Dolore al seno durante la gravidanza

Il dolore al seno durante la gravidanza è tutt'altro che insolito nelle donne, in verità è uno dei sintomi di durata breve della gravidanza. Il dolore al seno in questo frangente inizia col presentarsi nel primo trimestre della gravidanza, infatti esso darà segni di gonfiore, sensibilità maggiore e dolore appunto. Dalla quarta alla sesta settimana i problemi sopraelencati potrebbero farsi più incisivi anche se già dal secondo e terzo trimestre della gravidanza la maggior parte delle donne indica la scomparsa di quelle condizioni.

Tuttavia alcuni soggetti hanno mostrato che può accadere come vi possa essere il ripresentarsi di tanto in tanto di quelle problematiche.

Fattori che contribuiscono al dolore al seno in gravidanza

Esistono molti fattori che possono portare un dolore al seno durante la gravidanza, ma il primo di essi, il più importante nonché il più comune è la modifica fibrocistica del seno. Tale modifica, o modifiche, implicano il rigonfiamento delle cisti molto piccole presenti nel tessuto fibroso del seno stesso causandone il dolore al seno. Lo squilibrio ormonale, poi, è una seconda causa che porta dolore al seno durante la gravidanza.

Ciò accade nel momento in cui il corpo di una donna si prepara a vivere le diverse fasi della gravidanza, incidendo sul cambiamento dei livelli di ormoni. Lo squilibrio del livello di estrogeni per esempio si presenta spesso e volentieri con un dolore al seno durante il periodo della gravidanza.

Le perdite del seno

Una curiosa quanto comune condizione durante la gravidanza, si presenta con perdite dal seno. Molte donne infatti hanno lamentato queste perdite nel secondo o terzo trimestre di gravidanza. Si verificano proprio perché il seno inizia a produrre una sorta di fluido chiamato Colostro. Questo Colostro è un liquido che da nutrimento al neonato nei primi giorni di vita, questo prima della produzione del vero e proprio latte materno. Inoltre anche ripetuti e continui massaggi al seno durante la gravidanza possono contribuire all'insorgenza del dolore allo stesso.

I cambiamenti del seno

Il cambiamento della forma del seno e la sua dimensione alterata sono fenomeni che danno vita al dolore. Com'è risaputo la funzione del seno è quello di alimentare il neonato subito dopo il parto quindi l'organismo a fronte di questa nuova condizione “preparerà” gradualmente il seno alla sua naturale funzione. Infatti inizia così la formazione del latte nei condotti grazie alle cellule che hanno il compito di produrre il latte durante la fase della gravidanza. Questo si traduce quindi in un aumento del seno, grasso che perciò inizia a crescere sotto al seno, modificandone la forma e appunto le dimensioni. Nei primi tre mesi di maternità infatti esso crescerà considerevolmente, perciò tutti questi fattori sono certamente la causa del dolore al seno durante la gravidanza.

Rimedi del dolore al seno in gravidanza

Per ovviare al dolore, al disagio e allo stress provocato dalla gravidanza al seno è utile conoscere alcuni semplici passi da poter adottare, quantomeno per alleviare la problematica in questione. Prima di tutto è necessario dotarsi di reggiseni che sorreggano realmente il seno, in certi casi alcune donne hanno la necessità di indossare due o tre reggiseni. Il non indossare un reggiseno durante la gravidanza non farà altro che peggiorare il dolore al seno quindi è opportuno seguire i consigli sopracitati. Per un seno troppo voluminoso e pesante, invece, è consigliabile indossare un reggiseno imbottito o sportivo.

L'alimentazione

Per quanto riguarda l'alimentazione durante la gravidanza e con la presenza del dolore al seno è auspicabile diminuire considerevolmente la quantità di sale giornaliera in quanto esso può far peggiorare il dolore al seno in gravidanza perché aiuterebbe il corpo a trattenere i liquidi nel seno. Il bere molta acqua, oltre che essere una buona abitudine, si rivela ottimo contro il dolore al seno in gravidanza in quanto combatte l'eccesso di liquidi.

Condurre un'attività fisica corretta è importante per la salute, per una donna in gravidanza e con conseguente dolore al seno il fare una passeggiata di circa 30 minuti al giorno sarà sicuramente un ottimo ausilio.

Nel caso però si decide di intraprendere una terapia a base di antidolorifici è opportuno parlarne al proprio ginecologo, tuttavia il Tylenol viene tranquillamente prescritto, piuttosto è importante evitare categoricamente l'auto-medicazione. Alcune donne, inoltre, hanno asserito che un certo tipo di riscaldamento o per contrario, una condizione fredda, hanno contribuito ad alleviare il dolore al seno durante la gravidanza. Per ogni soggetto, però, può rivelarsi utile o uno o l'altro metodo.

Considerazioni finali sul dolore al seno in gravidanza:

In conclusione il dolore al seno durante la gravidanza, accompagnato da perdite del seno, può risultare imbarazzante, un motivo di disagio e sopratutto una condizione dolorosa tuttavia è assolutamente naturale e innocuo sperimentare questa fase per le donne.

Per avere una maggiore sicurezza su tale questione è consigliabile la visita da un ginecologo, in quanto vi saprà sicuramente dare nozioni certe sull'argomento, nonché potrà scongiurare qualsiasi altra responsabilità al di fuori della gravidanza stessa.

Informazioni relative al possibile dolore al seno durante la gravidanza.

Gravidanza on line

Lascia il tuo commento: