Erbe officinali piante medicinali

Erbe e piante officinali vengono da sempre utilizzate dall'uomo come rimedio naturale utile per favorire il benessere dell'organismo in determinati momenti o particolari situazioni.

  • Tisana di anice

    Tisana contro il gonfiore addominale
    Una tisana di anice è un ottimo rimedio contro il gonfiore addominale che si può manifestare dopo pasti abbondanti. La tisana di anice è nota in erboristeria per essere efficace per lenire in breve tempo i gonfiori ed inoltre stimola l'appetito e favorisce la digestione di cibi ricchi di grassi ed al momento del bisogno berne al massimo a cinque tazze al giorno, possibilmente non zuccherate.
  • Rosa canina o rosa selvatica

    Rosa canina omeopatia - Rosa canina
    Rosa canina vanta varie proprietà terapeutiche in omeopatia ed erboristeria come ad esempio essere vitaminizzante, antiinfiammatoria, ottimizza la circolazione del sangue, antiallergenica, diuretica, astringente ed ha un alto contenuto di Vitamina C e se usata assieme ad altri fitoterapici, ne facilita l'assorbimento.
  • Berberis vulgaris

    Berberis vulgaris - Berberis vulgaris proprietà ed omeopatia
    Il berberis vulgaris (o crespino europea, bacca itter, ambarbaris, crespino) noto rimedio omeopatico, è un arbusto della famiglia delle Berberidaceae, originaria del centro e del sud Europa, nord Africa e dell'Asia occidentale, ma è anche naturalizzata nel nord Europa, comprese le Isole Britanniche, la Scandinavia e il Nord America. Il crespino è a foglia decidua, con robusti rami spinosi e cresce lentamente, fino a raggiungere un’altezza massima di 3 metri; le foglie escono a metà marzo circa, e i fiori nascono fra maggio e giugno, e, da agosto fino ad ottobre il crespino produce delle bacche rosse, lunghe circa un centimetro.
  • Alchechengi physalis alkekengi

    Alchechengi - Proprietà della pianta e frutto dell'alchechengi
    L'Alchechengio o alchechengi physalis alkekengi è molto popolare, grazie ai suoi baccelli, di colore arancione chiaro, a forma di lanterna, la cui sagoma viene riproposta in forma cartacea ad Halloween, e i suoi frutti vengono tagliati ed utilizzati per queste festività molto particolari. Le piante possono essere coltivate e conservate in piccole vasche. I piccoli fiori bianchi appaiono in piena estate, in un tumulo cespuglioso di grosse foglie verdi. I baccelli, in un primo momento, sono verdi, ma devono essere raccolti non appena il colore arancione si sviluppa, togliendo le foglie, e poi devono essere appesi a testa in giù ad asciugare in una stanza calda, al  buio.
  • Essenza di violetta

    Olio essenziale essenza di violetta
    Le proprietà benefiche dell' olio essenziale di violetta sono dovute principalmente all'acido salicilico, nonadienale e parmone; essi conferiscono all'essenza proprietà antidolorifiche e antisettiche, mentre le caratteristiche espettoranti e tossifughe sono d'aiuto in caso di raffreddore. Pomate curative a base dell'olio essenziale sono indicate nella cura di arrossamenti ed eczemi e proteggono la pelle dalle screpolature. Il profumo dell'olio essenziale di violetta è considerato afrodisiaco. Aggiungendo all'acqua per il bagno l'olio essenziale di violetta, noce moscata e gelsomino, si stimola la sensibilità femminile e si rilassano mente e corpo. Contro i rossori Una crema a cui sono state aggiunte alcune gocce d'essenza di violetta risulta un buon rimedio contro i rossori e i gonfiori cutanei. Inoltre, l'olio essenziale diminuisce la ritenzione linfatica e sanguigna.
  • Viola Mammola

    Erbe medicinali per la tosse - Viola mammola
    La Viola Mammola è una delle erbe comunemente utilizzate come rimedio contro la tosse ed è una piantina perenne alta solamente dai cinque ai quindici centimetri con un ceppo, grosso ma corto e produce una rosetta di foglie.I fiori nascono all'estremo dei picciol i che salgono dal rizoma o dal ceppo, e sono di color viola intenso con cinque sepali e cinque petali disuguali.