Dissenteria bambino: sintomi e cause

Quali sono le cause della dissenteria nei bambini? Con quali sintomi si presenta la dissenteria nel bambino? La dissenteria (o diarrea) è l’emissione ripetuta di feci, poco consistenti o liquide.

Ecco le cause principali della dissenteria nei bambini:

  • virus e batteri che provocano infezioni gastrointestinali
  • allergie alimentari
  • intolleranza al lattosio
  • patologie gastrointestinali
  • infiammazioni dell’intestino
  • colpi di freddo
  • disturbi psicosomatici
Dissenteria bambino: sintomi e cause

Dissenteria bambino

Come si manifesta la dissenteria?

Di solito la dissenteria è preceduta da crampi e dolori addominali.

Cos'è la gastroenterite virale?

Una causa frequente di dissenteria nei bambini è la gastroenterite virale. È un’infezione molto contagiosa, causata da un insieme di virus e batteri.

  • Rotavirus: è responsabile delle scariche di diarrea liquida. Può provocare delle vere e proprie epidemie, durante l’inverno e la primavera, soprattutto negli asili nido, e nei reparti di pediatria infantile degli ospedali.
  • Adenovirus: è l’agente eziologico di gastroenteriti nei bambini al di sotto dei due anni di vita. Non predilige un momento particolare dell’anno, e il bambino manifesta vomito e diarrea dopo una settimana dal contagio.
  • Calicivirus: si trasmette attraverso acqua o cibo, soprattutto molluschi allevati in acque contaminate. Può colpire sia gli adulti che i bambini, e i sintomi compaiono dopo uno o tre giorni dall'esposizione al virus. Insieme al vomito e alla diarrea si possono accusare dolori muscolari.
  • Astrovirus: colpisce principalmente neonati, bambini e anziani, soprattutto nei mesi invernali.

Quali sono i sintomi della gastroenterite?

  • Diarrea acquosa
  • Crampi e dolore addominali
  • Nausea
  • Vomito
  • Dolori muscolari
  • Mal di testa
  • Qualche linea di febbre

I sintomi possono comparire entro tre giorni dal contatto con il virus, e persistere per un paio di giorni, o più di una settimana, se si tratta di una forma particolarmente grave.

Come avviene il contagio?

La trasmissione avviene attraverso:

  • mani sporche
  • alimenti o acqua contaminati
  • contatto diretto con le feci

I bambini possono contrarre l’infezione se:

  • toccano un oggetto o una superficie contaminata, e poi portano le dita alla bocca;
  • indossano vestiti poggiati su piani infetti
  • mangiano cibo preparato da personale con le mani non adeguatamente igienizzate
  • hanno un contatto diretto con sanitari sporchi di feci

Altre tipologie comuni di dissenterie sono quelle causate da:

  • Escherichia Coli, un batterio che in genere contamina acqua, alimenti poco cotti, frutta e verdura che sono stati a contatto con escrementi di animali e non sono state lavate a sufficienza. Colpisce maggiormente il bambino tra il 4° ed il 5° anno di vita, e può diffondersi anche attraverso l’acqua delle piscine.
  • Enterovirus, che causa diarrea nei bambini soprattutto nei mesi estivi.
  • Salmonella, un batterio presente soprattutto nel pollame e nelle uova.
    Nei paesi industrializzati è spesso causa di intossicazione alimentare, soprattutto d’estate.
  • Shigella, un batterio che si diffonde facilmente negli ambienti collettivi.
    Colpisce maggiormente i bambini dai due ai quattro anni.

Come si cura la dissenteria (dieta ed alimentazione)?

  • Il bambino affetto da dissenteria deve innanzitutto reintegrare i liquidi e i sali minerali espulsi con la diarrea (e con l’eventuale vomito). L’acqua da sola non basta a reidratare il bambino. Il pediatra in genere prescrive soluzioni orali che contengono la giusta dose di potassio e sali minerali.
  • Per i bambini colpiti da diarrea grave, la reidratazione avviene attraverso le flebo.
  • I bambini svezzati devono seguire una dieta leggera, possibilmente in bianco.
  • Ai bambini più piccoli, o con difese immunitarie basse, il pediatra prescrive antibiotici, per bloccare l’infezione batterica.

Informazioni di carattere generale sulla dissenteria dei bambini

Malattie

Lascia il tuo commento: