Epilobio - Epilobium angustifolium

L'Epilobium angustifolium volgarmente chiamata Epilobio è un'erba officinale che fa parte della famiglia delle Oenotheraceae, l'habitat naturale corrisponde a ruderi, greti dei torrenti, fino agli alti pascoli montani ed è una erbacea perenne, alta 50-120 cm, a fusto rigido, eretto, rossastro, con foglie oblungo-ellittiche, radice lunga, stri­sciante e fiori porporino-violacei in lunghi grappol i terminali. Viene usata la radice per le varie preparazioni.

Epilobio - Epilobium angustifolium

Epilobio proprieta'

Epilobio è una pianta officinale perenne nativa dell’emisfero temperato settentrionale caratterizzata da uno stelo rossastro che si aggira attorno a metro d’altezza con foglie sparse lungo la sua struttura, che appaiono ricche di venature, e fiori simmetrici con quattro petali di tonalità magenta, che possono raggiungere i 3 centimetri di diametro.

Componenti dell'Epilobio:

  • olio etereo,
  • cera,
  • tannino,
  • mucillagine.

Azione farmacodinamica:

  • emolliente,
  • astringente,
  • emostatico,
  • vul­nerario.

Impiego dell'Epilobio:

  • angina,
  • glossite,
  • proctite,
  • vulvite,
  • endometrite,
  • odon­talgia

Usi comuni per i trattamenti con epilobio sul corpo:

  • Problemi gastrointestinali come diarrea o stitichezza.
  • Tonico per il sistema cardiovascolare.
  • Problemi al tratto urinario.
  • Ingrossamento della prostata.
  • Cura di ustioni e ferite.
  • Ulcere dello stomaco.
  • Irritazioni cutanee.

L’epilobio si trova molto spesso in terreni umidi e leggermente calcarei, su campi e pascoli caratterizzati dalla terra bruciata, da cui deriva il suo nome inglese “fireweed” erba di fuoco, dato che questa pianta officinale tende a crescere in boschi nei periodi successivi ad un incendio.

Il frutto dell’epilobio, conosciuto scientificamente come epilobium angustifolium, appare rosso-brunastro ed è come una sorta di capsula contenente centinaia di minuti semi, che si stimano essere almeno 80.000 per pianta.

Il fatto che questi semi vengono facilmente propagati con il vento rende l’epilobio una pianta infestante, che si divulga anche grazie alle sue radici sotterranee che può causare la rapida espansione della pianta fino a formare una macchia anche di grandi dimensioni.

In antichità i nativi americani raccoglievano i giovani germogli dell’epilobio che venivano poi mescolati alla verdura cruda e consumati come pasto principale dato che, se prelevati durante le prime fasi della loro vita, i fiori dell’epilobio sono un’ottima fonte di vitamina C e pro-vitamina A, mentre il gambo della pianta veniva comunemente impiegata per preparare un unguento applicabile su tagli e ferite, facendo fuoriuscire il pus infetto e permettendo la rimarginazione della zona.

Usi medicinali dell'Epilobio

Nonostante il fatto che molti vedano la pianta di epilobio come un erbaccia infestante dovete sapere che essa ha una lunghissima storia nella medicina tradizionale.

Quest’erba antispasmodica, lassativa, tonica e lenitiva veniva infatti utilizzata come rimedio naturale per un gran numero di problemi fisici, sia tramite l’assunzione orale che con l’infusione delle parti attive della pianta.

Difatti, grazie ai suoi composti fenolici, flavonoidi e tannini l’epilobio è considerato fautore di un’ottima proprietà anti-batterica, che aumenterà la qualità del vostro sistema immunitario aiutandovi a difendervi da un buon numero di malattie o problemi di salute di varia natura.

Epilobio controindicazioni e proprietà

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo epilobio - Epilobium angustifolium

Epilobio

le rosette basali in primavera , sono ottime in insalata meglio se di epilobio montano. le ho sempre raccolte e mangiate miste a valerianella

Informazioni su Epilobio

molto ampie ed esaurienti le informazioni sull'epilobio

Epilobium angustifolium

Questa erba essiccata in una maniera particolare era molto diffusa in tutta europa e Inghilterra era conosciuta come tè russo fino a 1918. Le quantità di esportazione superava ance cosi diffuso tè indiano.

Lascia il tuo commento: