeo, se il numero di calorie assunte è maggiore del numero di calorie bruciate, ciò si traduce in un aumento di peso, mentre se il numero di calorie assunte è minore rispetto a quello di calorie bruciate, si riesce a perdere i chili in più, in quanto l’organismo, per svolgere le varie attività, consuma le riserve accumulate.

Calcolare il proprio indice di massa corporea

Per stabilire se è realmente necessario intraprendere una dieta, può essere utile calcolare il proprio indice di massa corporea, infatti le persone che hanno un indice di massa corporea compreso tra 18,5 e 25 hanno un peso ideale; al contrario, le persone che hanno un indice di massa corporea inferiore a 18,5 dovrebbero aumentare il proprio peso corporeo, mentre le persone che hanno un indice di massa corporea superiore a 25 dovrebbero diminuire il proprio peso corporeo.

Per calcolare il proprio indice di massa corporea, occorre

  • moltiplicare la propria altezza, espressa in metri, per se stessa
  • dividere il proprio peso, in chilogrammi, per il quadrato dell’altezza (precedentemente calcolata)

Il valore ottenuto corrisponde al proprio indice di massa corporea, che può essere valutato per stabilire la reale necessità di intraprendere una dieta.

Introdurre cambiamenti graduali

I cambiamenti, persino i più piccoli, sono decisivi in qualsiasi programma di dieta, infatti anche eliminare dal proprio regime alimentare un alimento superfluo, a lungo andare favorisce la perdita di peso; questi cambiamenti, però, devono essere definitivi, in quanto, se una volta conclusa la dieta, si riprendono le proprie abitudini alimentari scorrette, è molto probabile che i chili persi verranno ripresi in breve tempo.
Le abitudini alimentari scorrette andrebbero eliminate definitivamente, in modo da adottare una dieta sana ed equilibrata che permetta di mantenere il peso corporeo raggiunto.

Aumentare i livelli di attività fisica

Cambiamenti graduali devono essere adottati anche nel proprio stile di vita, in quanto l’attività fisica contribuisce alla perdita di peso; non è necessario intraprendere un programma di esercizio sacrificante, in quanto, spesso, è sufficiente fare una passeggiata tutti i giorni per bruciare una parte delle calorie in eccesso.
Ovviamente, se si pratica regolarmente attività fisica, si brucerà un numero maggiore di calorie, che dipende anche dall’intensità dell’attività stessa; si può intraprendere, secondo i propri gusti, le proprie esigenze e le proprie possibilità, qualsiasi tipo di attività fisica o sportiva, come, ad esempio, il nuoto, la corsa, l’aerobica, il tennis e così via.

Se non si ha la possibilità di dedicarsi ad uno sport, si possono adottare piccoli accorgimenti, in modo da praticare, comunque, attività fisica; ad esempio, si può preferire una salutare passeggiata all’utilizzo della macchina oppure si può scegliere di salire le scale invece di servirsi dell’ascensore, in poche parole bisogna cercare di camminare il più possibile, eliminando tutte le abitudini sedentarie.

Ridurre l’apporto di calorie

Per ridurre il proprio peso corporeo, è indispensabile ridurre il numero di calorie che vengono fornite ogni giorno all’organismo; ciò non significa che bisogna effettuare grandi rinunce, ma è necessario adottare piccoli cambiamenti nel proprio regime alimentare.

Le diete più drastiche, infatti, sono impossibili da seguire per molto tempo, di conseguenza i chili persi, durante il periodo di dieta, vengono ripresi in breve tempo, una volta interrotta la dieta; per perdere peso definitivamente, invece, occorre effettuare scelte più sane, ma soprattutto meno drastiche.

Ridurre, anche di poco, il numero di calorie fornite all’organismo significa indurre l’organismo stesso a bruciare le riserve di grasso: ciò, dopo un determinato periodo di tempo, si traduce in una perdita di peso; è necessario un tempo maggiore per perdere i chili in più, tuttavia si riduce la possibilità che questi chili saranno ripresi in breve tempo.

Ridurre l’apporto di calorie è possibile, senza cambiare radicalmente le proprie abitudini alimentari: è possibile, ad esempio, aumentare il consumo di cibi sani, quali il pane integrale, la frutta e la verdura; le bevande gassate, inoltre, possono essere sostituite da acqua in cui sono stati sciolti dei sali minerali, mentre il latte intero può essere sostituito con il latte parzialmente scremato oppure con il latte scremato.
Per ridurre l’apporto di calorie, infine, si consiglia di eliminare tutti gli alimenti poco sani, quali le patatine, la maionese ed altri ancora; andrebbe del tutto eliminato, inoltre, il consumo di alcol, sia in quanto dannoso per l’organismo, sia perché le bevande alcoliche forniscono diverse calorie all’organismo.
Al contrario, per ridurre l’apporto di calorie, non bisogna assolutamente saltare la prima colazione o qualsiasi altro pasto, infatti questa risulta essere una delle abitudini più dannose per l’organismo, sia perché l’organismo ha bisogno costantemente di energia, sia perché molto spesso le calorie che non vengono assunte, saltando un pasto, vengono recuperate durante il pasto seguente, in quanto la sensazione di fame accumulata comporta un consumo maggiore di cibo.

In poche parole, tutte le abitudini alimentari scorrette ed irregolari compromettono il metabolismo e le varie funzioni dell’organismo, rendendo persino più difficile perdere peso.

Il dietologo è l'amico del dimagrimento

Sono disponibili numerose diete che permettono di perdere peso, ognuna delle quali agisce in modo diverso e, di conseguenza, permette di perdere più o meno chili in più o meno tempo; le diete, però, devono essere intraprese con estrema cautela, in quanto la perdita di peso può risultare, in alcuni casi, dannosa per l’organismo, soprattutto se avviene in modo scorretto.

Si consiglia, a questo proposito, di consultare un medico, infatti solamente un medico può elaborare una dieta che sia assolutamente sicura per la salute dell’organismo: ciò dipende dal fatto che il medico conosce abbastanza bene i suoi pazienti o, comunque, è in grado di analizzare le condizioni generali di salute attuali e passate, in modo da valutare la reale efficacia di una dieta e, al tempo stesso, gli effetti che una perdita di peso significativa può determinare.

La maggior parte dei programmi di dieta, in genere, si basa su cambiamenti che devono essere intrapresi, soprattutto per quanto riguarda le proprie abitudini alimentari: innanzitutto, le diete prevedono un largo consumo dei cibi più sani, quali la frutta e la verdura; in secondo luogo, nelle diete la maggior parte dei cibi ad alto contenuto di calorie vengono sostituiti con alimenti ricchi fibre e di nutrienti, in quanto il consumo di fibre garantisce la sensazione di sazietà, mentre l’assunzione di nutrienti, quali le proteine e le vitamine, è indispensabile per la salute dell’organismo; infine, le diete prevedono l’assunzione di alcune vitamine, minerali ed altri elementi, di cui, molto spesso, la propria alimentazione è povera, in quanto tutte queste sostanze, sebbene in percentuali minori rispetto ai nutrienti essenziali, sono comunque indispensabili per l’organismo.

Le diete, nella maggior parte dei casi, vengono accompagnate da programma di esercizio fisico, spesso personalizzato, che permette di bruciare le calorie in eccesso; alcuni programmi di allenamento vengono adottati per bruciare gli zuccheri, mentre altri per bruciare i grassi, perciò, a seconda delle proprie esigenze, si può adottare un tipo di allenamento, piuttosto che un altro.

Un programma combinato di dieta ed esercizio fisico permette, quasi sempre, di perdere in chili in più, in quanto si tratta di cambiamenti che vengono adottati e che non risultano essere affatto dannosi per la propria salute; i risultati positivi di questo programma inducono una buona parte delle persone ad adottare definitivamente i cambiamenti seguiti durante il periodo di dieta, sia per quanto riguarda le abitudini alimentari, che per quanto concerne il proprio stile di vita.

Alcuni consigli efficaci per dimagrire

Per poter dimagrire di diversi chili occorre, necessariamente, adottare un programma stabilito da un medico, tuttavia si possono seguire, al tempo stesso, semplici consigli che favoriscono una perdita di peso; al contrario, non bisogna affidarsi a quei programmi miracolosi che promettono una perdita di peso rapida, in quanto questi cambiamenti improvvisi risultano essere estremamente dannosi per la salute dell’organismo.
Un consiglio che vale la pena di seguire è sicuramente quello di non ridurre eccessivamente le quantità di cibo consumate, in quanto l’organismo ha bisogno di un determinato numero di calorie per poter svolgere le varie attività metaboliche; si possono, però, eliminare tutte quelle calorie superflue che vengono fornite all’organismo da alimenti privi di nutrienti: la maggior parte delle bevande, ad esempio, fornisce all’organismo diverse calorie e quasi nessun nutriente, perciò il consumo di queste bevande potrebbe essere ridotto; altri alimenti che non bisognerebbe consumare in grandi quantità sono tutti i cibi elaborati e manipolati, di cui, molto spesso, non si conoscono gli ingredienti e le sostanze contenute.

Al contrario, bisogna assolutamente inserire nella propria dieta tutti quelli alimenti che forniscono all’organismo nutrienti essenziali, quali, ad esempio, le uova, la pasta, il pesce, la carne, il formaggio ed altri ancora; le vitamine, inoltre, risultano essere essenziali per l’organismo, perciò bisogna avere cura che non ci sia una carenza di questi elementi.

Un programma di dieta ed esercizio fisico stabilito da un medico permette, nella maggior parte dei casi, di dimagrire ad esempio di 20 kg, senza recare alcun tipo di danno all’organismo; seguire un programma di dieta ed esercizio fisico significa adottare piccoli ma definitivi cambiamenti nel proprio stile di vita e nelle proprie abitudini alimentari.

Un programma di questo tipo, accompagnato da altri piccoli accorgimenti, garantisce una perdita di peso graduale e definitiva.

Effetti e benefici della dieta

I primi effetti di una dieta o, comunque, di un cambiamento nelle proprie abitudini alimentari si possono manifestare dopo una o più settimane, a seconda del proprio organismo; le variazioni di peso, infatti, possono essere tenute sotto controllo, in modo da valutare la reale efficacia della dieta intrapresa.Gli effetti osservati, inoltre, permettono di considerare l’opportunità di variare la dieta o il programma di esercizio fisico, in quanto, in alcuni casi, può essere necessario aumentare i livelli di esercizio fisico o variare il numero di calorie assunte ogni giorno.

I benefici di un cambiamento di peso, quando necessario, sono diversi, infatti una persona in sovrappeso è a rischio per quanto riguarda lo sviluppo di diverse malattie, come, ad esempio, i problemi cardiaci; perdere in chili in più e raggiungere, di conseguenza, un peso forma permette di ridurre le possibilità di sviluppare diverse patologie, perciò è fondamentale, in alcuni casi, riuscire a perdere i chili di troppo.

Devo dimagrire!!!

Dimagrire significa risolvere un rilevante problema di peso, di conseguenza si riduce la possibilità di sviluppare numerose patologie, in quanto le persone in sovrappeso sono considerate soggetti a rischio per quanto riguarda diverse malattie; un cambiamento di peso di questo tipo può richiedere diversi mesi, in quanto i chili devono essere persi gradualmente, in modo da lasciare all’organismo il tempo di adattarsi alle nuove condizioni. Per dimagrire è necessario rivolgersi ad un medico, che può elaborare un programma di dieta ed esercizio fisico adeguato alle condizioni ed alle esigenze del paziente; per poter perdere peso, inoltre, si possono seguire piccoli accorgimenti ed adottare graduali cambiamenti nelle proprie abitudini alimentari e nel proprio stile di vita.

Inutile affermare " devo dimagrire" se poi manca realmente la voglia.

Perdere peso dimagrire velocemente

Lascia il tuo commento: