Erba dei gatti: Nepeta cataria L.

La pianta Nepeta cataria L detta anche erba dei gatti ha interessanti proprietà benefiche e curative iniziando dalla sua azione amaro-tonica, antispasmodica e sedativa simile a quella della Valeriana, il suo infuso viene segnalato nel trattamento di alcune forme di singhiozzo ribelle e negli accessi pertussoidi.

Erba dei gatti, Nepeta cataria L.

Erba dei gatti

Erba dei gatti

Nome comune: Erba dei gatti
Francese: Herbe aux chats
Inglese: Catminy
Famiglia: Labiatae

Parte utilizzata della pianta erba dei gatti:

pianta intera o sommità fiorite

Costituenti principali della pianta erba dei gatti:

  • olio essenziale (0,3%): acido nepetalico, nepetalattone, anidride nepetalica; carvacrolo,
    timolo

Perchè viene utilizzata

Attività principali: antispasmodica e sedativa; amaro-tonica

Impiego terapeutico: dispepsia; spasmi gastrointestinali, singhiozzo; pertosse

Erba dei gatti e curiosità varie

  • La pianta ha la caratteristica di attirare i gatti che vi si rotolano sopra con frenesia.
    Da qui il nome "cataria".

A cosa serve l'erba dei gatti?

Il carvacrolo e il timolo sono conosciuti in erboristeria per le loro proprietà antisettiche che sono sfruttate nel trattamento delle forme bronchiali. Il nepetalattone, un iridoide, è responsabile dell'effetto eccitante sul gatto, mentre nell'uomo risulta sedativo.In passato la pianta della cataria era considerata particolarmente valida per tutte le affezioni a carico dell'utero. In particolare si riteneva che fosse propizia alla fecondità, stimolante ed emmenagoga, ma anche antiisterica.

Erba dei gatti, Nepeta cataria L. ...

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: