Dolore addominale: sinistro e destro

Il dolore addominale unito al dolore alla pancia (che può essere più o meno acuto)  è una problematica molto comune che può affliggere senza distinzione, adulti, bambini, uomini o donne.

Il dolore addominale è una sensazione di dolore localizzata all’addome, vale a dire alla zona del petto delimitata, in alto, dal margine inferiore delle costole e dal diaframma, in basso dall’osso pelvico e ai lati dai fianchi; il dolore localizzato all’addome può essere causato da un dolore dei tessuti che circondano la cavità addominale, ovvero i muscoli della parete addominale e la pelle, tuttavia, nella maggior parte dei casi, con l’espressione dolore addominale si fa riferimento al dolore proveniente da organi che si trovano all’interno della cavità addominale, quali lo stomaco, l’intestino tenue, il colon, il fegato, la cistifellea, la milza ed il pancreas.

Dolore addominale: sinistro e destro

Dolore addominale

Il dolore addominale

In alcuni casi, il dolore addominale può derivare da organi che non si trovano all’interno della cavità addominale, come i polmoni, i reni, l’utero e le ovaie, infatti il dolore di questi organi può diffondersi e sembrare localizzato in prossimità dell’addome, così, allo stesso modo, un dolore proveniente da un organo della cavità addominale può essere avvertito in prossimità dell’addome: in questi casi, il dolore viene definito come dolore riferito, in quanto l’origine di questa sensazione di dolore è in un organo che non si trova in prossimità della zona in cui viene avvertito il dolore stesso.

Il dolore addominale destro

Il dolore addominale destro corrisponde alla sensazione di dolore localizzata alla zona destra del basso addome; in genere, questo dolore è un sintomo di una malattia o di un disturbo alla base.
Il dolore addominale destro viene spesso definito come mal di stomaco, una condizione patologica molto diffusa, che interessa tutte le persone, almeno una volta nella vita; il mal di stomaco vero e proprio, ovvero il dolore che deriva direttamente dallo stomaco, può dipendere da diversi fattori, quali la stitichezza, l’assunzione di cibi poco sani ed altri ancora.

Nonostante ciò, il dolore addominale destro può dipendere da altri disturbi, infatti il tipo di dolore può essere diverso a seconda della causa; i disturbi che possono causare il dolore addominale destro sono tutte quelle patologie degli organi che si trovano nella zona destra dell’addome, vale a dire il pancreas, il fegato, il rene, l’intestino, l’ovaio ed i muscoli dell’addome.

Le cause del dolore addominale destro

La principale causa del dolore addominale destro può essere considerata la stitichezza: le cause della stitichezza possono essere diverse, quali, ad esempio, l’assunzione di una quantità scarsa di acqua, le scorrette abitudini alimentari, in particolar modo lo scarso consumo di fibre, gli effetti collaterali di alcuni farmaci ed altri ancora; la stitichezza è un disturbo che può colpire qualsiasi persona, indipendentemente dall’età.

Il dolore addominale destro, comunque, può dipendere da numerose altre cause, tra le quali una delle più comuni è l’appendicite, ovvero una infiammazione dell’appendice che interessa, soprattutto, le persone di età compresa tra gli 11 e i 40 anni, ed è caratterizzata da diversi sintomi, quali il dolore addominale, la febbre, la nausea, la perdita di appetito ed altri; tra le cause del dolore addominale destro, bisogna considerare anche l’ernia, una condizione che si verifica quando un viscere sporge rispetto alla sua posizione naturale, i cui sintomi principali sono il dolore addominale al basso ventre, la nausea ed altri ancora.

Le cause del dolore addominale destro possono essere anche altre, tra le quali occorre ricordare anche i calcoli renali.

Il trattamento del dolore addominale destro

Il dolore addominale destro può essere una condizione temporanea, tuttavia, in alcuni casi, il dolore localizzato alla zona destra dell’addome persiste per un periodo più lungo, di conseguenza è necessario rivolgersi ad un medico per diagnosticare la causa di questo disturbo; per effettuare una corretta diagnosi, il paziente deve rispondere ad alcune domande  del medico ed effettuare, se necessario, dei test diagnostici; anche la natura del dolore permette al medico di diagnosticare la causa del dolore addominale.
Il trattamento da intraprendere varia a seconda della causa del dolore addominale destro, infatti se la causa di questo dolore è la stitichezza, può essere necessario adottare dei cambiamenti nella propria dieta, mentre se la causa è un problema più grave, occorre intraprendere con tempestività un trattamento adeguato.
Non bisogna ignorare il dolore addominale destro, soprattutto se questo persiste per molto tempo, in quanto il dolore addominale può essere un sintomo di una patologia alla base, di conseguenza è necessario rivolgersi al proprio medico, in modo da indagare le cause di questo dolore e intraprendere, il prima possibile, un trattamento.

Il dolore addominale sinistro

Il dolore addominale sinistro consiste nella sensazione di dolore derivante dalla zona sinistra dell’addome; questo disturbo colpisce, prevalentemente, gli adulti.
Il dolore addominale sinistro può dipendere dal dolore dei muscoli e della pelle del lato sinistro dell’addome o dal dolore degli organi che si trovano nella zona sinistra dell’addome, quali, ad esempio, l’intestino e il rene sinistro: qualsiasi disturbo o patologia degli organi e dei tessuti che si trovano nel lato sinistro dell’addome possono, quindi, causare il dolore addominale sinistro.

In alcuni casi, il dolore addominale sinistro può derivare anche da organi o strutture che non si trovano in corrispondenza dell’addome sinistro, infatti il dolore riferito, vale a dire il dolore che viene avvertito in una zona distante dalla zona di provenienza del dolore stesso, è una delle principali cause del dolore addominale sinistro.

Gli organi che si trovano, completamente o in parte, nella zona sinistra dell’addome e che, se interessati da qualche disturbo o patologia, possono causare il dolore addominale destro sono il fegato, la milza, il pancreas, lo stomaco, il colon, l’intestino crasso, la ghiandola surrenale, il rene, l’uretere, l’ovaio, i vasi sanguigni dell’addome, i muscoli della parete sinistra dell’addome, i nervi dell’addome e la pelle; le strutture che non si trovano nella parte sinistra dell’addome, ma che, comunque, possono causare il dolore addominale sinistro sono, ad esempio, i polmoni.

Il dolore addominale acuto

Il dolore addominale, vale a dire il dolore localizzato nella zona dell’addome, può essere un sintomo comune e, molto spesso, insignificante, tuttavia, in alcuni casi, il dolore addominale si presenta in forma acuta, di conseguenza può rivelare una patologia alla base, che può essere anche grave.
Se si avverte un dolore addominale acuto, è necessario rivolgersi immediatamente al proprio medico, in quanto questa condizione può essere pericolosa, in particolar modo nei bambini, negli anziani e nelle persone che hanno deficit del sistema immunitario; in realtà, può essere difficile comprendere la gravità e l’intensità del dolore, in quanto la sensazione di dolore avvertita dipende dalla propria soglia del dolore, infatti alcune persone riescono a sopportare dolori molto intensi, mentre altre persone, soprattutto i bambini e gli anziani, avvertono in maniera acuta anche dolori non eccessivamente intensi.

La sensazione di dolore acuto localizzata all’addome, in genere, viene trasmessa dalle fibre nervose che si trovano nell’addome e che rispondono ai movimenti di distensione e contrazione muscolare; di solito, la sensazione di dolore acuto è difficilmente localizzabile e tende ad essere avvertita in tutta la zona addominale, sebbene il dolore derivante da alcuni organi, ovvero lo stomaco, il duodeno, il fegato e il pancreas, venga avvertito maggiormente nella zona superiore dell’addome, mentre il dolore proveniente da altri organi, vale a dire l’intestino tenue, il colon e l’appendice, tenda ad essere avvertito soprattutto nella zona inferiore dell’addome.
Il dolore addominale può essere somatico, vale a dire acuto e ben localizzato, o riferito, ovvero percepito in una zona distante dalla zona di provenienza del dolore; anche per questa ragione, è necessario consultare il proprio medico se si avverte un dolore addominale acuto, infatti, in alcuni casi, la causa del dolore è banale, mentre, in altri casi, il dolore acuto può essere un sintomo di una patologia grave, che richiede un trattamento immediato.

Il dolore addominale in gravidanza

Il dolore addominale può essere un sintomo comune della gravidanza, infatti molte donne avvertono, durante la gravidanza, dei dolori all’addome, tuttavia, in molti casi, si tratta di una condizione naturale, della quale non occorre preoccuparsi; in altri casi, invece, è necessario rivolgersi il prima possibile ad un medico, in particolar modo se i crampi ed il dolore all’addome sono piuttosto acuti. Non bisogna sottovalutare il dolore addominale, soprattutto durante la gravidanza, in quanto le cause di questo dolore possono essere diverse, di conseguenza è necessario che il medico valuti quale sia la reale causa del disturbo; innanzitutto, bisogna distinguere il dolore addominale che si avverte nel primo periodo della gravidanza ed il dolore addominale che si avverte nell’ultimo periodo della gravidanza: durante il primo periodo, infatti, i crampi addominali possono essere un sintomo di una condizione anomala, mentre, durante l’ultimo periodo della gravidanza, il dolore addominale è piuttosto comune e dipende proprio dal fatto che la gravidanza è quasi terminata; in ogni modo, ogni donna reagisce in modo diverso alla gravidanza, perciò il dolore addominale si può avvertire in qualsiasi periodo della gravidanza ed in maniera più o meno acuta, di conseguenza bisogna rivolgersi ad un medico, in modo da valutare se si tratti di una condizione naturale legata alla gravidanza o, al contrario, di una condizione patologica che bisogna trattare.
Durante la gravidanza, infine, si può soffrire di dolore addominale, a causa di altri disturbi legati alla gravidanza, quali il bruciore di stomaco, la stitichezza e la sensazione di gonfiore.

Il trattamento del dolore addominale in gravidanza

Il trattamento da intraprendere, durante la gravidanza, per alleviare il dolore addominale, deve essere stabilito da un medico, in quanto, soprattutto in questo periodo, bisogna avere la massima attenzione per preservare la propria salute e quella del bambino; il trattamento, ovviamente, varia a seconda del disturbo diagnosticato, di conseguenza bisogna, innanzitutto, effettuare una corretta diagnosi, quindi si può scegliere un trattamento adeguato.

Per diminuire la sensazione di dolore addominale, comunque, si possono evitare tutte quelle condizioni che potrebbero rendere il dolore più acuto, come, ad esempio, i movimenti rapidi, il freddo eccessivo, lo stress ed altre ancora.

Il dolore addominale basso

Il dolore addominale basso consiste nella sensazione di dolore che si avverte nella zona inferiore dell’addome; questa sensazione di dolore può dipendere da diversi fattori, infatti il dolore addominale basso può essere una sensazione di disagio momentaneo o un sintomo di una patologia alla base.

Una delle cause più comuni del dolore addominale basso è il ciclo mestruale, infatti molte donne, durante i primi giorni del ciclo mestruale, soffrono di crampi nella zona inferiore dell’addome; questa sensazione di dolore può essere più o meno acuta, tuttavia, nella maggior parte dei casi, si tratta di una condizione naturale, perciò è sufficiente assumere un antidolorifico per alleviare il dolore o aspettare qualche ora.

Si consiglia, comunque, di sottoporsi a test diagnostici, in modo da valutare se il dolore addominale che insorge durante il ciclo mestruale sia una condizione naturale dell’organismo o dipenda da una condizione anomala; non bisogna, infatti, sottovalutare il dolore addominale, in quanto potrebbe essere un sintomo utile per diagnosticare un disturbo di qualsiasi genere.

Il dolore addominale basso non dipende esclusivamente dal ciclo mestruale, ma può insorgere a causa di altri fattori; in genere, questo sintomo è comune alle patologie che colpiscono gli organi che si trovano, anche in parte, nella zona inferiore dell’addome o in prossimità, vale a dire i reni, la vescica, l’intestino, il colon, il fegato, la cistifellea, la milza e il pancreas.

Qualsiasi disturbo o patologia che colpisce questi organi può manifestarsi con una sensazione di dolore, più o meno acuto, localizzato alla zona inferiore dell’addome; per individuare la causa del dolore, è importante anche valutare se il dolore sia localizzato ad un’area specifica o sia piuttosto diffuso.

Le patologie che, in genere, si manifestano con la sensazione di dolore al basso ventre sono il mal di stomaco, le comuni indigestioni, la presenza di calcoli nei reni, le allergie e le intolleranze alimentari, l’appendicite ed altre ancora; i sintomi associati al dolore addominale permettono di individuare quale sia la reale causa del dolore.
Bisogna rivolgersi ad un medico se il dolore addominale si manifesta in forma acuta o se i sintomi associati al dolore addominale siano riconducibili ad una qualsiasi patologia; i sintomi che possono essere ricondotti ad un disturbo di qualsiasi genere sono, ad esempio, la febbre, la diarrea, la nausea.

Le cause del dolore addominale

Le cause del dolore addominale sono numerosissime, infatti, il dolore addominale può derivare sia dai tessuti, vale a dire la pelle, i muscoli e gli altri tessuti dell’addome, sia dagli organi che si trovano nella zona dell’addome; inoltre, bisogna considerare il dolore riferito, ovvero il dolore che viene avvertito nella zona dell’addome pur derivando da un organo che non si trova nella zona addominale.

Per poter individuare le cause del dolore addominale, occorre, innanzitutto, localizzare il dolore, tuttavia, in genere, il dolore addominale, soprattutto nelle forme più acute, è difficilmente localizzabile; se si riesce a localizzare con relativa precisione il dolore addominale, si possono ipotizzare alcune cause, infatti se il dolore addominale viene avvertito in alto, è molto probabile che derivi da un organo che si trova nella zona superiore dell’addome, mentre se il dolore addominale è basso, in genere proviene da un organo che si trova nella zona inferiore dell’addome.

Determinare la causa specifica del dolore addominale può essere piuttosto difficile, perciò, nella maggior parte dei casi, è necessario rivolgersi al proprio medico per una diagnosi più sicura; il medico, in genere, per individuare quale sia la causa del dolore addominale, indaga sulle caratteristiche del dolore, fa effettuare degli esami fisici e prescrive alcuni test diagnostici, quali, ad esempio, i test di laboratorio.
Le caratteristiche del dolore sono fondamentali per determinare la causa, in quanto la posizione in cui viene avvertito il dolore permette di escludere alcune cause, mentre la sensazione vera e propria del dolore permette di valutare se il dolore derivi dalla pelle, dai muscoli o da un organo interno; una volta effettuata una ipotesi sulle cause, la visita medica ed i test diagnostici vengono utilizzati per confermare questa ipotesi.
Molto spesso, dai test diagnostici emerge la reale causa del dolore addominale che, per diverse ragioni, può non essere la stessa ipotizzata dal medico; in ogni modo, determinare la reale causa del dolore addominale, possibilmente in breve tempo, permette di intraprendere un trattamento adeguato con tempestività.

I sintomi del dolore addominale

I sintomi del dolore addominale variano a seconda della causa del dolore addominale stesso, infatti ogni patologia è caratterizzata da specifici sintomi; i sintomi associati al dolore addominale sono, in genere, utili, proprio perché permettono di individuare quale sia la causa del dolore addominale stesso.
Alcuni sintomi, come, ad esempio, la diarrea, possono ricondurre la diagnosi del dolore addominale ad un disturbo dell’apparato digerente, mentre altri sintomi potrebbero indirizzare diversamente la diagnosi; i sintomi, insieme agli esami ed ai test diagnostici, quindi, contribuiscono ad una corretta diagnosi del dolore addominale.

Rimedi omeopatici e naturali per il dolore addominale

I rimedi omeopatici per dolore addominale devono essere consigliati da un medico competente e possono prescrivere i seguenti rimedi:

  • Nux Vomica
  • Colocynthis
  • Pulsantilla
  • Natrum carbonicum
  • Chamomilla
  • Belladonna
  • China officinalis
  • Lycopodium
  • Cuprum metallicum

Rimedi naturali per il dolore addominale

In erboristeria si possono trovare varie soluzioni naturali per il trattamento del dolore addominale e tali rimedi non devono essere mai intesi come sostituti dei trattamenti medici prescritti semmai è consigliato consultare il proprio medico per accertarsi che tali rimedi non vadano ad inibire l’efficacia degli stessi. Ad esempio la menta peperita ed il finocchio hanno notevoli proprietà antispasmodiche pertanto può essere utile prepararsi un tè o un infuso usando foglie fresche di menta piperita lasciate in immersione in acqua bollente per 5 o 10 minuti prima di bere la tisana tiepida.

Altro rimedio naturale per il dolore addominale è di usare un cucchiaio di olio di mandorle dolci e diluirvi quattro gocce di olio essenziale di anice verde per poter usare l’olio ottenuto per un massaggio molto utile sulle zone dolenti. Dopo il massaggio si consiglia di rilassarsi sdraiandosi con una coperta di lana in modo da tenere la zona dolorante calda per una decina di minuti.

Considerazione finale sul dolore addominale

Il dolore addominale consiste in una sensazione di dolore, più o meno acuta, localizzata alla zona dell’addome; le cause di questo dolore possono essere diverse, perciò, per effettuare una corretta diagnosi, occorre valutare l’intensità del dolore, la zona in cui il dolore viene avvertito, i sintomi associati al dolore ed altre condizioni. Una volta individuata la reale causa del dolore addominale, si può intraprendere un trattamento adeguato; il trattamento, in ogni modo, deve essere valutato da un medico.

Il dolore addominale è una problematica da non trascurare.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo dolore addominale: sinistro e destro

Dolore addominale

Articolo sul dolore addominale molto esauriente.Grazie

Lascia il tuo commento: