Elicriso

Il genere Helichrysum (o elicriso) appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed il nome deriva dalle parole greche “helisso” (girare intorno) e “chrysos” (oro).

L'elicriso è una pianta famosa per le sue proprietà terapeutiche e benefiche, l'Helichrysum non ha dei fiori particolarmente belli, né produce una fragranza particolarmente gradevole, ma è ancora una pianta molto versatile e l'olio estratto dall’elicrisio è un eccellente costituente antiaging, con proprietà rigeneranti. L’elicriso è un arbusto sempreverde con foglie aromatiche e piccoli fiori.

Elicriso

Elicriso

La pianta di elicriso

Esistono circa 600 piante diverse di  questo genere, tra cui troviamo l’Helichrysum italicum (H. angustifolia- curry  vegetale), l’Helichrysum dioica (“orecchio di gatto”) e l’Helichrysum arenarium, più spesso utilizzato in applicazioni cosmetiche. L’elicriso è noto anche con il nome di “Erba di San Giovanni”  (ma non bisogna confondersi con l'erba di San Giovanni che si riferisce all’Hypericum perforatum).

Proprietà benefiche della pianta di elicrisio

Quando il materiale vegetale dell’elicrisio viene utilizzato nei rimedi erboristici ha proprietà diuretiche e coleretiche ed è usato per il disagio dell’ulcera peptica e contribuisce ad alleviare la ritenzione idrica, mentre il curry vegetale (Helichrysum italicum) ha ottime proprietà anti-infiammatorie, antivirali e anti-allergiche, particolarmente utili in caso di dolori al torace.

Proprietà terapeutiche

L'erba contiene flavonoidi, naringenina (dal sapore amaro), narigenin-5-O-diglucoside, helichrysin A e B e glicosidi di apigenina, luteolina, quercetina e kaempferol, più un composto antibatterico (nome arenarin). La medicina popolare presenta l'utilizzo dell’elicriso come un grande aiuto per combattere i danni dell'invecchiamento e per le sue proprietà terapeutiche di stimolazione della crescita e della rigenerazione di nuove cellule cutanee. Possiede grandi qualità rigeneranti e può essere di grande aiuto  nella guarigione di cicatrici, acne, dermatiti, smagliature, foruncoli e ascessi, ed è efficace nei trattamenti per l’invecchiamento cutaneo.

Curiosità sull'elicriso

Proviene dal Mediterraneo ed è resistente al gelo, ha un aspetto cespuglioso, con foglie argentate, e cresce fino ad arrivare a circa 60 cm di altezza e  1 metro di diametro. Le foglie contengono un'alta percentuale di sotolone ed è questo che conferisce loro il loro distintivo aroma di curry che dà alla pianta il suo nome.

Le foglie sono utilizzate fresche per la preparazione di insalate ed anche per insaporire altri alimenti. Il sapore di curry delle foglie si sviluppa quando le foglie sono contuse ed è possibile utilizzarle in polvere, sminuzzando un grosso mazzo di foglie insieme ad aglio in un mortaio oppure possono essere mescolate con una pasta con aglio, peperoncino e olio, in un frullatore. Un olio essenziale estratto dai fiori funziona come aromatizzante per esaltare i sapori di frutta, dolci, gelati, prodotti da forno, bibite e gomme da masticare, mentre le teste di fiori secchi possono  anche essere usati per preparare una tisana.

Una volta cotte le foglie perdono molto rapidamente il loro profumo di curry e tendono a puzzare un po’ con un odore simile a quello dell’erba appena tagliata, ma con una sfumatura tendente all’amaro. E' meglio utilizzarle per aromatizzare il pesce, come componente per il manzo prima del barbecue, o come additivo per le insalate. Ha una buona affinità con la crema di formaggio.

Elicrisio in cucina

Un consiglio culinario per usare l’elicrisio: prendete un paio di rametti di elicriso, far imbrunire le foglie, poi friggerle con cipolle per dare loro sapore (rimuovere ed eliminare i rametti in seguito), o, se vi piace una certa amarezza nel vostro cibo, tritare le foglie insieme alle  cipolle.

Olio essenziale di Elicriso e proprietà

Le teste di fioritura sono utilizzate per l'estrazione dell’olio essenziale di elicriso ed il colore dell'olio può variare dal giallo pallido al rosso. Ha una viscosità acquosa ed alcuni dei suoi costituenti principali sono: neryl acetato, nerolo, geraniolo, pinene e linalolo. Un olio di alta qualità si ottiene se la distillazione del materiale vegetale si verifica entro 24 ore dalla raccolta e le giovani piante hanno un rendimento maggiore rispetto alla quantità di olio prodotta dalle piante più anziane. L'olio viene estratto dai fiori freschi o secchi attraverso una distillazione a vapore. Le proprietà terapeutiche dell'olio di Helichrysum sono le seguenti: anallergico, anti-infiammatorio, astringente. Promuove la crescita di nuove cellule e ha anche un’ottima qualità buon antiossidante. Questo olio essenziale è usato moltissimo in aromaterapia in situazioni associate alle fobie, così come alla depressione,  ed è un potente ringiovanimento delle cellule, con potere di rigenerazione e di ricostruzione del tessuto. Stimola e tonifica il corpo, rinforza il sistema immunitario e allevia le allergie. E' uno dei migliori oli da utilizzare sulla pelle, e permette di curare le cicatrici, l’acne e altri problemi della pelle.

La composizione chimica dell'olio di Helichrysum

I costituenti principali sono:

  • flavonoidi,
  • tannini,
  • oli essenziali,
  • resine,
  • phytosterin,
  • nerolo acetato,
  • geraniolo,
  • pinene
  • linalolo.

Precauzioni per l'utilizzo di olio Helichrysum

L’olio di elicriso non è tossico, non irritante e non sensibilizzante, ma non dovrebbe essere utilizzato su bambini sotto i 12 anni.

Effetti benefici generali

L’olio di elicriso è utile per i disturbi circolatori, può contribuire ad alleviare il dolore di reumatismi e artrite e ha un effetto benefico su raffreddore, influenza, bronchite, tosse e asma. L’olio di elicriso ha superbe qualità rigeneranti e può aiutare la guarigione delle cicatrici, dell’acne, della dermatite, delle smagliature, delle bolle e degli ascessi. Aiuta il sistema digestivo, riducendo la congestione del fegato e della milza. Importante: non bisogna assumere l'olio essenziale internamente!

Si può utilizzare l'olio essenziale nella sauna o in un bagno e può essere d’aiuto in caso di dolori muscolari, problemi respiratori e disturbi del sistema digestivo.

Massaggio con l'olio mescolato

Miscelato con l’olio da massaggio, l'olio di elicriso può aiutare a dare sollievo in caso di dolore muscolare, problemi respiratori e dell'apparato digerente.

Creme e lozioni

In una crema o una lozione, l’olio di elicriso può essere utile in caso di dermatiti, acne e per favorire la guarigione delle cicatrici, così come per contrastare gli effetti dell'invecchiamento.
Sebbene la maggior parte degli oli essenziali si fondano bene insieme, l’olio di elicriso è particolarmente indicato per preparare miscele efficaci con l’olio di bergamotto, l’olio di camomilla, l’olio di salvia, l’olio di sclarea, l’olio di lavanda, l’olio di mandarino e l’olio di palissandro.

Olio di elicriso nei cosmetici cura della pelle

Nella produzione di cosmetici è importante tenere presente che l’elicriso è una pianta erbacea che possiede un odore intenso e alcune persone preferiscono evitare formulazioni con questa pianta. Le proprietà di questa erba contribuiscono a stimolare la rigenerazione cellulare e rappresentano quindi un vantaggio per l’invecchiamento. Ha inoltre proprietà antiossidanti che aiutano a ridurre i danni dei radicali liberi ossidativi che possono anche portare ad invecchiamento precoce. Nella medicina tradizionale la pianta viene spesso utilizzata come lenimento per le ferite grazie alle sue proprietà antimicrobiche. I test non hanno ancora potuto confermare come esso stimoli la formazione dei fibroblasti.

Curisiosità sulle proprietà terapeutiche e curative dell'elicriso.

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: