Erba officinale: Erba Roberta

La pianta erbacea Geranium Robertianum dalle numerose proprietà, chiamata comunemente Erba roberta, fa parte della famiglia delle Geraniaceae ed il suo habitat naturale corrisponde a luoghi ombrosi, umidi, muri e ruderi. L'Erba Roberta è un'erbacea annuale, alta 30-50 cm, rossastra, a fusto ramoso coperto di peli rigidi; corolla intensamente rosata.

Erba officinale: Erba Roberta

Erba Roberta

L’erba roberta è una pianta officinale di piccole dimensioni che cresce spontaneamente nei boschi ed appare simile ad un geranio, sicuramente visto che appartiene proprio a tale famiglia, caratterizzata da un aspetto davvero gradevole con fiori bianchi a cinque petali, conosciuta nel corso della storia non solo per la sua apparenza, ma anche per le sue qualità terapeutiche che la rendono ideale per trattare numerosi disturbi di salute.

L’erba roberta officinale è originaria dell’Europa, dell’Asia temperata e di alcune aree africane, allo stato selvatico su terreni sabbiosi o su sporgenze rocciose, che la rende una delle piante più resistenti ed inclini a crescere negli ambienti più disperati.

Le proprietà benefiche per tutto l’insieme del corpo sono davvero straordinarie, ma fin’ora non sono bastate a rendere nota questa erba officinale come meriterebbe in realtà.

Erba roberta per l'igiene della cavità orale

Questa pianta officinale viene impiegata da un numero sorprendente di anni come colluttorio naturale per svolgere dei semplici gargarismi, che vi aiuteranno trattare problemi che colpiscono la bocca come ulcere, sanguinamento gengivale, irritazione alla gola, mal di denti ed infezioni di vario genere che possono compromettere salute e benessere quotidiano in una persona.

Non dovete altro che mettere in infusione le foglie di erba roberta ed utilizzare la tisana ricavata a freddo, risciacquando la bocca e liberandola dai batteri.

Erba roberta: l’erba officinale contro le tossine

Questa soluzione omeopatica si è rivelata particolarmente efficace anche per trattare diversi disturbi che coinvolgono il tratto gastrointestinale compromettendone il corretto funzionamento, alleviando le persone che soffrivano di mal di stomaco, stitichezza, diarrea, infiammazione al tratto urinario, prevenendo anche calcoli renali e limitando la quantità di tossine liberate durante la digestione che possono aumentare il rischio di soffrire dei vari problemi che colpiscono gli apparati del corpo responsabili dell’assimilazione del cibo e dello scarto dei rifiuti.

Parti usate dell'Erba Roberta:

parte aerea (pianta senza radice).

Componenti dell'Erba Roberta:

  • geranina (principio amaro),
  • vitamica G,
  • olio essenziale,
  • tannino.

Azione farmacodinamica:

  • astringente (usato soprattutto in pediatria),
  • leggermente diuretica,
  • vulneraria,
  • emostatica.

Impiego:

  • angina,
  • ecchimosi,
  • fistole anali,
  • ferite atoniche,
  • ulcere putride

Gli impacchi di erba roberta per l’epidermide

Questa pianta officinale è molto conosciuta anche per le qualità antinfiammatorie di cui è responsabile e viene utilizzata da moltissimi anni per trattar la pelle ed i problemi che la affliggono a causa di batteri e microbi, che nella maggior parte dei casi portano allo sviluppo di infezioni con dolorosi sintomi correlati.

Al giorno d’oggi le infezioni cutanee, sia lievi che gravi, sono abbastanza comuni visto anche l’alto tasso d’inquinamento atmosferico che interessa tutti gli elementi con cui entriamo in contatto quotidianamente.

In questo caso l’erba roberta può rivelarsi davvero utile, se impiegata per fare degli impacchi applicabili in maniera topica sulla zona da trattare, alleviando dolore e gonfiore ed aiutando la pelle ad espellere le tossine che la affliggono.

Erba Roberta, Geranium Robertianum

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: