Dormire poco non va bene

Hai dormito poco ieri sera? Quante volte ci siamo sentiti dire questa frase? Effettivamente dormire poco non fa per a bene al nostro organismo.

Quante persone dormono poco alla notte? Dormire poco non fa mai bene! Dormire poco è un problema che riguarda molte persone, infatti non tutti riescono o possono dormire per un tempo sufficiente: la sonnolenza è un disturbo strettamente legato al problema di dormire poco, infatti le persone che dormono poco, in genere, hanno problemi di sonnolenza.

Dormire poco non va bene

Dormire poco


Dormire poco

La sonnolenza, derivante da una scarsa qualità del sonno, può interferire con le attività quotidiane e riduce le proprie capacità; molto spesso, però, le persone sottovalutano il problema di dormire poco, in quanto dedicano la maggior parte del proprio tempo in attività di vario genere, di conseguenza può insorgere la sonnolenza, vale a dire una sensazione di stanchezza improvvisa che può portare la persona, in alcuni casi, ad addormentarsi.

Quali sintomi vengono associati al problema di dormire poco?

Dormire poco significa dedicare poche ore al giorno al sonno o, comunque, avere una scarsa qualità del sonno; se si dorme poco, inevitabilmente, possono manifestarsi le seguenti condizioni:

  • sensazione di stanchezza improvvisa mentre si guida
  • difficoltà nel rimanere svegli quando si svolgono attività che non richiedono particolare attenzione, come, ad esempio, guardare la televisione
  • mancanza di attenzione e di concentrazione, soprattutto mentre si lavora o quando si è a scuola
  • minore capacità di ricordare e di interagire con le altre persone che, di conseguenza, si rendono conto di questa condizione di sonnolenza
  • necessità di riposarsi per alcune ore, ogni giorno


Cosa può essere la causa del problema sonnolenza?

Dormire poco è sicuramente il principale fattore che può provocare la sonnolenza, tuttavia la sonnolenza può dipendere da numerosi altri disturbi, sia disturbi del sonno, come una scarsa qualità del sonno, sia problemi di altro genere, come, ad esempio, l’assunzione di alcuni farmaci che hanno tra gli effetti collaterali proprio la sonnolenza.


Che cos’è il ciclo sonno veglia?

Il ciclo sonno veglia corrisponde all’alternarsi di due diversi periodi del giorno, vale a dire un periodo in cui si è sveglia ed un periodo in cui si ha bisogno di dormire: questo secondo periodo corrisponde, in genere, alle ore notturne, ovvero alle ore tra la mezzanotte e le sette del mattino, ed, in alcuni casi, alle prime ore del pomeriggio, vale a dire dalle quattordici alle sedici. Il ciclo sonno veglia deve essere rispettato, in quanto, se si cerca di rimanere svegli quando si ha bisogno di dormire, potrebbe manifestarsi la sonnolenza, ovvero l’improvvisa sensazione di sonno legata direttamente ad un problema di dormire poco.


Cosa vuol dire dormire poco?

Dormire poco significa dormire per poche ore, rispetto alle ore di sonno di cui l’organismo ha bisogno, tuttavia il numero di ore di sonno necessarie all’organismo variano da persona a persona, infatti ognuno ha bisogno di dormire per un determinato numero di ore, in modo da essere attento ed attivo per tutto il resto del giorno.
Le ricerche hanno dimostrato che, in media, un adulto in buona salute ha bisogno di dormire per circa otto ore, tuttavia alcune persone possono aver bisogno di dormire per più di otto ore, mentre per altre persone possono essere sufficienti anche meno ore.

Dormire poco significa, inevitabilmente, accumulare ore di sonno perse che devono, necessariamente, essere recuperate il prima possibile, in quanto, se si accumulano diverse ore di sonno, può insorgere la sonnolenza; molte persone, ad esempio, dormono poco durante la settimana e recuperano le ore di sonno perse durante il fine settimana, tuttavia, se le ore di sonno accumulate durante la settimana sono troppe, dormire di più durante il fine settimana non può contrastare pienamente gli effetti che derivano dal dormire poco durante la settimana.

Dormire poco può dipendere dai disturbi del sonno?

I disturbi del sonno sono la principale causa del problema di dormire poco, infatti se la qualità del sonno è compromessa da disturbi di vario genere può risultare difficile riuscire a dormire per alcune ore; la mancanza di respiro durante il sonno, ad esempio, può svegliare una persona diverse volte, di conseguenza durante il giorno si proverà sonnolenza, proprio a causa del problema di dormire poco durante la notte.
La sonnolenza stessa può essere considerata un disturbo del sonno, infatti alcune persone, pur dormendo abbastanza, possono soffrire di sonnolenza ed avere una improvvisa sensazione di stanchezza e necessità di dormire anche durante il giorno.

La sonnolenza, quindi, può dipendere da disturbi del sonno, che compromettono la qualità e la quantità del sonno, o può essere un disturbo indipendente dal problema di dormire poco.
Il problema di dormire poco, a sua volta, può essere ricondotto a numerosi altri disturbi che provocano l’insonnia, infatti qualsiasi patologia o disturbo può, in maniera più o meno intensa, rendere difficile dormire per alcune ore; l’insonnia può essere caratterizzata da una difficoltà nell’addormentarsi, dall’incapacità di dormire continuativamente, dalla difficoltà nel riaddormentarsi dopo essersi svegliati durante la notte, da risvegli improvvisi la mattina presto e da numerose altre condizioni che influenzano la qualità del sonno.

Le condizioni di salute e i farmaci influenzano il problema di dormire poco?

Diverse condizioni di salute ed alcuni farmaci possono disturbare il sonno, causando la sonnolenza: il problema di dormire poco, quindi, è strettamente legato alle proprie condizioni di salute ed ai farmaci che vengono assunti.

Le principali condizioni che possono determinare o peggiorare il problema di dormire poco sono:

  • i disturbi che possono svegliare durante la notte, quali le difficoltà respiratorie, i crampi, i dolori articolari e così via
  • i farmaci che hanno tra gli effetti collaterali proprio i disturbi del sonno
  • l’assunzione di alcol, in quanto, sebbene molte persone assumano alcol proprio per riuscire ad addormentarsi, è stato provato che il consumo di alcol può provocare diversi disturbi del sonno e provocare la sonnolenza durante il giorno; l’alcol, infatti, agisce come un farmaco sedativo, perciò aiuta ad addormentarsi, tuttavia, al tempo stesso, provoca una sensazione di stanchezza ed altri sintomi riconducibili alla sonnolenza, come la mancanza di attenzione
  • il consumo di caffeina, una sostanza contenuta nel caffè, nel te ed in altre bibite che rimane in circolo nell’organismo per alcune ore, dalle tre alle sette ore; se si assume caffeina, quindi, soprattutto poche ore prima di andare a dormire, si possono avere difficoltà nell’addormentarsi e nel dormire continuativamente  
  • l’assunzione di nicotina, ad esempio attraverso il fumo di sigaretta, in quanto questa sostanza agisce stimolando l’organismo, di conseguenza può compromettere la capacità di addormentarsi

Perché il problema di dormire poco riguarda soprattutto gli adolescenti?

Il problema di dormire poco riguarda soprattutto gli adolescenti, in quanto gli adolescenti hanno bisogno di dormire per più ore, rispetto agli adulti; un adolescente, infatti, dovrebbe dormire circa nove ore, tuttavia gli adolescenti tendono ad andare a dormire molto tardi, sebbene la mattina seguente debbano alzarsi molto presto, di conseguenza dormono poco, ovvero dedicano al sonno meno ore, rispetto al numero di ore di cui l’organismo ha bisogno.

Le conseguenze più immediate del dormire poco sono la difficoltà di alzarsi la mattina presto e la sonnolenza che si manifesta durante il giorno, compromettendo la capacità dell’adolescente di ascoltare, di interagire con gli altri, di studiare e di svolgere le comuni attività quotidiane.

Il problema di dormire poco negli adolescenti può dipendere da numerosi fattori, quali la volontà di andare a letto molto tardi, per diverse ragioni, la necessità, in alcuni casi, di svegliarsi la mattina presto, le diverse attività che possono impegnare un adolescente durante il giorno, sottraendo alcune ore che dovrebbero essere dedicate al sonno e così via.

Quali sono le conseguenze del problema di dormire poco?

Il problema di dormire poco, sia negli adolescenti che negli adulti, può compromettere le proprie capacità ed, in alcuni casi, può risultare estremamente pericoloso; le conseguenze del problema di dormire poco, infatti, vanno dal minore rendimento scolastico fino al pericolo di provocare incidenti stradali, di conseguenza per preservare la propria sicurezza e la sicurezza degli altri bisognerebbe evitare di dormire poco.

Considerazione finale sul fatto di dormire poco

Il problema di dormire poco è piuttosto diffuso e può dipendere da diversi fattori, quali le condizioni di salute, le abitudini e lo stile di vita, l’assunzione di determinate sostanze e così via; bisogna assolutamente evitare di dormire poco, in quanto le conseguenze di questa scorretta abitudini possono sono numerose e possono essere anche gravi.

Dormire poco è una problematica comune sia agli adulti che ai bambini neonati.

Malattie

Lascia il tuo commento: