Disuria: dolore o bruciore durante la minzione

Disuria cosa significa, quale è la dua definizione? Il termine disuria indica la sensazione di dolore, bruciore o fastidio che si può avvertire durante la minzione.

Disuria e bruciore durante la minzione: Nonostante nella maggior parte dei casi, la disuria indichi la presenza di un’infezione del tratto urinario, in realtà questo problema, potrebbe avere una differente varietà di cause dietro di sé. Per tale ragione è molto importante, che nel caso in cui si avvertano i disturbi tipici della disuria, si intervenga immediatamente con una visita medica. Peraltro, la disuria è un problema molto comune.

Disuria: dolore o bruciore durante la minzione

Disuria


Soggetti a rischio disuria

I sintomi che si verificano nei casi di disuria, più frequentemente interessano le donne ed in particolar modo le donne in età giovane ed i soggetti con una vita sessuale molto attiva. L’herpes genitale è infatti un’infezione che può causare disuria. È possibile che la disuria si verifichi anche negli uomini, ma in misura minore. La fascia d’età, nella quale si riscontrano maggiori casi di disuria, è tra i 24 ed i 54 anni.
Oltre ciò, soggetti che praticano attività fisiche come l’equitazione o il ciclismo sono più propensi verso tale malattia.


Possibili cause che possono portare alla disuria

Nella maggior parte dei casi, il fattore che porta alla disuria è una semplice infezione delle vie urinarie (uretra, vescica o reni). Il più comune tipo di infezione è nota come cistite (infezione della vescica), alla quale seguono la pielonefrite (infezione del rene), prostatite (infezione della prostata), uretrite (infiammazione dell’uretra, ovvero del tubo che drena la vescica all’esterno del corpo). Allo stesso modo altri possibili cause sono rappresentate da malattie sessualmente trasmissibili.


Oltre ciò è possibile che la disuria sia dovuta ad altri fattori come:

  • Trauma: lesione o irritazione a causa di uno scorretto posizionamento del catetere o a causa di un contatto sessuale.
  • Ostruzione atomica/malformazione: ostruzione dovuta ad un ingrossamento della prostata o stenosi uretrale.
  • Dolore dovuto a lesioni esterne sui genitali.
  • Irritazioni esterne o reazioni: si manifesta con frequente bisogno di urinare ed è scatenata da determinati prodotti irritanti.
  • Ormonali: in conseguenza alla post-menopausa.
  • Condizioni neurologiche: qualunque condizione nervosa e disturbo che non permette il normale svuotamento della vescica.
  • Cancro: tumore che coinvolge: rene, vescica, prostata, vagina o vulva, o altrimenti il pene.
  • Condizioni di diabete: in particolare il diabete mellito assieme ad altre malattie croniche che sopprimono il sistema immunitario possono rappresentare possibili cause di disuria.

Oltre questi fattori, anche la presenza di batteri può condurre alla disuria. In particolare l’infezione Coli Escherichea è tra le più comuni cause di disuria. O ancora, alcuni farmaci, possono esserne causa.
I rapporti sessuali possono, allo stesso modo, portare dei danni uretrali e quindi ad un caso di disuria.
Infine determinate condizioni, come la depressione, possono rappresentare delle cause.


Sintomi caratteristici della disuria

I sintomi che in genere accompagnano la disuria includono: presenza di sangue nelle urine o perdite vaginali. È possibile osservare un’esitazione o maggiore lentezza durante la minzione ed oltre ciò è possibile avvertire dolore durante i rapporti sessuali. Nel caso in cui si presenti uno di questi sintomi, è molto importante intervenire rapidamente. Una diagnosi precoce, può impedire qualsiasi diffusione dell’infezione.


Diagnosi della disuria

Al fine di diagnosticare il problema, è necessario analizzare eventuali problemi riscontrati in passato sul paziente. Vengono presi inoltre in considerazione fattori quali frequenza e localizzazione del dolore; nel caso in cui il dolore si avverta internamente, allora è possibile che la diagnosi porti ad una cistite od uretrite. Se invece il dolore si verifica proprio durante il momento della minzione, è possibile che si tratti di un’infezione vaginale.
Per procedere nella maniera corretta nella diagnosi del caso, il medico chiederà informazioni riguardo le condizioni del paziente: sulla frequenza di minzione e sui rapporti sessuali. Le analisi ed i test saranno eseguiti in base alle informazioni così raccolte. Di solito è eseguito un esame addominale ed un esame genitale esterno, oltre che uno ginecologico, nel caso di donne. Viene oltre ciò eseguito un esame delle urine, in maniera tale da verificare la presenza di batteri e sangue in esse.


Trattamenti e cure per la disuria

Se la causa alla base di disuria è l’infezione, il trattamento prevede la prescrizione di antibiotici. Analgesici urinari possono invece essere prescritti per alleviare il dolore dovuto all’infezione.
Sulla base delle condizioni del paziente, il medico prescriverà opportuni farmaci. Nel caso in cui vengano prescritti antibiotici è necessario completare tutto il ciclo così come da indicazione medica, anche nel caso in cui non si presentino più sintomi. Per intorpidire il dolore nel tratto urinario, spesso vengono prescritti farmaci sotto forma di analgesici generali.
La disuria richiede sempre l’intervento da parte di un medico e non può essere trattata autonomamente.


Prognosi in caso di disuria

Un isolato episodio di infezione della vagina, della vescica o del rene, in genere scompare completamente dopo una corretta esecuzione del trattamento e la completa assunzione di antibiotici. Nella maggior parte dei casi, vi è un rischio molto basso che si generino danni a lungo termine. Con un adeguato trattamento antibiotico, la disuria batterica scompare. Tuttavia, alcune malattie a trasmissione sessuale che portano alla disuria, possono inseguito condurre alla cicatrizzazione del tratto riproduttivo, nel caso in cui il problema non venga tempestivamente diagnosticato e trattato. Nel lungo termine, questo stesso problema può portare a problemi di fertilità.
Una semplice infezione non dovrebbe pertanto generare ulteriori problemi e complicazioni.
Il tempo in cui il problema si manifesta attivamente, è strettamente legato alla causa alla base della malattia. La maggior parte delle persone, nelle quali la disuria è dovuta ad un’infezione della vescica, dell’uretra o della vagina, guariscono entro pochi giorni, dopo aver seguito correttamente il trattamento. Nei casi in cui invece la causa del problema sia più difficile da diagnosticare, i tempi di guarigione, così come i sintomi richiedono più tempo.


La disuria si può prevenire

È possibile prevenire la disuria facendo attenzione durante i rapporti sessuali e quindi facendo uso di preservativi.
Si consiglia di indossare abiti non troppo stretti ed aderenti.
Nel caso in cui si sia riscontrato un caso di disuria, si raccomanda di evitare di avere rapporti sessuali, sino a quando l’infezione non sia stata completamente scomparsa.
Per evitare l’insorgere di infezione ed infiammazioni è bene bere molta acqua durante l’arco della giornata.
Specialmente le donne devono avere molta cura nell’igiene personale, lavandosi accuratamente dopo un movimento intestinale. Sia nel caso di donne che uomini, si ricorda di urinare dopo aver avuto un rapporto sessuale, così da espellere eventuali batteri presenti nelle vescica.
Per evitare la disuria a causa di irritazione è bene che le donne mantengano pulita ed asciutta la zona genitale, cambiando frequentemente tamponi ed assorbenti igienici ed oltre ciò si consiglia di evitare l’uso di saponi irritanti, spray vaginali e lozioni.
Per evitare irritazioni nelle bambine, si raccomanda l’uso di poco bagnoschiuma ed una pulizia accurata, ma allo stesso tempo delicata, facendo particolare attenzione dopo giochi con la sabbia o bagni in mare, lo stesso costume da bagno umido può portare irritazione ed arrossamento della vulva.
Per prevenire la disuria dovuta a rapporti sessuali si consiglia di non avere rapporti sessuali con persone infette e nel caso in cui si abbiano più partner è necessario l’utilizzo del preservativo durante l’attività sessuale.
Altra misura preventiva è quella di urinare prima di andare a dormire e non trattenere mai l’urina per una quantità eccessiva di tempo.

Considerazione finale sulla disuria

Questi sono suggerimenti utili, che sebbene non assicurino la completa assenza del problema, costituiscono sicuramente condizioni poco favorevoli all’insorgere di eventuali infezioni.

Informazioni complete ed utili per comprendere la disuria.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo disuria: dolore o bruciore durante la minzione

Disuria

Complimenti...tutto spiegato molto bene! Grazie

Dolore o bruciore durante la minzione

Ho letto accuratamente il vostro articolo , e adesso molte cose mi sono più chiare . Grazie e complimenti per la chiarezza e la semplicità con cui scrivete , evitando quei termini medici , spesso incomprensibili .

Bruciore durante la minzione

sono d'accordo con i precedenti commenti. la spiegazione del termine è precisa e chiara anche per i non addetti.

Disuria e disturbi collegati

grazie non sapevo che ci fosse questo tipo di infezione ne discutero' col mio medico cercando di fargli capire finalmente il tipo di disturbo che voi chiaramente avete illustrato "la disuria". grazie ancora

Grazie. Scritto in maniera molto chiara, comprensibile a tutti spiegando ogni minimo particolare.Fatto molto bene.utilissimo.bravi

Mi unisco ai complimenti precedenti: spiegazione chiara, semplice e utile. GRAZIE

Lascia il tuo commento: