Erba officinale: Borsa del Pastore

La pianta erbacea borsa del Pastore conosciuta per le sue proprietà anche con il nome di capsella bursa pastoris fa parte della famiglia delle cruciferae ed è comune trovarla facilmente sia nelle pianure che in montagna.

Erba officinale: Borsa del Pastore

Borsa del Pastore

Parti usate della Borsa del Pastore: parte aerea (pianta senza radici).

Raccolta: tutto l'anno, con preferenza tra maggio ed agosto.

Componenti:

  • glucosidi (diosmina, esperidina),
  • alcaloidi (spartei-na, lupinina),
  • olio etereo,
  • saponine,
  • ammine,
  • tannino,
  • acidi malico
  •  e citrico.

Azione farmacodinamica:

  • coagulante ematica,
  • emmenagoga,
  • blandamente diuretica.

Impiego: gastrorragia, ecchimosi, menopausa, vaginite, renella, metrorragia.

Impiego a tavola: Oltre alle proprietà curative, la borsa del pastore può essere usata anche in cucina nel periodo primaverile per preparare delle fresche insalate dal gusto che ricorda quello del cavolo usando le foglie più tenere, oppure anche come ingrediente di minestre o zuppe.

La Borda del Pastore

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: