Endometriosi

L'endometriosi è una patologia che interessa le donne e la loro possibilità riproduttiva.

Endometriosi cosa è? L’endometriosi è una patologia legata alla crescita abnormale di cellule simili a quelle che si trovano all’interno dell’utero femminile presenti in: ovaie, tube di Falloppio, superfici uterine esterne, vagina, cervice, retto e vescica. Può essere di forma lieve o avanzata e si verifica solo nelle donne dopo aver raggiunto la pubertà ed avere iniziato le mestruazioni, condizione in cui il tessuto endometriale , che normalmente si trova solo all’interno dell’utero, cresce anche fuori.

endometriosi

Endometriosi


Endometriosi a che età?

L’età femminile in cui può verificarsi più frequentemente l’endometriosi sembra essere attorno a 25-30 anni ed inoltre sembrano essere più a rischio le donne che hanno avuto la prima gravidanza attorno ai 30 anni.


Rischi legati all’endometriosi

Determinati studi hanno dimostrato che l’endometriosi potrebbe essere legata al fattore ereditario familiare e può accadere che alcune donne si ritrovino con l’endometriosi subito dopo la prima mestruazione e non sanno di avere tale patologia fino a che non raggiungono l’età riproduttiva, quando possibilmente cercano una gravidanza e si ritrovano in difficoltà a ritrovarsi incinta e consultano un medico.

Una percentuale piuttosto importante porta il mondo medico a pensare che l’endometriosi porti con sé tra i rischi il fattore infertilità.

Endometriosi e rischio di cancro

Sembra che le donne colpite da endometriosi siano leggermente più a rischio di contrarre alcuni tumori dell’ovaio, ma studi medici ne stanno ancora accertandone la veridicità. Difatti l’associazione tra endometriosi e carcinoma ovarico non è ancora definita chiaramente.


Endometriosi, infertilità e altre complicazioni

L’endometriosi può comportare complicanze come l’infertilità, dolore pelvico, cisti di grande dimensione, ostruzioni del tratto gastrointestinale o urinario. Secondo alcune statistiche mediche si stima che il 40% delle donne con endometriosi abbia problemi di infertilità.

Endometriosi e gravidanza

L’endometriosi colpisce come già scritto le donne in età produttiva e si può sviluppare indipendentemente dal fatto di aver già avuto oppure no una gravidanza. Spesso in caso di endometriosi si consiglia di avere una gravidanza in quanto porta ad una remissione della patologia, sempre costantemente sotto controllo medico.


Endometriosi cause

L’endometriosi può colpire le donne in età riproduttiva, mentre risulta assai rara nelle donne in premenopausa e menopausa. E’ una delle principali cause di dolore pelvico. La causa dello sviluppo di una patologia come l’endometriosi non è ancora chiara a livello medico, ma emorragie mestruali prolungate o cicli mestruali brevi possono aumentare il rischio della sua formazione. Tra le cause dell’endometriosi, i medici additano la mestruazione retrograda, cioè quando si verifica un flusso parziale del sangue mestruale attraverso le tube.


Endometriosi sintomi

I sintomi legati all’endometriosi spesso non sono avvertiti dalle donne colpite da tale patologia, ma i sintomi più comuni potrebbero essere i seguenti:

  •  dolore pelvico subito prima del ciclo mestruale o durante le mestruazioni, con diminuzione del dolore dopo aver completato il ciclo
  • infertilità
  • dolore durante la minzione o durante la defecazione
  • dolori addominali
  • diarrea e/o stitichezza
  • mestruazioni irregolari o abbondanti
  • sangue nelle urine


Endometriosi diagnosi


L’endometriosi può essere diagnosticata idealmente anche durante una visita ginecologica sulla base di alcune sintomatiche come ad esempio la presenza di dolore pelvico, oppure, in modo maggiormente esatto, tramite esami medici che possono stabilire la presenza di noduli nell’utero e nella parete pelvica come ad esempio una TAC o risonanza magnetica.


Endometriosi trattamenti e cura

Esistono dei trattamenti che possono aiutare ad alleviare i sintomi derivanti dall’endometriosi e migliorare la qualità della vita. Per scegliere il trattamento migliore si deve interpellare un medico che possa consigliare e prescrivere il trattamento più adatto tra:

  • trattamento ormonale
  • chirurgia
  • trattamento combinato


Endometriosi e pillola anticoncezionale per un trattamento ormonale

La causa dell’endometriosi in realtà è poco nota a livello medico-scientifico, però la patologia si aggrava con la presenza degli estrogeni, di conseguenza, i trattamenti ormonali per l’endometriosi sono incentrati a diminuire gli estrogeni nel corpo femminile,  pertanto possono venire prescritti dal medico:

  • pillola anticoncezionale
  • contraccezione uterina con Mirena (che contiene levonorgestrel)
  • progesterone
  • ormone di rilascio ipotalamico delle gonadotropine (GnRH)
  • danazolo (un ormone sintetico simile al testosterone)
  • gestrinone (ormone sintetico che aiuta nella produzione degli estrogeni)


Endometriosi e chirurgia

L’endometriosi può essere trattata anche con la chirurgia grazie all’utilizzo del laparoscopio, un sottile telescopio lungo circa 30 cm che viene introdotto nella cavità pelvica attraverso un piccolo taglio vicino all’ombelico. Questa operazione viene chiamata laparoscopia ed è utile al medico chirurgo in quanto permette di visionare bene l’area colpita da endometriosi per poter intervenire in modo preciso.

In caso di endometriosi molto estesa viene invece effettuata la laparotomia, un intervento chirurgico più invasivo della laparoscopia.

Endometriosi e medicina alternativa (omeopatia ecc)

La medicina alternativa potrebbe essere un completamento alla cura medico-scientifica per l’endometriosi e tali terapie possono essere più o meno indicate e consigliate nei singoli casi dal proprio medico curante. Esempi di medicina alternativa possono essere: l’omeopatia, la medicina cinese, agopressione, agopuntura, aromaterapia, etc.


Endometriosi ovarica

Il tessuto endometriale si trova normalmente e riveste le pareti dell’utero, quando si parla di endometriosi ovarica è quando le ovaie sono coinvolte. Il tessuto endometriale è impiantato sia all’esterno di una o entrambe le ovaie, oppure ha aderito all’interno delle stesse, inoltre l’endometriosi ovarica può formare delle cisti sulle ovaie chiamate “endometriomi”.

Quando si forma l’endometriosi ovarica vi è un interferenza che impedisce il corretto funzionamento delle ovaie, causando problemi di fertilità in alcuni casi.

Tale patologia viene diagnosticata tramite un esame pelvico (laparoscopia) o tramite un’ecografica addominale ed il primo trattamento che solitamente viene proposto dal medico è di assumere contraccettivi orali, che grazie al dosaggio ormonale aiutano ad alleviare anche i sintomi derivanti dall’endometriosi e curare la patologia.


Endometriosi segni e sintomi

L’endometriosi colpisce molte donne e si verifica quando il tessuto endometriale si ritrova fuori dall’utero. Segni e sintomi potrebbero non essere avvertiti in presenza di tale patologia come anche al contrario si possono avvertire tutti i segni dell’endometriosi che si manifestano.

Ad esempio dismenorrea, mestruazioni irregolari e/o dolorose possono essere dei segni comuni in caso di endometriosi, come anche dolori pelvici, addominali, nella parte bassa della schiena e nella zona rettale

Altri sintomi che possono derivare dall’endometriosi sono: sanguinamento durante o dopo un rapporto sessuale, ansia, depressione, stanchezza, nausea, costipazione, diarrea etc.


Endometriosi dieta

Curare e mantenere una dieta sana ed equilibrata è sempre alla base di uno stile di vita sano ed una dieta alimentare ad hoc può aiutare anche nella cura di molteplici patologie. L’endometriosi è una di quelle malattie che risponde in modo positivo con un cambiamento di dieta sana. Per alleviare i sintomi derivanti dall’endometriosi, esistono dei nutrienti utili per bilanciare i livelli ormonali degli estrogeni, come ad esempio gli acidi grassi omega 3 che aiutano nella produzione ormonale e leniscono e rilassano i muscoli dell’utero. Questi si trovano in: cereali integrali, noci, olio di semi di lino, olio di enotera, etc.

Inoltre mangiare cibi ricchi di fibre aiuta a migliorare ed accelerare la digestione e mantenere l’apparato digerente pulito e ben funzionante. Le fibre alimentari possono diminuire la quantità di estrogeni circolanti nel corpo, pertanto risultano utili a contrastare i sintomi derivanti dall’endometriosi. Le migliori fonti di fibra alimentare sono i cereali come avena, riso integrale, frutta, verdura e legumi come fagioli, piselli e lenticchie.

E’ fondamentale inoltre

  • controllare le porzioni in quanto mangiare troppo porta a sentirsi gonfi;
  • assicurarsi le corrette porzioni di proteine e carboidrati;
  • mangiare verdure a foglia verde ogni giorno per una buona digestione, aumento di energia e una sensazione di benessere;
  • bere molta acqua naturale.

Gli alimenti che si dovrebbe evitare, soprattutto nei momenti in cui i sintomi dell’endometriosi sono all’apice sono:

  • carne rossa
  • zuccheri raffinati
  • grassi
  • latticini
  • alimenti contenenti additivi e conservanti
  • caffeina
  • prodotti di soia

Una dieta equilibrata e sana aiuta a controllare i sintomi dell’endometriosi ed i dolori che ne possono derivare, pertanto chiedete consiglio al vostro medico per programmare un piano alimentare ad hoc contro l’endometriosi.


Informazioni utili da sapere sulla endometriosi.