Erba officinale: assenzio Maggiore

Assenzio Maggiore detto artemisia absinthium è una pianta dalle proprietà curative molto usata in erboristeria, che appartiene alla famiglia delle compositae asteraceae che predilige come habitat ideale i terreni incolti pietrosi ed aridi. L'Assenzio Maggiore si trova in Eurasia, Nord America, Sud America, Nuova Zelanda ed è un'erbacea perenne, suffruticosa, alta 50-120 cm, ricoperta di peluria grigio-argentea con foglie profondamente incise, 2-3 volte pennatosette, fiori in globuli gialli senza corolla. Esala da tutte le sue parti aroma intenso ed ha sapore estremamente amaro.

Erba officinale: assenzio Maggiore

Assenzio

L’assenzio maggiore è un’erba officinale mediterranea appartenente alla famiglia delle asteracee ed è conosciuta nel mondo scientifico come artemisia absinthium, arbusto che cresce dai due a i quattro metri d’altezza sviluppando foglie grigio-verde e fiori gialli che sbocciano nel periodo tardo estivo.

La pianta officinale di assenzio maggiore è caratterizzata da un forte odore aromatico, oltre che da un sapore alquanto amaro e con esse vengono preparati diversi rimedi per la salute semplicemente mettendo in infusione le sue foglie, che risultano essere ricche di proprietà curative e benefiche per l’organismo.

Sebbene molti di voi conoscano l’assenzio per le sue qualità allucinogene che l’hanno reso famoso sotto forma di distillato, se preso in maniera corretta l’assenzio maggiore è un’erba officinale davvero fantastica, che adesso ci apprestiamo a spiegarvi nel dettaglio.

Gli impieghi dell’assenzio maggiore

Solitamente l’estratto o l’infuso di assenzio maggiore viene utilizzato per diversi problemi che interessano in tratto gastrointestinale, come la cistifellea o i disturbi allo stomaco, in quanto stimola e rinvigorisce tutto il sistema digestivo del corpo.

L’erba officinale di assenzio maggiore stimola la produzione di colesterolo buono a discapito di quello grasso e malsano, ed una sua qualità davvero interessante deriva proprio dal tocco amaro del suo gusto: stimolando i ricettori delle papille gustative della lingua si innesca un aumento degli enzimi digestivi, aumentando anche la produzione di acidi nello stomaco il cui compito è quello di scomporre il cibo.

Altre qualità tradizionali dell’assenzio maggiore sono le sue capacità antielmintiche, antispasmodiche, anticarminative, antisettiche, sedative e tonificanti per tutto l’organismo, e grazie alle sue proprietà antinfettive risulta particolarmente utile a prevenire le infezioni che possono colpire tanto i tessuti cutanei quanto i sistemi all’interno del vostro corpo.

Un altro impiego efficace dell’erba officinale di assenzio maggiore è quello per aumentare la circolazione sanguigna ed il moto cardiaco del corpo, per ridurre il dolore durante il parto delle donne e per limitare i sintomi del loro ciclo mestruale.

Il dosaggio consigliato

Per preparare un ottimo infuso di assenzio potete prendere un grammo di foglie e fiori essiccati e sminuzzati ed aggiungerlo ad una tazza d’acqua bollente, che è possibile consumare fino a 3 volte al giorno.

Una ricetta più gustosa può essere svolta aggiungendo un cicchettino di whisky o brandy, così da trovare un ottima tisana da sorseggiare dopo i pasti. Ricordate di non assumere il vostro assenzio per via orale allo stato naturale, in quanto può risultare parecchio tossico.

Effetti collaterali ed interazioni dell’assenzio

L’olio essenziale di assenzio non dovrebbe mai essere consumato per via aerea in maniera diretta, per il semplice motivo che oltre ai composti benefici contiene anche diverse tossine pericolose per l’organismo, che vanno ad influire con il sistema nervoso e sintomi quali: capogiro, crampi intestinali, percezione della realtà alterata, nausea e vomito.

Parti usate dell'assenzio maggiore:

  • foglie
  • sommità fiorite.

Raccolta dell'assenzio maggiore:

  • fiori in luglio-agosto
  • foglie a maggio.

Componenti artemisia absinthium:

  • absintina,
  • tannino,
  • amari,
  • tuione,
  • azulene,
  • acido succinico.

Azione farmacodinamica artemisia absinthium :

  • antisettica,
  • antelmintica,
  • aperitiva,
  • eccitante,
  • emmenagoga,
  • eupeptica.

Impiego artemisia absinthium:

  • pirosi, cachessia, polluzione notturna, metroraggia, irritazione ed insufficienza epatica, anoressia, parassitosi.

Le proprietà dell’assenzio

L’assenzio è ricco di costituenti attivi tra cui troviamo: tujone, isotujone, acetilene, vitamina C, azulene, lattoni sesquiterpenici, flavonoidi, carotenoidi, acidi fenolici e tannini, tutti ottimi promotori della salute nel corpo, mentre la sua caratteristica amara deriva dall’absinthin e dall’anabsinthin, uno dei composti esclusivi di questa erba officinale.

Proprietà Artemisia absinthium

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo erba officinale: assenzio Maggiore

Buongiorno, volevo chiedere se è possibile fare un liquore con l'assenzio e come si prepara. Grazie.

Assenzio e dettagli preziosi: grazie

i vostri articoli sono molto dettagliati e comprensibili i miei ringraziamenti per le preziose informazioni che ci date

Lascia il tuo commento: