Emocromo o esame emocromocitometrico

 Emocromo a cosa serve: L’emocromo  è un esame del sangue che fornisce informazioni importanti sulle cellule del sangue, infatti l’emocromo viene definito anche esame emocromocitometrico completo, in quanto è un esame del sangue completo che permette di valutare aspetti diversi circa le cellule del sangue, da cui si può capire l'importanza intrinseca dell'emocromo per il benessere.


Diagnosi grazie all'emocromo:

I risultati ottenuti attraverso l’emocromo permettono di diagnosticare eventuali condizioni anomale alla base, infatti i valori dell’emocromo devono rientrare in determinati intervalli, quindi, se i livelli risultano essere troppo alti o troppo bassi, è necessario ricercare la causa di questi squilibri ed intraprendere, di conseguenza, un trattamento adeguato.

emocromo a cosa serve

Emocromo


Che cos’è l’emocromo?

L’emocromo, conosciuto anche come esame emocromocitometrico completo, è un esame del sangue che fornisce importanti informazioni sul tipo di cellule del sangue e sul numero di cellule presenti del sangue, in particolar modo i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine; questo tipo di esame del sangue permette di tenere sotto controllo le cause di sintomi quali la debolezza e la stanchezza, infatti, attraverso l’emocromo, si possono diagnosticare condizioni quali l’anemia, le infezioni e numerosi altri disturbi.


L’emocromo viene definito esame emocromocitometrico completo proprio perché comprende diversi esami che permettono di tracciare un profilo sostanzialmente completo a proposito delle cellule del sangue; un emocromo, infatti, comprende:

  • il calcolo del numero di globuli bianchi presenti nel sangue
  • l’analisi dei vari tipi di globuli bianchi all’interno del sangue, tra i quali i linfociti, gli eosinofili, i monociti, i basofili e i neutrofili
  • il calcolo del numero di globuli rossi all’interno del sangue
  • la misura dell’ematocrito, vale a dire del volume che i globuli rossi occupano all’interno del sangue
  • la misura della quantità di emoglobina, una molecola contenuta all’interno dei globuli rossi che ha la funzione di trasportare l’ossigeno
  • gli indici dei globuli rossi, vale a dire il volume corpuscolare medico, l’emoglobina corpuscolare media e la concentrazione media di emoglobina
  • il calcolo del numero di piastrine, ovvero le più piccole cellule del sangue che rivestono una funzione importante nei processi di coagulazione
  • la misura del volume piastrinico medio, ovvero il volume occupato, in media, dalle piastrine all’interno del sangue


Quali cause vengono ricercate attraverso un emocromo?

L’emocromo è un esame che può essere prescritto per ricercare le cause di diversi sintomi, tra i quali la stanchezza, la debolezza, la febbre, la perdita di peso ed altri ancora; l’emocromo, infatti, permette di diagnosticare disturbi di vario genere, come l’anemia ed le infezioni. Attraverso l’emocromo, inoltre, si può valutare un eventuale valore troppo alto o troppo basso di determinati tipi di cellule del sangue; ad esempio, il livello degli eosinofili, un particolare tipo di globuli bianchi, deve essere tenuto sotto controllo, in quanto un eventuale squilibrio nel numero di queste cellule può essere ricondotto a condizioni di vario genere. In conclusione, si può affermare che l’emocromo o esame emocromocitometrico completo, essendo appunto un esame piuttosto completo, può essere prescritto in una visita medica regolare, proprio perché questo tipo di esame può fornire informazioni di vario genere e molto importanti sulle condizioni generali di salute.


Quali rimedi vengono intrapresi in caso di risultati anomali dell’emocromo?

L’emocromo è un esame completo che fornisce diverse informazioni sulle condizioni di salute dell’organismo, infatti, andando a misurare il numero di cellule del sangue presenti, l’emocromo può evidenziare anomalie riconducibili a condizioni di vario genere.

Queste anomalie devono essere valutate da un medico, in quanto gli squilibri nei livelli delle cellule del sangue possono dipendere da numerose condizioni alla base; una volta individuate le cause di questi squilibri, infine, si possono adottare dei rimedi e, se necessario, intraprendere dei trattamenti specifici.

In conclusione, i rimedi da adottare in caso di risultati anomali ottenuti attraverso l’emocromo dipendono dalla causa dei risultati stessi, perciò, innanzitutto, occorre valutare quali sia la causa degli squilibri nei livelli delle cellule, infine si possono adottare dei rimedi adeguati; i rimedi da adottare, in ogni modo, devono essere stabiliti da un medico, il quale, se necessario, andrà a prescrivere una vera e propria terapia.


Quali valori si ottengono attraverso l’emocromo?

L’emocromo, ovvero l’esame emocromocitometrico completo, fornisce importanti informazioni sui valori delle cellule del sangue, vale a dire i globuli rossi, i globuli bianchi e le piatrine; questi valori permettono, in genere, di determinare la causa di sintomi diversi, quali la debolezza o la stanchezza, inoltre, molto spesso, i valori ottenuti attraverso l’emocromo aiutano ad effettuare una diagnosi circa disturbi di vario genere, tra i quali l’anemia e le infezioni.

I valori normali sono una vera e proprio guida, infatti indicato un range di riferimento all’interno del quale devono essere compresi i risultati ottenuti attraverso l’emocromo; questi intervalli possono variare leggermente da un laboratorio all’altro, infatti ogni laboratorio, attenendosi a particolari range di riferimento, riporta a fianco dei risultati anche questi intervalli.

Il medico, in questo modo, può giudicare i risultati ottenuti, indipendentemente dagli intervalli considerati dal laboratorio di analisi, infatti un risultato considerato anomalo dal laboratorio può rientrare nella norma dal punto di vista del medico, il quale va a valutare i risultati in base alle condizioni di salute del proprio paziente e a numerosi altri fattori.

I valori così detti normali che devono essere ottenuti attraverso lemocromo dipendono, infatti, dall’età, dal sesso e da diverse altre condizioni; indipendentemente da questi fattori, comunque, i risultati ottenuti attraverso l’esame emocromocitometrico completo, permettono di diagnosticare patologie e disturbi di vario genere: gli esami che concernono il numero di globuli rossi, l’emoglobina e l’ematocrito, ad esempio, sono estremamente utili per effettuare una diagnosi di anemia ed, in alcuni casi, per risalire alla causa di questo disturbo.

Attraverso l’emocromo non vengono calcolati solamente i valori dei globuli rossi, ma anche altri fattori, tra i quali il valore dei globuli bianchi; il numero di globuli bianchi, così come il numero di globuli rossi, deve rientrare in un intervallo di riferimento, infatti un valore troppo alto o, al contrario, troppo basso di queste cellule può essere un segnale di una condizione anomala alla base.

Cosa sono i valori alti dell’emocromo?

I risultati ottenuti attraverso l’emocromo possono non rientrare all’interno degli intervalli di riferimento, in quanto i valori possono essere più alti rispetto alla norma; le cause di questa anomalia variano a seconda dell’esame i cui risultati sono fuori dalla norma.

Per quanto riguarda i globuli rossi, il valore alto dei risultati può essere ricondotto a condizioni svariate, di conseguenza la causa specifica deve essere valutata dal medico, in base alle condizioni del proprio paziente; un valore alto di globuli bianchi, invece, viene ricondotto ad una reazione del sistema immunitario, tuttavia l’origine di questa reazione, anche in questo caso, deve essere indagata da un medico.

Cosa sono i valori bassi dell’emocromo?

I risultati ottenuti attraverso l’emocromo possono non rientrare nei range di riferimento non solo perché i valori sono troppo alti, ma anche perché i valori potrebbero essere troppo bassi; i valori troppo bassi ottenuti attraverso l’emocromo possono dipendere da condizioni di vario genere, che devono essere valutate di volta in volta.

In genere, un livello basso di globuli rossi viene ricondotto all’anemia, tuttavia le cause dell’anemia, a loro volta, possono essere numerose, di conseguenza devono essere ricercate da un medico; il medico, inoltre, deve individuare la causa specifica di un eventuale livello troppo basso di globuli bianchi o di piastrine, in quanto, anche in questo caso, le possibili cause sono numerose.


Considerazione finale sull'esame emocromocitometrico:

L’emocromo è un esame del sangue completo che permette di valutare il numero di cellule all’interno del sangue ed altre condizioni riguardanti sempre le cellule del sangue, tra le quali il tipo di cellule presenti, il volume occupato dalle cellule e così; questo esame è estremamente importante, in quanto risultati anomali ottenuti attraverso l’emocromo permettono di diagnosticare diverse patologie e condizioni mediche alla base.

Esame emocromocitometrico

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo emocromo o esame emocromocitometrico

emocromo e livelli di emocromo

Mi ha aiutato a scoprire che cosa aveva mio figlio

Lascia il tuo commento: